Brand War: Wrestling Matter #28

Ben ritrovati amiche e amici di Spazio wrestling a Brand War! Smackdown non ha sbagliato un colpo dal post survivor series e dunque Raw cerca la rivalsa! La troverà? Scopriamolo insieme!

RAW

JASON JORDAN VS ROMAN REIGNS per il TITOLO INTERCONTINENTALE

RIASSUNTO: Reigns parte subito forte colpendo Jordan con una gomitata e portandolo all’angolo dove gli assesta un calcio duro. Roman allora porta a spasso Jordan lanciandolo fuori dal ring e poi prima contro le barricate e subito dopo contro le scale d’acciaio del ring. Jordan viene quindi portato dentro dove prova una timida reazione subito punita da Reigns con una clothesline che lo lancia fuori dal ring e poi con un dropkick alla testa. Dopo lo spot il match sembra essere in una fase di controllo di Reigns che tiene Jordan in una mossa di sottomissione. Questo tuttavia dopo poco si libera e come caricato alza e lancia Reigns contro ogni paletto del ring e chiudendolo poi in un armbar. Jordan poi viene lanciato fuori dal ring e Reigns prova a connettere il superman punch subendo però un ritorno di Jordan che lo solleva e lo schianta contro i gradoni d’acciaio. Grande prova di forza di Jordan. Jason allora sul ring prova il suplex e il conteggio, trovando solo il conto di 2. Reigns allora prova la reazione e connette una DDT e un suplex ma il conto è solo di 2. Allora Reigns alza la posta e connette il superman punch ma ancora una volta solo conto di 2! Chiama allora la Spear ma Jordan prova il roll up ma niente, non è la mossa giusta! Jordan pare tornare per un momento nel match colpendo con un suplex Reigns che però risponde con un superman punch e una spear subito dopo, chiudendo la contesa con il conto di 3!

ANALISI: gran bel match fisico, con Jordan che tira fuori una prova strepitosa. Lo spettacolo lo fornisce tutto lui, a partire dal Superman punch dai gradoni parato e trasformato in un placcaggio sui gradoni, passando per il belly to belly oltre la terza corda e infine il doppio northern lights suplex. Roman accompagna adeguatamente, questo va detto.

VOTO: 7,5

PAIGE VS SASHA BANKS

RIASSUNTO: Le due si chiudono in un clinch con Paige che però rifila subito un calcio e un ceffone alla sua avversaria per poi colpirla con una ginocchiata al petto per la quale prova già un conteggio che però le vale soltanto il conto di 2.
Sasha allora intercetta Paige che era salita sul paletto e la sbatte al terreno con un hunricanrana sale sulla terza corda e esegue un crossbody: 1..2 solo 2 ancora. Sasha Banks al momento sembra in controllo del match ma prova una prendere Paige in un suplex che però reagisce con un po’ di ritardo, facendo cadere entrambe fuori dal ring. Al ritorno dalla pubblicità la situazione sul ring sembra capovolta e ora in controllo del match sembra esserci Paige. La Banks allora prova un roll up per scappare, ma si prende una testata di Paige che poi la lancia contro il paletto, prova ad andare sulla terza corda ma viene raggiunta giusto in tempo per potere eseguire una sorta di powerbomb sulla Banks e provando a schienarla subito dopo: 1..2.. solo 2! Sasha allora dal cilindro caccia la sua Banks statemant dalla quale Paige in forte difficoltà riesce a salvarsi solo perché riesce ad arrivare in modo fortuito alle corde. Fuori dal ring intanto Mandy Rose e Sonya Deville iniziano a dare i primi problemi e si scontrano con Bayley e Mickie James che in poco hanno la peggio. La peggio la ha anche la povera Sasha che distraendosi per le compagne si becca la rampaige di Paige che chiude la contesa.

ANALISI: sebbene non ci sia stata nessuna mossa particolarmente spettacolare, la contesa è stata davvero godibile e le due hanno raccontato bene l’odio reciproco.

VOTO: 6,5

FINN BALOR VS BO DALLAS

RIASSUNTO: Balor sin dalle prime battute sembra in controllo del match, anche se Dallas gli dà del filo da torcere. Curtis Axel pure prova ad aiutare il suo amico distraendo per poco Balor che si becca qualche colpo, poi si riprende in poco sbatte Bo all’angolo con un running dropkick e connette la coup de grace che gli vale il conto di 3.

ANALISI: match senza spunti di interesse, ma nemmeno terribile. Da menzionare soltanto la combo finale di Balor, sempre spettacolare.

VOTO: 4,5

ASUKA VS ALICIA FOX

RIASSUNTO: Alicia parte subito all’attacco assestando anche qualche buon colpo alla giapponese. Poco dopo però, l’isterica Alica fa un errore: sbeffeggiare Asuka con degli schiaffetti alla testa. La giappone infatti colpisce duro Alicia e la chiude ben presto nella fujihara armbar facendola cedere dopo poco.

ANALISI: ennesimo squash (ho perso il conto), ma quantomeno la rivale di turno ha fatto qualche mossa. Nessuna mossa da citare.

VOTO: 3

TONY NEESE VS DREW GULAK VS MUSTAFÁ ALÌ VS CEDRIC ALEXANDER

RIASSUNTO: Subito gli heel si gettano sui face mettendoli all’angolo e unendosi nel pestaggio. I due ben presto però vengono colpiti da un dropkick e un calcione e finiscono fuori dal ring. Ora dovranno vedersela i due amici Alì e Alexander che si studiano con un paio di mosse e contromosse volanti facendo presagire che saranno loro due i veri protagonisti del match e che puntano alla vittoria del match.  Nese e Gulak però si tirano fuori Mustafa Alì e cominciano a pestarlo. Alexander allora prova ad avventarsi su Drew Gulak ma Nese arriva poco dopo e in due cominciano a pestare anche Cedric. Nese allora vuole andare dalla terza corda ma Gulak sembra volerglielo vietare! I due allora cominciano a discutere stupidamente, distraendosi dal loro comune avversario e subendo un crossbody da parte di Mustafa Alì! Alexander allora si scaglia contro Gulak colpendolo con un calcione e poi con una DDT. Ritorna però Tony Nese che connette un big punch ma viene colpito a sua volta da Mustafa Alì che quasi contemporaneamente subisce un braccio teso da parte di Drew Gulak che sembra l’unico rimasto in piedi e questa sembra essere una brutta notizia dato che dal paletto Alexander connette un bellissimo dropkick che lo stende. Alexander allora prova la mossa di sottomissione e poi colpisce Gulak con un ottimo calcio volante e va per il conteggio: 1..2..interviene Alì che salva tutto! Alexander sembra prendersela però per l’intervento dell’amico e i due cominciano a darsela di santa ragione arrivando poi vicino al paletto dove Alì connette un bellissimo mindblowin ma poi diventa vittima di Tony Nese che rientra nel ring e comincia a colpirlo. Il match arriva nella sua fase clou e Nese tira fuori da una brutta situazione Drew Gulak finendo però vittima di Cedric Alexander che connette il suo lumbor check! Alexander colpisce con la medesima mossa anche Mustafa Alì e va per il conteggio. Tuttavia Gulak torna sul ring, lo scaraventa fuori e si avventa su Alì ottenendo un incredibile conto di 3!

ANALISI: gran bel match, con molti ‘highlights’, tra cui voglio menzionare la senton oltre la terza corda di cedric e la super c4 di Alì, capolavoro.

VOTO: 7,5

DEAN AMBROSE E SETH ROLLINS VS SHEAMUS E CESARO per i TITOLI DI COPPIA

RIASSUNTO: Cesaro e Ambrose cominciano a darsi battaglia mentre un’immagine ci mostra Reigns che segue il match da dietro le quinte. Dean si becca subito una spallata e Cesaro può dare già il cambio per Sheamus e carica Ambrose che però si sposta e lo fa schiantare contro il paletto. Cambio anche nell’altra squadra: invece no, Cesaro colpisce infatti Rollins proprio al momento del cambio che non avviene e Ambrose viene chiuso nell’angolo avversario a prendere botte. Sheamus sistema Ambrose sul paletto, ma il Lunatic Fringe riesce a scappare e a dare il cambio a Rollins che entra e colpisce sia Cesaro che Sheamus e prova il conteggio ottenendo un semplice conto di 2. I due Heel però si riprendono e cominciano a pestare Rollins che viene chiuso tatticamente nel loro angolo. Sheamus dà il cambio a Cesaro che esegue un suplex e prova il conteggio ottenendo solo un due. I campioni in carica però sembrano stare meglio e riescono a cambiare con più frequenza. Entra infatti Sheamus che prova a chiudere Rollins in un armbar, ma Rollins reagisce assestandogli una DDT e trascinandosi verso Ambrose per dargli il cambio. Sheamus però è più lesto e dà il cambio a Cesaro che entra ed evita che Rollins cambi con Ambrose. I due ora sono a centro ring e lottano di spalla per evitare l’uno all’altro di andare nei loro rispetti angoli per il tag. Cesaro si scoccia però e colpisce in contro tempo, colpendo Ambrose e facendolo cadere. Rollins allora arriva all’angolo ma non trova il suo compagno, capendo che lo sforzo è stato vano. Sheamus allora colpisce Seth, ma questo si libera e finalmente riesce a cambiare per Ambrose che entra e stende con un braccio teso lo scozzese. Cesaro però è sulla terza corda e connette un crossbody su Dean cercando la chiusura e trovando solo il conto di 2. Ambrose ancora in difficoltà cambia per Rollins che entra e connette finalmente il suo High Knee lift! Sheamus però trascina fuori Cesaro, sale sul ring e comincia a infierire su Rollins con l’arbitro che chiama la squalifica! Sheamus e Cesaro si fanno squalificare e contenti prendono i titoli e si dirigono verso l’apron. Ad interromperli ci pensa però Kurt Angle che gli dice di tornare indietro, poichè questo match è da adesso un no disqualification! Cesaro e Sheamus provati tornano allora nel ring, ma non fanno in tempo perchè vengono colpiti dalla suicide dive dei loro avversari. Sul ring allora braccio teso di Ambrose e Splash dal paletto di Rollins che va per la chiusura: 1..2..solo 2 ! I due ci riprovano ma attenzione! arriva Samoa Joe che attacca Rollins e Ambrose! Joe attacca lo Shield! Roman Reigns arriva di corsa dallo stage e cerca di rincorrere Joe. Sheamus e Cesaro approfittano della situazione e chiudono rapidamente con un conto di 3 su Ambrose dopo un brogue kick del guerriero celtico.

ANALISI: buonissima contesa, come sempre è avvenuto tra questi due team. Tante le mosse d’impatto, tra le quali voglio premiare l’irish course ribaltata in ddt e il superplex seguito dal falcon arrow, entrambi di un seth rollins in grande spolvero.

VOTO: 7

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: puntata decisamente godibile, danneggiata solamente dall’ormai abituale squash di Asuka e l’inutile Dallas vs Balor. Seconda prova consecutiva ottima per Reigns e altrettanto per i cruiser, trasformatisi in punta di diamante dello show.

Raw se l’è cavata, ma poteva fare meglio. Questo errore potrebbe costare la terza sconfitta di fila, sarà così? Vediamo cosa farà Smackdown!

SMACKDOWN

NEW DAY (KOFI KINGSTON e BIG E) VS RUSEV e AIDEN ENGLISH

RIASSUNTO: Sul ring vediamo Rusev che aspetta insieme a Aiden English. English inizia a intonare una canzone riguardo ai 12 giorni di Rusev per Natale, ma viene interrotto dalla musica dei New Day, che fanno il loro ingresso sul ring. A dare inizio al match sono English e Big E, mentre Xavier Woods osserva da bordo ring con Francesca, il suo adorato trombone. Big E sembra avere la meglio su English e lo sbatte al tappeto. Kofi Kingston ottiene il cambio e tenta lo schienamento su English, ma solo conto di 2. English contrattacca, ma subisce un boot nell’angolo. Springboard crossbody di Kofi e tentativo di schienamento, ma di nuovo solo conto di 2. L’attacco di Kofi si fa molto più offensivo. Kingston va per eseguire un Bloom Drop, ma viene fermato da Rusev. Rusev e English si ricompattano fuori dal ring, mentre i New Day si prendono gioco di loro dal ring. Lo show va di nuovo in pausa. Tornati dal break, English ha atterrato Kofi. Rusev ottiene il cambio.  Kofi prova a contrattaccare l’offensiva del bulgaro, ma senza successo. Big E e English ottengono il cambio dai loro partner nello stesso momento. Big E carica English con diversi throw e suplex. Big E esegue il suo balletto e poi corre alle corde per eseguire il big splash. Big E viene inneggiato dal pubblico e va per eseguire il suo Big Ending, ma viene colpito da English. Rusev ottiene il cambio, ma Big E realizza un big slam e tenta lo schienamento, ma solo conto di 2. Tag a Kofi, ma Rusev trascina Big E fuori dal ring e lo manda a sbattere contro i gradoni di acciaio. Kofi salta dalle corde, atterrando Rusev fuori dal ring. Quindi, Kofi calcia English sull’apron, prima di eseguire uno springboard sul ring, ma Rusev abbassa una corda facendo atterrare male il membro dei New Day. Rusev rifila un big kick dietro al collo di Kingston, trovando la vittoria.

ANALISI: ottimo incontro, con i new day sempre sul pezzo e la bella sorpresa rusev-english. Gli highlights li strappa tutti kofi, con il suo jumping stomp in piedi e il magnifico volo oltre le corde.

VOTO: 7

THE BLUDGEON BROTHERS VS ADAM JAMES e JOSH CARS

RIASSUNTO: Rowan inizia ad affrontare uno dei due e lo atterra con un calcio. Harper fa cadere l’altro dall’apron e poi gli rifila una  clothesline fuori dal ring. I Bludgeon Brothers riportano gli avversari sul ring e colpiscono in coppia l’uomo legale. Powerslam di Rowan. Quindi, Rowan solleva Harper e lo manda a sbattere contro l’uomo legale. Scambio di tag tra i Bludgeon Brothers che eseguono un altro attacco di coppia, trovando una veloce vittoria.

ANALISI: squash, ma ben eseguito, come i precedenti. Carina la body slam di Rowan su Harper che finisce sull’avversario.

VOTO: 5

CHARLOTTE FLAIR VS TAMINA

RIASSUNTO: Il match inizia con uno scambio di colpi. Charlotte atterra Tamina e tenta di schienarla, ma solo conto di 2. Tamina contrattacca e spedisce Charlotte nell’angolo, ma lei atterra sull’apron. Charlotte combatte dall’apron e colpisce Tamina. Tamina scaglia Charlotte nell’angolo e carica con dei shoulder thrusts. Quindi, Tamina solleva Charlotte e la sbatte di nuovo nell’angolo. Lo show va in pausa. Tornati dalla pausa, Tamina ha ancora il controllo del match. Charlotte si libera da una presa, ma Tamina la atterra, tenta lo schienamento, ma solo conto di 2, mentre Lana osserva da bordo ring e annuisce in segno di approvazione. Charlotte torna in azione con un neckbreaker e diversi chop. La Flair diventa più offensiva e tenta un altro schienamento, ma senza successo. Charlotte evita un Samoan Drop e, quindi, atterra Tamina con un big boot. A questo punto, Charlotte esegue la Figure Four al centro del ring e poi la trasforma in una Figure Eight. Tamina cede quasi subito.

ANALISI: match senza infamia e senza lode, da compitino. Nessuna mossa memorabile.

VOTO: 4,5

BARON CORBIN VS BOBBY ROODE

RIASSUNTO: Ziggler si unisce al commento. Il match inizia con uno scambio di attacchi tra i due. Corbin atterra Roode con un big shoulder e inizia a lavorare su di lui. Roode manda Corbin fuori dal ring. Alcuni fan intonano cori per Roode, ma Corbin riporta l’azione sul ring, quindi tiene Roode a terra facendo un po’ di trash talk. Big Clothesline di Corbin nell’angolo. Roode contrattacca e si libera di una headlock. Quindi, il Glorious One si concentra sul ginocchio di Corbin. Roode carica, ma Corbin lo afferra per una chokeslam, che però viene evitata. Corbin va per eseguire dei boot nell’angolo, ma manca il bersaglio. I due finiscono a terra dopo una collisione tra clothesline. Ziggler sale sul ring per assistere all’azione più da vicino. L’arbitro gli raccomanda di tornare al suo posto, ma Ziggler colpisce Roode con uno Zig Zag, tra i fischi del pubblico.

ANALISI: contesa sufficiente, nulla di più. Di manovre memorabili manco l’ombra.

VOTO: 5,5

SAMI ZAYN VS RANDY ORTON

RIASSUNTO: La campana suona e Orton porta l’azione nell’angolo. I due finiscono fuori dal ring e Orton lancia Sami contro il tavolo di commento, prima di schiantarlo con un backdrop sulle barriere. Quindi, The Viper schianta Zayn sul tavolo di commento, distruggendo un monitor. Sami torna sul ring, ma esce subito nel punto in cui è ammanettato Owens. Orton fa per seguirlo, ma si ferma prima di uscire dal ring e fa un po’ di trash talk. Sami prova ad approfittare della distrazione e cerca di colpirlo alle spalle, ma Orton se ne accorge e lo schianta contro le barriere. Uppercut di Orton, il quale, poi, sbatte Sami contro il tavolo di commento. Parte uno scambio di colpi tra i due. Sami spedisce Orton contro i gradoni e lo riporta sul ring, dove tenta lo schienamento, ma solo conto di 2. Sami esegue alcune prese prima di spedire Orton fuori dal ring, proprio davanti a Owens, che inizia a fare un po’ di trash talk e a prendersi gioco di The Viper. Lo show va in pausa. Tornati dal break, Orton entra in fase offensiva, tra il boato del pubblico. Powerslam di Orton. Sami esce dal ring per rifiatare e guarda sotto al ring in cerca di un’arma, ma Orton lo colpisce. Sami colpisce Orton e afferra un paio di tenaglie da sotto al ring. Quindi, Sami prova a tagliare le manette che intrappolano Owens, ma viene fermato da Orton che lo atterra, per poi spedire Owens a sbattere di faccia contro un paletto. Sami colpisce Orton da dietro e lo riporta sul ring, mentre Owens è ancora ammanettato. Sami sale sulla terza corda, ma impiega troppo tempo e viene colpito da Orton. Dal pubblico si alzano cori “RKO!”. Orton sale sulla corda per eseguire un big superplex e schianta Zayn al tappeto. Ora, vediamo Owens che usa le tenaglie, e viene schiantato a terra da Orton, nell’attimo preciso in cui si è liberato. Draping DDT di Orton su Zayn, tra il boato del pubblico. Owens arriva dall’apron, ma Orton lo colpisce con un calcio e si prepara per un’altra draping DDT, ma Sami arriva ed esegue un roll up su Orton, trovando un conto di 2. Sami evita una RKO, ma sbaglia un helluva kick nell’angolo. Roll up di Orton su Zayn, che gli vale la vittoria.

ANALISI: tante mazzate e poco wrestling, ma comunque match apprezzabile. La mossa migliore è senza dubbio il superplex di Orton, sempre eseguito magistralmente.

VOTO: 7

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: sufficienza risicata per lo show blu, con più della metà dei match non all’altezza. In compenso ottimi il main event e il match di coppia.

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Asuka vs Alicia Fox. BASTA BASTA BASTA squash di Asuka! Che le diano una vera rivale e faccia un vero match!

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Roman Reigns vs Jason Jordan. Tante le contese che avrebbero meritato la vittoria, ma ho scelto questa per premiare la grande prova del figlio illegittimo di Angle e in parte di Reigns.

CONCLUSIONI: Raw batte smackdown, seppur di poco. Entrambi gli show in chiaroscuro, ottimi match come match anonimi.

E anche per oggi abbiamo finito cari lettori e care lettrici! Come sempre aspetto con ansia di leggere i vostri commenti e intanto vi do appuntamento a settimana prossima! Buon wrestling a tutti!

Comments

Commenta questo post