Bully Ray sulla sua disputa con Randy Orton

Bully Ray è apparso su Busted Open Radio per una nuova intervista sul suo scambio con Randy Orton a proposito della foto sul ‘tuffo’ che ha postato che faceva riferimento ai commenti di Rip Rodgers sulla scena Indy. Ecco di seguito alcuni punti salienti:

Sulla risposta di Orton su Twitter alla sua foto del ‘tuffo’:

La parte dove Orton mi ha twittato è quando le cose sono degenerate e io non capisco. Perché questo è il punto, la diatriba di cui hai appena letto, qualcuno me l’ha scritto due giorni fa e io non l’ho letto. Non l’ho letto dal Twitter di Rip Rodgers o da quello di Randy Orton o da dovunque venisse, perché non seguo nessuno di loro. Quando l’ho letto ho pensato che fosse divertente, ho visto l’ultima parola e diceva ‘tuffo’. Ero così ‘oh ho questa foto di me che volo’. Ridevo dicendo a me stesso ‘sembro l’Hindenburg che precipita’. Mi stavo prendendo in giro da solo. Non avevo idea delle questioni degli altri, ma immagino che sia stata una coincidenza. Non aveva nulla a che fare con Rip Rodgers. Infatti, se vai indietro di un mese fa, puoi vedere che su Twitter io e Rip Rodgers abbiamo avuto uno scambio positivo, dove eravamo d’accordo quasi il 100% delle volte quando si parlava di wrestling e della psicologia del wrestling, e del mantra dell’old school. Rip Rodgers è arrivato persino a twittare ‘sei sicuro di non essere mio figlio?’ e questo dimostra quanto eravamo dello stesso parere. Quindi non parlerò di Rip Rodgers o lo insulterò. Se avessi parlato di lui, avrei usato il simbolo @, così avrebbe saputo che stavo parlando di lui. Ora, Randy si è inserito in ciò. Se mi fosse riferito a Randy, cosa che non avrei fatto per niente, lo avrei aggiunto. Perché sono un uomo e ti dico se sto parlando di te o se ti sto insultando. Quindi i miei tweet non hanno niente a che fare con loro. Ma sentivo il bisogno di rispondere e l’ho fatto.”

Sul suo tweet su Orton:

E la ragione per cui dico che Randy Orton si è sbagliato di nuovo, è perché io e lui abbiamo una lunga storia. Le persone possono conoscere o no la storia, e io cercherò di fare un riassunto di ciò che è successo. Circa 15 anni fa c’è stato un incontro live tra me e D-Von e Barista e Randy Orton. Era semplicemente uno di quegli incontri che non va nella maniera giusta. Era un incontro sfortunato. Io mi sono fatto male alla schiena, Randy alla spalla e alla gamba, D-Von al tricipite, era una di quelle notti pessime. Quei ragazzi hanno serbato rancore per quella notte, ed è andata avanti per lungo lungo lungo tempo. Andando avanti, dieci anni fa sono tornato in WWE. Io e Randy ci siamo visti e in un istante ci siamo stretti la mano virgola ci siamo abbracciati, ci siamo seduti e abbiamo parlato di ciò che è successo, e nel giro di cinque minuti ci siamo scambiati le scuse. Randy ha detto ‘Mi spiace Bubba, ero giovane, ero in matura, non avrei mai dovuto dire le cose che ho detto su di te’. Io ho detto ‘Randy, dispiace anche a me. Ero un po’ una testa calda i tempi, mi dispiace per qualsiasi cosa che ti abbia gridato dietro’. Abbiamo completamente seppellito l’ascia di guerra. Il mio ultimo anno in WWE con Randy non sarebbe potuto essere migliore. Ci siamo scambiati storie divertenti, abbiamo parlato, abbiamo discusso di fare la super 3-D insieme, è stato un grande periodo. È stata una delle ultime persone a cui ho detto addio in WWE. Abbiamo entrambi espresso quanto fossimo felici di aver seppellito l’ascia di guerra. Lo considero ancora uno dei migliori worker, ok? Quindi non capisco perché abbia dovuto dire quelle cose su di me. Ma sai cosa? Va tutto bene, perché le nostre strade si incroceranno di nuovo”.

Sulle scuse di Orton su Twitter a tutti gli ‘old timers’ che potrebbe aver offeso:

“Ora, ha menzionato gli ‘old timers’, giusto? Quindi probabilmente si riferisce a me come un ‘old timers’, giusto? Bene, ha parlato dei tredici titoli, del denaro e di tutte quelle cose. Si amico, devo concordare con te. Perché il per quanto riguarda il denaro, Randy, ne ho fatto un bel po’ come te. Quindi contare il denaro e guardare il tuo conto in banca è davvero fantastico. Per quanto riguarda i tuoi 13 titoli, la penso come te, perché io ho 24 titoli. Quindi sono sulla tua stessa barca Randy, ti capisco fratello”.

Se i commenti di Randy Orton nascano dalla gelosia per i fans che sono più interessati alle cose fuori dalla WWE:

“Non so se gelosia sia la parola giusta. Non so davvero quale sia la parola giusta. Ecco ciò che so, ho sperimentato entrambi i lati dello specchio e tutto ciò che c’è in mezzo. Ho lottato di fronte a 7 persone al Polish-american club in Piscataway e a 100000 a Wrestlemania, sono stato al Tokyo Dome, al Madison Square Garden, ho fatto main event in tutto il mondo, sono stato in ECW, ROH, TNA, Old Japan, New Japan. Ho visto tutte le differenti promozioni, ho visto tutti i differenti stili, e li ho apprezzati tutti per ciò che valgono. Io capisco quando si tratta di psicologia del wrestling, io capisco quale sia quella perfetta. Ma capisco anche che ci sono differenti generi e che a molte persone piace questo nuovo stile. Come alle persone piacciono film come Fast and Furious. Compri il biglietto di Fast and Furious perché vuoi vedere tutti che si scontrano e bruciano. Non stai pagando perché vuoi investire nella storia. Certe persone vogliono investire nello sport entertainment, e certo in uno sport che intrattiene. È tutto ciò che c’è in mezzo. E penso che sia questo ciò che trovi nel pro-wrestling adesso e non capisco perché le persone se la prendono per 10 tuffi o 20 super calci, perché metà dell’attuale roster WWE è partito da quello stile”.