Brand War: Wrestling Matter #36

Benvenuti fidati lettori di Spazio Wrestling a questo nuovo numero di Brand war post-royal rumble! Gli atleti dei due show saranno carichi o risentiranno dell’impegno domenicale? Lo scopriremo insieme analizzando tutti i match!

RAW

BRAUN STROWMAN VS KANE (LAST MAN STANDING MATCH)

RIASSUNTO: I due cominciano una scazzottata ma Strowman prende subito il sopravvento e lancia Kane tra il pubblico e le barricate, cominciando a colpirlo ripetutamente con una sedia, infrangendolo forte contro le barricate e tirandogli addosso delle grandi casse. Kane sembra in balia del suo avversario che sembra non avere intenzione di andarci leggero. Strowman continua ad inveire con una sedia su Kane, poi lo porta sotto il tavolo dei commentatori, lo sistema e attenzione! Strowman sta provando ad alzare l’intero palchetto col tavolo dei commentatori per buttarlo addosso a Kane! Strowman sembra non volerne sapere di ragione e travolge Kane con il palchetto e col tavolo dei commentatori! Incredibile la violenza di Strowman! I medici accorrono subito sull apron e il match finisce perché Kane è completamente fuorigioco!

ANALISI: rissone ignorante e pure poco intrattenente, compreso il finale irrealistico.

VOTO: 3

ELIAS VS WOKEN HARDY

RIASSUNTO: Clinch tra i due con Hardy che parte poi con una serie di pugni e con Elias che reagisce poco dopo con una presa di sottomissione. Hardy però non ci sta è rifila ad Elias un bodyslam e continuando ad infierire con pugni e schiaffi. Elias si riprende però e colpisce Hardy con un forte braccio teso, poi prende in consegna il braccio destro di Hardy e glielo sbatte ripetutamente contro il paletto, tentando di infortunare il suo avversario. Elias continua con una sottomissione sul braccio di Matt che però reagisce e lo colpisce con uno spezzaschiena e un elbow dal paletto che lo colpisce in pieno e lo prepara per la sua side effect! Hardy chiama allora la Twist of Fate ma attenzione, interferenza di Bray Wyatt che però non sembra essere nei dintorni. Hardy si guarda intorno e si distrae ed Elias ne approfitta colpendolo prima con un forte boot e poi chiudendo con la drifted away.

ANALISI: match lento e abbastanza noioso, però comunque non condannabile del tutto perché il lottato c’è stato.

VOTO: 5,5

THE MIZ VS ROMAN REIGNS

RIASSUNTO: Roman Reigns parte subito forte e colpisce The Miz giusto in pieno con un forte pugno. Miz prova l’offensiva con delle chop, ma sembrano non scalfire Reigns che colpisce con un violento braccio teso The Miz, buttandolo fuori dal ring. Miz viene allora raggiunto e sbattuto contro i gradoni d’acciaio e poi riportato sul ring, dove è colpito da un altro braccio teso. Il Miztourage pare voler intervenire e allora Roman Reigns si arma di una sedie e prova a inseguirli. I due se la danno a gambe e Reigns torna verso il ring, sembrando voler colpire The Miz con la sedia ma su invito dell’arbitro, che lo avvisa di squalifica, pare rinsavire, cambiare idea e lasciare la sedia. Tutta questa indecisione però ha fatto riprendere The Miz, che lesto, lancia Roman contro il paletto. Miz allora pare ora in controllo su Roman, che resta ancora intontito dalla botta. Miz continua a colpirlo e prova una presa, trovando però la reazione di Reigns che lo alza e lo abbatte con un Samoan Drop! I due affaticati si riprendono a centro ring e partono con una serie di pugni, con Roman che va in vantaggio grazie a due clothesline prima e poi a una serie di bracci tesi all’angolo che gli permettono di colpire Miz anche con un Big Boot e di preparare la spear. Roman tenta allora quest’ultima ma Miz all’ultimo la schiva e colpisce con una contromossa Roman alla gamba e chiudendolo poi in una figure 4 leg lock che fa soffrire il samoano. Miz prova allora il tutto per tutto ma Roman, che è troppo lontano dalle corde, decide che più che liberarsi deve ribaltarla, e infatti girandosi cambia la pressione della mossa su The Miz, che ora sembra in difficoltà. Fortunatamente per lui riesce ad arrivare dopo un po’ alle corde e Reigns è costretto a lasciare la presa. Miz ora viene lanciato contro le corde e prova un roll up. Roman però non ci sta e lo ribalta alzando The Miz con la forza e colpendolo con una sit down powerbomb! Reigns prova il conteggio, 1..2..No! Miz è ancora nel match! Miz allora si alza e prova a togliere una copertura dal paletto. L’arbitro però se ne accorge e gli intima di allontanarsi, Roman a sua volta se ne accorge e tenta l’aggressione ma viene anch’egli fermato dall’arbitro che lo fa distrarre e Miz colpisce agli occhi con le dite Roman e connette la Skull Crushing finale! Miz va per la chiusura: 1..2..quasi 3! Incredibile colpo di reni di Reigns, che si salva! Ottimo match fino ad ora! Roman allora si rialza, Miz prova a lanciarlo alle corde ma Superman Punch! Roman va per lo schienamento ma Miz si salva ancora! Incredibile che match al cardiopalma! Intanto Axel e Dallas sono tornati a bordo ring e provano a intervenire: Roman però colpisce Axel con il superman punch e connnette la spear su Bo Dallas! Miz però è lesto e tenta il roll up improvviso : 1..2..3!

ANALISI: match al livello del precedente, quindi molto buono. Gli highlights sono il placcaggio alla gamba di Miz sulla spear di Reigns e la powerbomb dal roll up eseguita dal mastino.

VOTO: 7

THE REVIVAL VS HEATH SLATER E RHYNO

RIASSUNTO: Sul ring cominciano Slater e Wilder con Heath, che parte col piglio giusto riuscendo a mettere in fuga il suo avversario con un braccio teso. Wilder cambia allora per Dawson che entra e comincia il suo controllo su Slater, cambiando continuamente tag col suo compagno e lasciando Slater sotto i loro colpi. Heath però ha uno scatto e riesce a dare al cambio a Rhyno che entra e fa piazza pulita, colpisce Wilder con uno spezzaschiena e poi vola dal paletto con una spallata. Il pubblico di Philadelphia ovviamente fa un gran tifo per Rhyno, inneggiando all’ECW! Rhyno allora prova a chiamare il gore ma Dawson e Wilder si riorganizzano, si sbarazzano di Slater e connettono la Shutter Machine, chiudendo la contesa.

ANALISI: match solido, seppur senza picchi di wrestling.

VOTO: 6

ASUKA VS SASHA BANKS

RIASSUNTO: Serie di clinch e di roll up delle due che fanno così la loro fase di studio senza esporsi mai troppo. Asuka colpisce però Sasha con una spallata, mandandola al tappeto. Sasha però è lesta e prova la armbar su Asuka, che si libera e lancia la Banks contro il paletto e poi fuori dal ring. Asuka però soffre un ritorno di Sasha che la colpisce con una doppia ginocchiata e poi prova il conteggio, trovandolo però di solo 2. Sasha pare controllare e colpisce Asuka prima con una ginocchiata e poi con una mossa di sottomissione che non va secondo i suoi piani. Sasha allora pecca di presunzione e schiaffeggia Asuka in aria di sfida, facendola arrabbiare e scatenando la sua ira che si riversa su Sasha sotto forma di bracci tesi e gomitate veloci; tuttavia Asuka lancia contro le corde la Banks che però trova il piglio e prova la banks statment. Asuka sembra ora in difficoltà ma riesce a uscire dalla presa. Sasha allora spinge Asuka fuori dal ring e carica il suicide dive!! Sasha vola fuori ma viene intercettata da Asuka che la colpisce con un calcio al volto al volo, facendola cadere davvero in modo brutto! Brutta caduta per Sasha che viene spedita sul ring da Asuka che le assesta una ginocchiata e poi dal paletto un missile dropkick! Prova il conteggio 1…2…NO! Asuka è ancora viva! Sasha però è ancora on fire e colpisce Asuka con una double knee dal paletto, provando il conteggio e trovando ancora un conto di 2. Sasha prova allora la banks statment che però viene ribaltata da Asuka nella Asuka Lock! Sasha in difficoltà! sembra non farcela! Eh si, Sasha Banks alla fine cede!

ANALISI: ottimo match, quasi da ppv! Questa è la women’s revolution! Anche il finale è stato ben congegnato ed eseguito. Molte le mosse apprezzabili, per Sasha la meteora dall’apron e l’headscissor trasformata in bank statement, mentre per Asuka l’enziguri a intercettare il suicide dive della banks e l’hip attack con la rivale sull’apron.

VOTO: 7,5

THE BAR VS TITUS WORLDWIDE

RIASSUNTO: Apollo e Sheamus partono sul ring, con il primo che tenta subito due Roll Up, mandando in crisi Sheamus, che pare ancora provato dal record negativo messo alla Rumble per essersi fatto eliminare dopo pochi secondi da Heat Slater. Cesaro però lo rincuora e allora i due possono ripartire ma Apollo rifila un dropkick a Sheamus e cambia per Titus.
Titus attacca Sheamus e lo colpisce con un Uppercut e pare essere in controllo fino almeno a che Sheamus e Cesaro non cambiano in modo lesto e fortutito e Titus non pare essersi accorto che è Cesaro l’uomo regolare nel quadrato e viene colto alla sprovvista da un braccio teso. I due continuano a infierire su Apollo che perè reagisce e colpisce Cesaro con un braccio teso, cambiando per Apollo che entra e fa piazza pulita con un crossbody dal paletto, prova poi il lion sault ma Sheamus evita una prima volta, non una seconda. Apollo prova il conteggio ma solo 2 grazie all’intervento di Cesaro. Titus intanto viene messo fuori gioco e Sheamus e Cesaro allora prendono in consegna Apollo e dopo una mossa di coppia chiudono la contesa col conto di 3.

ANALISI: buona contesa, con gli sfidanti che si rivelano più tenaci del previsto. Gli standing moonsault di Crews sono le perle dell’incontro.

VOTO: 6,5

FINN BALOR VS JOHN CENA

RIASSUNTO: I due partono con diverse serie di prese e poi con Cena che tenta un armbar su Balor che però si libera poco dopo e prova un veloce roll up, trovando il solo conto di 2. I due ci provano allora con una prova di forza e tra i due, il netto vincitore sembra Cena che poi solleva Balor in una powerslam e prova il conteggio: 2.
Cena allora lancia Finn contro il paletto che finalmente ha una reazione e colpisce Cena con un double stomp. Cena però ha un ritorno, colpisce Balor con un braccio teso e lo sistema a centro ring. Cena prova allora la five knukle shuffle ma Balor la evita all’ultimo minuto e prova lo schienamento ottenendo uno scontato 2. Cena prova allora la F. U. ma Balor reagisce con un pelè kick ma non basta, Cena lo colpisce prima con il braccio teso e poi con la sua FU! 1..2..no! Balor è ancora nel match! Cena allora va dal paletto ma viene raggiunto da Balor e colpito da un suo dropkick nell’angolo. Balor va allora dal paletto e prova la coup de grace ma Cena si scansa e prova la STF con Balor che a fatica riesce però ad arrivare alle corde. Finn allora colpisce Cena e prova ad andare dal paletto per la coup de grace. Cena però è veloce, lo raggiunge e lo carica in spalla: FU dal paletto e 1..2..3! Cena vince e si qualifica per l’elimination Chamber!

ANALISI: grande match, che mostra il potenziale di questi due in ppv. Molti scambi interessanti e finale d’effetto.

VOTO: 7,5

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: sufficienza piena, che in realtà sarebbe stata più larga senza il disastro del last man standing match e la mediocrità di quello hardy vs Elias. Capolavori main event e match femminile, il resto solido, con menzione d’onore per il match intercontinentale.

Raw è andato bene, seppur con qualche difetto. Smackdown ne approfitterà? Vediamolo subito!

SMACKDOWN

KOFI KINGSTON VS JINDER MAHAL VS RUSEV VS ZACK RYDER

RIASSUNTO: Jinder attacca Kofi, mentre Rusev affronta Ryder. Jinder atterra Kofi, mentre Rusev ha il controllo fuori dal ring. Ryder atterra Rusev e va sul ring per spedire fuori Jinder. Il WWE United States Champion Bobby Roode si è unito al tavolo di commento con Tom Phillips, Corey Graves e Byron Saxton. Big E sta lanciando pancakes dapprtutto. Rusev sale sul ring e affronta Ryder, mentre Kofi affronta Jinder. Kofi atterra Rusev con un dropkick, ma Ryder arriva da dietro e atterra Kofi per un tentativo di schienamento che viene interrotto da Jinder Mahal. Ora si affrontano Ryder e Mahal. Clothesline di Ryder che spedisce fuori dal ring Jinder Mahal. Ryder esegue un dropkick e schianta Mahal con la schiena sul tavolo di commento. Kofi esegue un dive e atterra Ryder e Mahal. Rusev è sul ring ora. Rusev corre alle corde, ma viene afferrato alla gamba da Sunil Singh, tra i fischi del pubblico. Aiden English arriva e afferra Singh, spingendolo addosso a Big E e Woods. I pancake cadono a terra e Big E non è contento. L’arbitro espelle Woods, Big E, Singh e English da bordo ring. Lo show va in pausa. Torniamo dal break, e Jinder atterra prima Kofi e poi Rusev. Rusev viene fatto sbattere contro un paletto del ring. Jinder torna sul ring e atterra Ryder per un conto di 2. Jinder tiene Ryder a terra con le ginocchia. Rusev torna sul ring, ma viene colpito da Jinder. Rusev atterra l’indiano due volte con un paio di calci. Rusev carica nell’angolo e spedisce Mahal fuori dal ring. Rusev si scaglia contro Ryder nell’angolo. Ryder con un missile dropkick dalla terza corda. Broski Boot di Ryder. Arriva Mahal ed esegue un superkick su Ryder, schienandolo e trovando il conto di 2. Jinder trova, poi, il conto di 2 su Rusev. Kofi accorre e atterra Jinder e Rusev. Kofi con un Boom Drop su Jinder. Kofi con un SOS su Ryder, per uno schienamento che viene interrotto da Mahal. Clothesline di Jinder su Ryder. Rusev spedisce Mahal fuori dal ring. Quindi, sbatte Kofi su Ryder e va per eseguire la Accolade, ma Jinder arriva con un roll-up e trova il conto di 2. Mahal atterra Rusev con un knee al volto. Mahal afferra Rusev per la Khallas, ma viene neutralizzata. Ryder carica ed esegue un Rough Ryder su Mahal. Rusev con un big superkick su Ryder. Kofi manca un Trouble In Paradise e un SOS su Rusev. Rusev intrappola Kofi in una Accolade conquistando la vittoria e la title shot.

ANALISI: buonissima contesa, con tutti gli atleti che fanno la loro parte egregiamente. Bello il concitato finale. Il volo verso l’esterno oltre la terza corda di kofi è l’highlight del match.

VOTO: 7

THE BLUDGEON BROTHERS VS LOCAL COMPETITORS

RIASSUNTO: i Bludgeon Brothers sono sul ring con due atleti locali che non vengono nemmeno nominati. Rowan e Harper distruggono i due con veloci cambi e mosse poderose, trovando un’altra veloce e facile vittoria.

ANALISI: buon squash, ma pur sempre uno squash…a quando un match vero per gli ex membri della family.

VOTO: 4,5

SHELTON BENJAMIN E CHAD GABLE VS BREEZANGO

RIASSUNTO: a dare inizio al match sono Shelton Benjamin e Fandango. Fandango prova a lottare, ma Shelton lo intrappola in uno Spinebuster. Gable ottiene il cambio per un veloce attacco di coppia. Gable tenta lo schienamento su Fandango. Fandango mantiene il controllo fino a quando Gable scivola fuori dal ring e trascina Tyler Breeze giù dall’apron. Gable torna sul ring, ma Fandango tenta lo schienamento e trova il conto di 2. Gable si rigira e tiene Fandango a terra con il braccio. Fandango combatte e tenta un altro schienamento. Breeze ottiene il cambio e sferra un dropkick a Gable. Shelton arriva, ma Breeze lo scalcia via. Breeze colpisce Gable nell’angolo. Shelton ottiene il cambio, ma Breeze non lo vede. Gabme atterra Fandango fuori dal ring con un crossbody. Breeze e Shelton si affrontano. Shelton neutralizza una mossa e solleva Breeze in posizione da powerbomb, mentre Gable sale sulla terza corda. Gable salta e fa cadere Breeze dalle spalle di Shelton. Shelton lo schiena trovando la vittoria.

ANALISI: match sopra le mie aspettative, ma comunque non sufficiente. Peccato, perché a livello di wrestling il potenziale c’è.

VOTO: 5,5

TYE DILLINGER VS BARON CORBIN

RIASSUNTO: Tye rifila un calcio allo stomaco a Corbin. I due vanno fuori dal ring e Tye carica, spedendo Corbin contro la barriera. Tye corre e salra dai gradoni, atterrando Corbin. Tye mantiene il controllo e torna sul ring, ma Corbin lo colpisce con un knee. Corbin colpisce Dillinger con un big running splash nell’angolo. Tye finisce fuori dal ring, mentre Corbin si erge vittorioso sul ring. Lo show va in pausa. Tornati dal break, Corbin ha atterrato Tyse sul ring. Tye controbatte con un’offensiva. Tye blocca un knee ed esegue un bicycle kick. Tye atterra Corbin al centro del ring. Corbin blocca un Tye Breaker. Corbin atterra Tye con un big shot alla schiena. Corbin con un chokeslam backbreaker. Corbin esegue la End of Days per trovare la vittoria.

ANALISI: match senza infamia e senza lode, comunque sufficiente.

VOTO: 6

SHINSUKE NAKAMURA E AJ STYLES VS KEVIN OWENS E SAMI ZAYN

RIASSUNTO: a dare inizio al match sono Kevin Owens e AJ. AJ riceve un upperhand e Owens dà il cambio a Sami Zayn. E anche Shinsuke Nakamura ottiene il cambio. Nakamura carica su Sami e lo spedisce nell’angolo. AJ ottiene il cambio e mantiene il controllo su Sami, poi esegue un dropkick. AJ affronta Sami nell’angolo e arriva Nakamura. Sami spedisce il giapponese nell’angolo opposto così che Owens possa ottenere il cambio. Owens distrae l’arbitro, permettendo a Sami di colpire Nakamura con uno cheap shot. Sami ottiene il cambio e tiene Nakamura nel loro angolo. Owens ottiene il cambio e attacca Nakamura nell’angolo. Nakamura atterra Owens con un forearm. Nakamura spedisce Owens al tappeto. Arriva Sami, ma viene spedito fuori dal ring. Owens chiede a Sami cosa stia facendo. Owens atterra Nakamura con una clothesline e tenta lo schienamento, ma solo conto di 2. Nakamura combatte e spedisce Owens fuori dal ring. Sami and Owens discutono a bordo ring. Sami percorre la rampa e sembra stia per abbandonare il match. Lo show va in pausa. Torniamo sul ring e Owens ha atterrato AJ. AJ assume il controllo e esegue un forearm. Owens neutralizza una mossa, ma AJ lo schiena, trovando il conto di 2 su interruzione di Sami. Sami ottiene il cambio ed esegue un backdrop e tenta lo schienamento. Owens continua a chiedere il cambio. Sami glielo dà e tra i due continua la tensione. Owens realizza un sentone trova il conto di 2 su AJ. Sami e Owens continuano a litigare. AJ arriva da dietro e spinge Owens addosso a Sami. AJ trova il conto di 2 su Sami. Sami dice che ora tocca a Owens e se ne va. AJ colpisce Owens con uno springboard, ma Owens lo colpisce con un Gutbuster al ginocchio. Owens con un big elbow drop trova il conto di 2. AJ blocca una Pop-Up Powerbomb e realizza un pele kick. Nakamura ottiene il cambio e carica Owens con dei calci. Nakamura si prepara per la Kinshasa, ma Owens prova a fermarlo. AJ ferma Owens e Nakamura riesce a eseguire la Kinshasa per la vittoria.

ANALISI: match carino, ma rovinato dal litigio dei Kemi, altrimenti sarebbe potuto essere molto migliore. L’elbow drop con rimbalzo sulle corde di Owens è la mossa più bella della contesa.

VOTO: 6,5

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: sufficienza risicatissima, non del tutto meritata. Il buon fatal for way e il discreto main event sono troppo poco.

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Braun Strowman vs Kane. Da un last man standing non ci si può aspettare del gran wrestling, ma almeno intrattenimento sì e qui nemmeno quello c’è stato.

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Asuka vs Sasha Banks. Finalmente, dopo molto, troppo tempo, un gran incontro femminile. Citazione dovuta anche a Balor vs Cena.

CONCLUSIONI: Raw fa bene, ma commette qualche sbaglio, Smackdown da compitino. Il risultato? Vince Raw, di misura, ma noi spettatori perdiamo perché nessuno dei due show è stato del tutto positivo.

E con questo è tutto amici! Fatemi sapere se siete pessimisti come me o se avete apprezzato le due puntate. Appuntamento, come sempre, a mercoledì prossimo! Il vostro Matteo Traversa vi saluta!

Comments

Commenta questo post