IL PROTAGONISTA #11: Chi è stata la Superstar migliore del mese di maggio?

Bentornati amici di SpazioWrestling all’appuntamento mensile con la rubrica che seleziona tra i membri dei roster della WWE la Superstar che nell’arco di un mese più si è distinta dalle altre. Io sono Francesco D’Agostino e questo è l’undicesimo appuntamento con IL PROTAGONISTA!
Il mese di maggio non ci ha riservato grandissime sorprese o soddisfazioni a causa di show settimanali abbastanza sottotono e un solo evento in pay-per-view, conseguenza dell’abbandono degli eventi mono-brand che abbiamo visto in sperimentazione lo scorso anno, che non si è rivelato all’altezza delle aspettative che si potevano avere a riguardo.
Nonostante questo calo qualitativo il wrestler che merita di occupare la posizione di migliore del mese sta lavorando davvero alla grande, con match di ottima fattura e costanza e un carisma ritrovato che calamita l’attenzione dello spettatore, altrimenti molto distratto.
Un plauso va dunque al nostro caro Seth Rollins, faro brillante tra i face della compagnia, architetto di buoni incontri sul ring e campione vero pronto a difendere il suo titolo ovunque e contro chiunque ma, soprattutto, sempre!

Dopo l’incredibile regno di The Miz che è arrivato ad un passo dal record assoluto di longevità, l’eredità del titolo Intercontinentale, rinato nel prestigio, doveva essere accolta da un nome capace di portarla avanti con la stessa credibilità. A Wrestlemania 34 le strade, dunque, erano solo tre: continuare ancora con The Miz, affidare il titolo a Finn Bàlor o conferire tale compito a Seth Rollins. La WWE ha alla fine optato per quest’ultima opzione, confermando la fiducia all’atleta che si era trovato senza più un obbiettivo dopo l’infortunio dei suoi due compagni di tag con i quali aveva vinto i titoli di coppia, Ambrose e Jordan, e che sembrava doversi perdere ancora una volta nel nulla cosmico delle storyline proposte.

Il compito è stato perfettamente eseguito da Rollins in questo mese, dapprima sconfiggendo in maniera definitiva The A-Lister in quel di Backlash, costruendo il match più bello e godibile della altrimenti disastrosa serata. La vittoria contro Miz era ovviamente scontata, essendo questo ormai draftato nel roster di SmackDown, ma a stupire è stato più il modo in cui è stata conseguita, con un match fenomenale.
E certamente possiamo individuare la prima motivazione per cui Seth Rollins è il migliore del mese proprio in questa infallibilità nella gestione dei match e delle grandi prestazioni in ring. L’ex architetto dello Shield  è in forma smagliante, forse la migliore mai sfoggiata nella sua carriera in WWE, e ormai i problemi al ginocchio sembrano appartenere solo al passato. Seth è riuscito a brillare in ogni occasione contro ogni avversario, dal preparato The Miz alla macchietta Mojo Rawley, offrendo al pubblico spettacolo.

Anche a ciò va imputata la voglia della federazione di mettere in mostra ogni settimana il proprio campione Intercontinentale, riservando in tre delle quattro puntate di Raw mensili uno spot alla difesa di questo titolo da parte di Rollins con delle open challenge. La costanza con cui la bianca cintura viene messa in palio e puntualmente conservata dal campione non fa altro che innalzare lo status stesso di prestigio del titolo, soprattutto considerando che nel mese di maggio è stato l’unica cintura che si è vista a Raw non essendoci al momento alcuna storyline per il titolo massimo detenuto dall’assenteista Brock Lesnar.
Dal paragone con la bestia, Rollins non può che uscirne rafforzato vista la netta differenza d’impegno che i due dimostrano nei confronti del business.

Bisogna ammettere che la nomina di Rollins a migliore del mese è stata certamente influenzata anche dalla scarsa concorrenza che lo ha avversato in un periodo come questo, quasi del tutto privo di storyline interessanti, fatta salva la rivalità tra Nakamura e Styles. Le qualificazioni al Money in the Bank Ladder Match hanno praticamente monopolizzato Raw nelle ultime settimane e gli scontri tra un anonimo Bobby Lashley e un mal utilizzato Samy Zayn certo non possono lontanamente avvicinarsi all’interesse che invece riesce a creare Seth Rollins.
 E la cosa che rende tutta la situazione ancora più tragica è che Seth attualmente una rivalità ben definita nemmeno ce l’ha!
Infatti ancora non è stato selezionato un avversario per il campione in vista di Money in the Bank, ormai alle porte, e Rollins ha affrontato diversi lottatori nelle sue sfide aperte per il titolo, senza però intrecciare con essi storyline solide che facciano pensare a future rivalità. Quindi il fatto che il Kings Slayer sia risultato migliore del mese nonostante tutto ciò fa capire due cose: il momento noioso che stiamo vivendo e l’estremo talento di Seth nel porsi come personaggio interessante.

Ultime considerazioni: non solo le prestazioni fisiche di Seth sono ormai impeccabili, ma anche la sua interpretazione del personaggio è sempre più credibile e sentita, con un carisma da parte del wrestler che sa calamitare l’attenzione su se stesso. La svolta psicologica presa da Rollins poi nell’ultimo match con Mahal, finito per squalifica dopo che il campione ha colpito l’indiano con una sedia per fermare i suoi mille tentativi di raggiro e per ripagare lo stesso per il torto subito la settimana precedente, è certamente interessante sintomo che fa capire quanto Rollins possa essere un personaggio sí positivo, ma estremamente intrigante nei suoi comportamenti.Risultati immagini per seth rollins intercontinental champion

Per impreziosire definitivamente il tutto ricordiamo l’incredibile dato statistico che ha riguardato Seth Rollins questo mese: il campione ha difeso il suo titolo in ben quattro continenti diversi, grazie ai vari tour che la WWE ha affrontato post Wrestlemania.

Questi sono i motivi che mi hanno spinto a selezionare Rollins come migliore del mese. E voi siete d’accordo con me? Avreste aggiunto altri motivi? Oppure avreste scelto un wrestler diverso? Fatemelo sapere nei commenti!

Francesco D'Agostino

Nato a Cassino, il 2 Giugno 1997, si appassiona al wrestling fin da piccolo, iniziando a seguirlo con assiduità però dal 2010. Editorialista per SpazioWrestling da Maggio 2017, dove scrive il "The Mirror". Wrestler preferito: Seth Rollins.