CM Punk, Triple H e Shawn Michaels: Cosa c’è dietro?

CM Punk ha dato l’addio alla WWE anche per colpa di Triple H e Shawn Michaels, che nel backstage della federazione gli facevano la guerra? Questa è una delle tante voci che da tantissimo tempo si susseguono quando si parla dello Straight Edge.

A proposito di tale situazione, ha preso parola, Bruce Prichard, che ha espresso così il suo pensiero: “Non ricordo specifiche conversazioni con Hunter oppure Shawn. Ricordo nel dettaglio invece riunioni con la dirigenza e con la produzione, con commenti sul fatto che Punk non fosse niente di speciale. Gente che non capiva il senso di tutti quei tatuaggi, o quali fossero i suoi obiettivi. E anche qualcuno che sosteneva che non fosse abbastanza grosso per avere successo. Ma questa era l’opinione della produzione, non dei colleghi di Punk”. “A me non è mai capitato di sentire Triple H o Shawn Michaels fare commenti su CM Punk o dire di lui che sembrava il tizio che gli aveva cucinato i waffles la sera prima, ma ad essere sinceri l’opinione tra i dirigenti e i membri della produzione, non tutti ovviamente, era proprio questa.

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club