IL PROTAGONISTA #12- Chi è stata la Superstar migliore del mese di giugno?

Bentornati anche questo mese al nostro consueto appuntamento con IL PROTAGONISTA, dove insieme ci poniamo una semplice ma allo stesso tempo complessa domanda: chi è stata la Superstar che ha avuto il mese migliore in WWE? Cosa ha vinto? Quali sono i suoi meriti?
Dopo un mese di maggio di un piattume imbarazzante, si torna a respirare aria di trepidazione ed attesa grazie ad uno degli eventi in ppv più attesi dai fan: Money in the Bank. Le aspettative sono alte e la carne a fuoco anche, tra ben due valigette messe in palio (una maschile e una femminile per entrambi i roster) e diversi match titolati tra cui spicca anche la prima shot alla cintura femminile di Raw da parte di Ronda Rousey, sfidata personalmente dalla campionessa Nia Jax.
E proprio in questo match va ricercata in questo mese la donna, in questo caso, che più si è distinta dal resto del roster. Dunque chi è la migliore di giugno? Forse Ronda? Forse Nia?
No, la migliore questo mese è Alexa Bliss!

Cosa vi aspettavate? Vincitrice della valigetta del money in the bank femminile e nuova campionessa di raw grazie all’incasso dello stesso contratto vinto pochi minuti prima nella stessa notte: essenzialmente tutto ciò è straordinario!
Certo fare la storia è semplice quando si è la seconda donna a portare la famigerata valigetta con se, quindi non stupisca sapere che è la prima volta in cui un’atleta di sesso femminile incassa la stessa notte in cui ha vinto il contratto. Ci sono però dei meriti che devono essere riconosciuti alla Bliss e al suo incasso.

Prima di tutto, la vittoria di Alexa Bliss nel ladder match femminile era tutto fuorché scontata.
L’ingombrante presenza di Natalya nel match ha calamitato l’attenzione di gran parte del pubblico, facendo credere che alla fine sarebbe stata proprio lei la nuova Miss Money in the Bank. Ciò soprattutto alla luce del rapporto di amicizia che la lega con Ronda Rousey, rapporto che sarebbe stato ottimo da infrangere proprio con un tradimento da parte della canadese che, in caso di vittoria del titolo da parte dell’amica, avrebbe potuto incassare su di lei.
Invece la Bliss, che aveva ceduto il suo titolo proprio a Nia Jax in occasione di Wrestlemania 34, a sorpresa è riuscita a scalare la vetta costituita da altre sette rivali per strappare la valigetta da sotto le loro grinfie.
Che poi tale scelta da parte della federazione sia discutibile, poichè molte altre atlete avrebbero forse potuto trovare maggior giovamento dalla mina vagante della valigetta, mi sembra fuori dubbio. Alexa non è certo la wrestler a cui più serviva tale opportunità, ma non si può nemmeno negare che meriti tutto questo successo.

Finchè è stata campionessa, sia a SmackDown che a Raw, la Bliss ha sempre dato risalto al titolo che portava in vita e alle faide gestite in un determinato momento, sopperendo spesso alle mancanze anche delle altre atlete. Si è dimostrata credibile agli occhi del pubblico come personaggio heel di punta in entrambi i roster femminili, surclassando una fastidiosa Carmella e battendosela alla pari con la Charlotte sprezzante e cinica di qualche tempo fa.

Inoltre la nostra cara Alexa ci ha salvati dalla deludente rivalità fra Ronda e Nia.
La volontà di riproporre una Jax nei panni della “cattivona” a poche settimane dai suoi discorsi contro il bullismo e simili ha costituito un grande non-senso messo in scena dalla federazione. Tutto serviva ovviamente a far sembrare Ronda l’eroina di turno e farla tifare, misura eccessiva ed inutile comunque dato che la regina delle MMA non ha certo bisogno di spinte per farsi apprezzare da chi la guarda.
D’altro canto Nia Jax si è dimostrata inadeguata al ruolo di campionessa, oltre che poco interessante, tutto il contrario di quanto era ed è invece la Bliss.
Preferisco dunque che a contendersi il titolo con la Rousey sia la Goddess, situazione che può giovare ad entrambe le lottatrici e sopratutto, ovviamente, a Ronda.

Vedremo quanto durerà il titolo di Alexa, dato che la possibilità di vederla perdere la cintura in quel di SummerSlam è davvero elevata, se si pensa a quanto Ronda possa essere lanciata in vista dell’evento. D’altronde questo dato di longevità è superfluo, poichè la sua grande vittoria la Bliss già la ha conseguita, cioè quella di essere consacrata come vertice indiscusso tra le donne di Raw e come campionessa e lottatrice su cui continuare a puntare con sicurezza e in qualsiasi momento.
E questi sono meriti che ogni wrestler vorrebbe vedersi riconosciuti.

Questi sono dunque i motivi che mi spingono ad indicare Alexa Bliss come protagonista del mese di giugno per quanto riguarda la WWE.
Ora tocca a voi! Fatemi sapere nei commenti se siete d’accordo con la mia scelta e, nel caso non lo foste, chi avreste designato come migliore del mese!
Grazie per l’attenzione, il prossimo appuntamento ad luglio, con un altro numero de IL PROTAGONISTA!

Francesco D'Agostino

Nato a Cassino, il 2 Giugno 1997, si appassiona al wrestling fin da piccolo, iniziando a seguirlo con assiduità però dal 2010. Editorialista per SpazioWrestling da Maggio 2017, dove scrive il "The Mirror". Wrestler preferito: Seth Rollins.