WWE: Cesaro intervistato da Fox Sports

A Wrestlemania 33 insieme a Shemus ha avuto l’occasione di vincere per la seconda volta i RAW Tag Team Titles, senza riuscirai grazie al ritorno degli Hardy Boyz. A Payabck, Cesaro ritenterà l’assalto ai titoli insieme al suo partner. Nei giorni successivi partirà il tour Europeo della WWE, che toccherà anche l’Italia il 3 e 4 Maggio, rispettivamente a Roma e Bologna.

Cesaro è sembrato molto felice di questo ritorno in Europa e soprattutto in Italia, dove potrà bere il caffè, che in America è difficile trovare.

“Lo adoro. Nessuno lo fa buono come l’Italia. Poi qui mi sento a casa mia, qui sono cresciuto come wrestler nelle federazioni minori. Qui i fan sono molto speciali, passionali. Ci trasmettono anche tanta energia.”

 

Uno dei più tifati sarà anche Enzo Amore, l’italo-americano in cui gli americani vedono lo stereotipo dell’italiano. Cesaro però non è d’accordo e dice:

“Non la penso come loro. Avete stile, vi vestite molto bene e-continua ridendo- bevete caffè.

Rispondendo alla domanda su quale donna porterebbe al suo angolo in un match risponde:

“Sheamus, credo che ne sarebbe felice. Se non si può, allora Natalya.”

Sul ritorno degli Hardy Boyz parla così:

“È fantastico, non ce lo aspettavamo. Da piccolo vedevo i loro match e mi divertivo molto, ed ora è lo stesso. Spero che riusciremo a batterli per tornare in Europa da campioni.”

Su quale sia il momento più importante della sua carriera e su quali siano i suoi piani per il futuro:

“A Wrestlemania 30 è stato fantastico, ma ogni vittoria è importante. Adesso sono determinato a rivincere i titoli con Sheamus, siamo molto determinati. Poi in futuro si vedrà. Ovviamente mi piacerebbe diventare WWE Champion o Universal Champion.”

 

Per adesso, il prossimo obiettivo è Payback, dove cercherà, insieme a Shemus, di diventare campioni di coppia per la seconda volta. In ogni caso, lo rivedremo in Italia, dove dovrà combattere nuovamente per i Tag Team Titles contro gli Hardy Boyz, Enzo & Cass e Luke Gallows & Karl Anderson.

Comments

Commenta questo post