IL PROTAGONISTA #4

Il Protagoista anche questo mese è pronto a celebrare la superstar che più si è fatta notare nel mese di Luglio. Questa volta tocca ad uno dei più grandi wrestler in circolazione, una vera e propria Star, il Phenomenale AJ Styles.

Questo mese lo abbiamo visto trionfare per ben due volte su Kevin Owens, strappandogli ogni volta lo United States Championship, cosa da non poco, considerando l’avversario che sicuramente non è uno che si fa schienare con facilità.

Ripercorrendo la carriere di Aj Styles ci sarebbe da scrivere un intero libro, considerando che ha iniziato la carriera nella vecchia WCW e nel corso degli anni ha trionfato in tutte le maggiori federazioni di wrestling al mondo, dalla TNA alla RHO, dalla NJPW all’attuale WWE. Quindi siamo tutti consapevoli che questo nuovo Protagonista, lo sia a tutti gli effetti, anche perchè se gli è stato attribuito il sopranome di Phenomenale ci sarà un motivo.

Da quando è approdato in WWE la sua carriera ha preso letteralmente il volo. Ha debuttato nel Royal Rumble Match entrando con il numero 3 e da subito si era capito che uno come lui nella federazione mancava. Successivamente ha intrapreso un rapporto di odio e amore con Chris Jericho. I due si sono affrontati più volte, ma poi hanno creato anche un tag team chiamato “Y2AJ”, durato poco a causa del tradimento di Jericho, infine hanno terminato il loro feud a WrestleMania 32, dove però il Phenomenale è uscito sconfitto nel suo match di debutto a WrestleMania. Da lì a poco inizierà un nuovo feud con il volto della WWE e del wrestling mondiale, John Cena. I due si affronteranno a Summerslam, in un match molto intenso e agguerrito, che ha visto trionfare AJ Styles, che con uno Styles Clash e un Phenomenal Forearm, riesce a schienare Cena. Questa vittoria è stata quella che forse ha consacrato AJ definitivamente, il quale in poco più di sei mesi dal suo approdo in WWE, era già considerato un punto di riferimento della federazione.

Ma il momento d’oro per il Phenomenale non era ancora terminato, perchè oltre a vincere single match, all’orizzonte c’era una grande opportunità, ovvero il WWE World Championship detenuto da Dean Ambrose.  Come volevasi dimostrare, a Backlash, Styles ha sconfitto Ambrose vincendo il suo primo titolo in WWE, facendo capire anche ai più diffidenti il suo vero potenziale e il suo grandissimo talento. Durante i sui 140 giorni di regno, Styles ha difeso il titolo diverse volte contro Ambrose. Nella puntata di Smackdown del 27 Dicembre, però, il rientrante John Cena va subito a battere cassa al campione, con l’intento di vendicare la sconfitta subita a Summerslam. Lancia la sfida a AJ per il titolo di campione. Il Phenomenale, sicuramente non è tipo da tirarsi indietro e accetta la sfida per difendere il WWE World Championship alla Royal Rumble.

Purtroppo a trionfare il 29 Gennaio è John Cena, che vincendo il suo 16 titolo mondiale va ad eguagliare il mito Ric Flair. Questa volta gira male per AJ, che perde sì la cintura contro il leader della Cenation, ma esce a testa alta da un match “mozzafiatante” (citando Luca Franchini), con tantissimi colpi di scena e  ricco di emozioni fino all’ultimo secondo.

Da lì in poi inizia un periodo di stallo per il Phenomenale, anche se è quasi sempre  rimasto nel giro titolato, non si capiva bene la sua collocazione nelle varie storylines. A dimostrazione di ciò, è stato il match costruito “dal nulla” di Wrestlemania 33 contro Shane Mcmahon. Da qui le attenzioni di Styles iniziano a virare sullo United States Championship detenuto da Kevin Owens. Prova a conquistarlo la prima volta a Backlash, ma è stato sconfitto per count-out.

Inaspettatamente, il 7 Luglio, in un House Show svoltosi al Madison Square Garden di New York, AJ Styles ha sconfitto Kevin Owens, conquistando così lo United States Championship per la prima volta. Ma quando il cammino da campione degli Stati Uniti sembrava spianato per un lungo periodo, a sopresa a Battleground, con solo 16 giorni di regno, Styles perde la cintura in un re-match proprio contro KO. Sicuramente per il Phenomenale questo è stato un colpo difficile da mandar giù, ma lui è un osso duro e con un carisma incredibile. I problemi non erano ancora terminati, infatti, nella puntata di Smackdown post PPV, mentre era faccia a faccia contro Owens per delineare un re-match per il titolo, arriva Chris Jericho che ne pretende uno anche lui. Alla fine i tre contendenti si sfidano in un Triple Threat match per il titolo degli Stati Uniti. Qua AJ capisce che è ora di dimostrare tutto il suo talento, è ora di tirare fuori tutti gli assi dalla manica, perchè tra lui e la cintura  ci sono due avversari tostissimi, che sicuramente non regaleranno nulla. Il match ci regala emozioni a non finire, tra i tre non si capisce chi sia in vantaggio, ma quando Kevin Owens stava per schienare Jericho, arriva AJ che lo butta fuori dal ring, contro di 3 e nuovo United States Championship.

Il Phenomenale ha dimostrato ancora una volta il suo grande talento, andando a meno di 48 ore a riconquistare il titolo perso. Questa volta non si è fatto sorprendere dall’astuzia di KO e si è laureato per la seconda volta campione degli Stati Uniti.

Affincare la parola protagonista vicino al nome di AJ Styles viene molto facile, perchè lui lo è davvero, e non lo sta dimostrando solo adesso che è in WWE, lo ha sempre fatto, in ogni federazione che ha lottalo, lo ha fatto sempre da protagonista, dall’America al Giappone, ha sempre vinto e stupito i fans che lo applaudivano ad ogni match. Secondo alcuni è arrivato troppo tardi in WWE, perchè a 40 anni la sua carriera da wrestler sembra vicina al capolinea. Sarebbe potuto essere una vera legenda per la federazione di Stamford, ma c’è da dire che ancora Styles riesce a stupirci come pochi sanno fare e quindi può darsi che un posto tra gli Hall of Fame ci sia anche per lui.

Il Protagonista anche per questo mese ha eletto il suo preferito, in un Luglio ricco di pretendenti, il Phenomenale AJ Styles si è guadagnato questo prestigioso riconoscimento.

Un saluto a tutti i lettori di spaziowrestling.it e appuntamento al prossimo mese per il nostro editoriale che celebrerà una nuova superstar.

Lorenzo.

 

Comments

Commenta questo post