IMPACT WRESTLING: Risultati 15-06-2017

Lo show si svolge allo Studio 7 di Film City a Mumbai, in India, e si apre con un promo del main event di serata, ovvero l’X Division Championship match tra Low-Ki e Sonjay Dutt.

Dopo il promo avrà luogo il match di apertura della serata, dove Suicide & Matt Sydal affrontano la 10-man Sony Six Invitational Gauntlet Battle Royal.

Alle presentazioni sul ring pensa ancora una volta il conduttore radio e TV indiano Siddharth Kannan, mentre al commento abbiamo Jeremy Borash e Josh Mathews. Come sancito settimana scorsa, ai due è stato imposto di non dare vita a scontri fisici prima di Slammiversary. Più tardi nello show, è previsto che Josh Mathews partecipi ad una sparring session sul ring. Impact Wrestling ha annunciato poco fa che il conduttore ESPN e rappresentante di lunga data della compagnia, Robert Flores sarà al tavolo di commento del pay-per-view Slammiversary insieme al commentatore Don West.

10-Man Sony Six Invitational Gauntlet Battle Royal 

I primi ad entrare con i numeri 1 e 2 sono Suicide & Matt Sydal. Le regole del match prevedono l’eliminazione dalla terza corda, con l’entrata di un nuovo partecipante ogni 90 secondi. Alla fine, il vincitore della Battle Royal riceverà il trofeo Sony Six. Matt Sydal attacca Suicide nei primi momenti del match ed esegue due consecutivi monkey flip. Inizia il conto alla rovescia, e quando mancano 60 secondi, Matt manda Suicide sull’apron. Suicide contrattacca con un suplex e un running knee. Sydal evita un attacco di Suicide e realizza uno spinning heel kick, mentre scade il tempo per l’ingresso del terzo atleta.

Ad entrare con il numero 3 è Davey Richards, il quale attacca e atterra entrambi gli avversari. Davey esegue prima uno snap suplex su Sydal, e poi un back suplex su Suicide. Sydal si riprende ed esegue una hurricannrana. Suicide si rialza e atterra Sydal, mentre scadono i 90 secondi.

Con il numero 4 entra KM che inizia ad offendere gli avversari quando sale sul ring. Viene poi atterrato da Sydal, che contemporaneamente atterra anche Richards. Km viene quasi eliminato da Suicide, il quale viene poi eliminato da Richards.

Swoggle entra con il numero 5 e prova ad eseguire dei colpi su KM e Sydal. Poco dopo prova a colpire anche Richard, ma viene colpito con un calcio. Scade il tempo.

Con il numero 6 fa il suo ingresso Eddie Edwards, che si scaglia contro il suo ex partner Davey Richards. I due finiscono per eliminarsi nello stesso momento e litigano fuori dal ring, mentre lo show va in pausa.

Tornati dalla pausa, con il numero 7 entra Rockstar Spud, che viene puntato da Sydal e Swoggle. Con l’aiuto di Sydal, Swoggle atterra Spud. Mentre i due festeggiano il loro lavoro di squadra, Spud si rialza e li atterra entrambi. Swoggle viene sbattuto nell’angolo mentre Spud afferma di non avergli mai chiesto di abbassarsi i pantaloni.

Con il numero 8 entra Kongo Kong. Sydal prova ad eliminarlo subito, ma viene atterrato ed eliminato. Kongo Kong spedisce Matt sull’apron eliminandolo. Rockstar Spud prova ad attaccare Kongo Kong, ma viene buttato dalla terza corda ed eliminato.

Con il numero 9 entra Moose. Come parte la musica di Moose, Spud tira Swoggle giù dall’apron e lo elimina. Moose sale sul ring, ma KM e Kong si coalizzano contro di lui e lo eliminano.

L’ultimo atleta ad entrare con il numero 10 è Mahabali Shera, che viene inneggiato dalla folla, mentre la sua famiglia segue il match a bordo ring. Non appena entra sul ring, l’atleta indiano viene attaccato da Kongo. Dopo essere stato spedito nell’angolo, Shera contrattacca e riesce ad evitare una carica di Kongo, che così finisce per autoeliminarsi. Lo show va in pausa mentre gli ultimi due uomini rimasti sono KM e Mahabali Shera. Tornati dalla pausa Borash annuncia che è stato sancito un nuovo match per Slammiversary: un mixed tag full metal mayhem match nel quale Eddie Edwards e la moglie Alisha affronteranno Davey Richards e la moglie Angelina Love.

L’ultima eliminazione della Battle Royal viene decisa per schienamento. KM è in vantaggio su Shera, e si prende gioco di lui e del pubblico di casa. Shera contrattacca e atterra l’avversario, per poi colpirlo con una clothesline. Shera prova ad eseguire la sua sky high finish, ma KM si libera e cerca di realizzare un pump handle slam. Shera riesce ad evitarlo ed esegue la Sky High, schienando l’avversario.

Il vincitore del  trofeo Sony Six Invitational è Mahabali Shera.

Shera va tra la folla per festeggiare la vittoria con la sua famiglia. L’amministratore delegato in India Singh, Bruce Prichard e Scott D’More arrivano per consegnare il trofeo al vincitore. Shera riceve il trofeo e i complimenti di tutti sul ring.

Vediamo Borash e Mathews di fronte alla postazione di broadcasting. Mathews non indossa un completo elegante, ma una maglietta con il suo logo “GOAT”, e ci ricorda la sua sparring session di serata. Borash introduce un promo per il main event. Va quindi in onda un video sulla storia di Sonjay Dutt per ricordarci l’X Division Championship match. Nel promo Dutt racconta la sua storia nella divisione X e parla di come non abbia ancora mai vinto il titolo. Il wrestler dice che quella di stasera è la sua ultima possibilita di farlo e pensa che sarebbe davvero speciale diventare campione nel suo paese di origine.

Dopo la pausa viene presentato un video di aggiornamento sulle condizioni di DeAngelo Williams, dove viene annunciato che l’ex running back professionista in NFL si è unito ad Impact Wrestling e si sta allenando.

Nel backstage i LAX stanno parlando tra di loro. Konnan dice ai compagni che invaderanno le promozioni di Orlando provando ad avere la meglio sui promotori locali. Va in onda un breve recap dei LAX che vengono introdotti a WrestlePro. Il video completo sarà proiettato settimana prossima.

EC3 fa il suo ingresso sul ring con indosso un tradizionale vestito indiano ed è accompagnato da un traduttore.  Sullo schermo viene proiettato il ring name “Ethan Singh” e il wrestler dice di avere controllato il suo albero genealogico e di avere scoperto che uno dei suoi antenati veniva dall’India. La traduzione simultanea fa guadagnare a EC3 i “boooo” della folla. A questo punto Carter finge di celebrare la storia indiana, finendo poi per definire l’India un paese del terzo mondo e promettendo di distruggerla e di derubarla della sua cultura. Carter insulta Impact Wrestling e l’India, dicendo che gli indiani sono uguali a tutti gli altri. EC3 afferma poi che lui è l’unico dio, mentre l’India e Impact Wrestling sono degli insubordinati che meritano di essere puniti. A questo punto Carter attacca il traduttore e inizia a colpirlo con una cinghia. Parte la musica e sul ring arriva James Storm,che strappa di mano la cinghia a Carter, il quale scappa dal ring prima di essere colpito.

Dopo la pausa torniamo nell’area broadcast con Borash e Mathews. Mathews introduce la sua musica perché sta per avere la sua sparring session. Borash introduce un video di poco prima in mensa, dove Swoggle e Spud hanno iniziato a litigare prima di sedersi a mangiare. Al tavolo erano seduti anche i Mumbai Cats. Spud dice a Swoggle che odia le persone basse, allora Swoggle si arrampica sul tavolo e spinge la testa di Spud nel suo piatto prima di scappare via.

Josh Mathews Sparring Session

Jeremy Borash inizia a raccontare la storia di Josh Mathews come wrestler, ma viene interrotto dallo stesso Mathews che prende il microfono e dice che lui e “Big Poppa Pump” Scott Steiner elimineranno Joseph Park e Jeremy Borash da Impact Wrestling. Mathews ci ricorda che non può aggredire fisicamente JB fino a Slammiversary, e questo è il motivo di questa sparring session. Il suo sparring partner è un certo Sandeep Tahkonn. Mathews dice che Sandeep è una star in India in quanto ha gareggiato alle olimpiadi nel wrestling e nel cricket. Sandeep fa il suo ingresso sul ring. Mathews lo colposce subito con un arm drag takedown. Quindi, Josh realizza una drop toe hold sullo sparring partner. Sandeep esegue un dropkick e riceve l’ovazione del pubblico. Mathews riprende il controllo del match ed esegue qualche lazy looking knee lifts e una fantastica swanton bomb. Quindi, intrappola l’indiano in una Steiner Recliner. Sundeep cede.

Il vincitore è Josh Mathews per sottomissione.

Dopo la fine del match Mathews non lascia la presa e arriva Mahabali Shera. Josh si inginocchia facendo finta di chiedere pietà. Prova ad eseguire un low blow ma viene bloccato. Shera solleva Mathews sulle spalle, ma arriva Bobby Lashley e lo attacca. Una volta che Mahabali è a terra, Mathews esegue la Steiner Recliner. Parte la musica di Alberto El Patron che accorre in soccorso di Shera. Mathews scappa e Lashley si dirige verso la rampa.

Dopo la pausa va in onda un promo di Slammiversary, seguito da un video di allenamento di Borash e Park. Park sta giocando con delle action figures. Ha in mano un pupazzetto di Scott Steiner e uno di Magnus, che fa finta essere Josh Mathews. Borash è scontento perché pensava che avrebbero guardato dei video. Park parla di un vecchio promo di Scott Steiner quando ancora esisteva la TNA, nel quale “Big Poppa Pump” si vantava della sua percentuale di vittorie, che in realtà superavano il 100. I due guardano poi alcuni highlights di Steiner,quindi ricevono una telefonata, probabilmente da parte dello stesso Steiner. Entrambi tremano dalla paura e si rifiutano di rispondere al telefono.

Braxton Sutter w/Allie vs. Trevor Lee

Trevor attacca Sutter sull’apron mentre sta entrando, e lo spedisce fuori dal ring con un calcio in faccia. Trevor domina i primi minuti del match, quindi esce dal ring per dirigersi verso Allie. Sutter salva la sua fidanzata. Entrambi gli atleti tornano sul ring e si scambiano alcuni colpi. Sutter realizza una power slam quando Lee arriva vicino alle corde, ed esegue poi uno swinging neckbreaker chiudendo il match.

Il match viene vinto da Braxton Sutter per schienamento.

Dopo la fine del match, Sutter e Allie stanno festeggiando, ma sul ring irrompono Laurel Van Ness e Sienna. Sienna insulta la coppia e dice che Allie non è poi così innocente come sembra, e ricorda che la wrestler, settimana scorsa, ha colpito lei e Sienna con un’arma. Sienna sfida quindi Allie e la sua nuova amica Rosemary in un tag team match per settimana prossima contro lei e Laurel e conclude affermando che Allie non può fidarsi di Rosemary, e che pensa che la stessa Rosemary non si presenterà la prossima settimana.

Va in onda un video di Low-Ki riguardo al main event della serata. Low-Ki dice che c’è una ragione se lui è un 5 volte campione della X Division, e che Sonjay Dutt ha sempre fallito quando ha provato a sfidarlo per diventare campione. Low-Ki conclude definendosi un professionista e dicendo che sa che infrangerà il sogno di Sonjay Dutt.

Dopo la pausa va in onda un altro video con i talenti di Impact Wrestling che parlano del 15° anniversario di Slammiversary e di quanto sono eccitati per il pay-per-view.

L’Impact Grand Champion Moose fa il suo ingresso sul ring e prende il microfono. Il campione dice che due settimane fa ha difeso con successo il titolo contro Eli Drake. Parte la musica di Drake, che arriva accompagnato da Chris Adonis. Drake critica Bruce Prichard e la dirigenza di Impact Wrestling per il modo in cui stanno gestendo la sua carriera, e dice che Moose è arrivato dov’è baciando il “sedere” dei manager di Impact Wrestling talmente da vicino da poter dire con certezza quale tipo di curry hanno mangiato. Moose, allora, sfida Drake in un tag team match a Slammiversary, e Chris Adonis interviene dicendo che Drake ha lui, mentre Moose non ha un partner. A questo punto Drake e Adonis salgono sul ring e vanno verso Moose. I due prendono il vantaggio, ma Moose li respinge entrambi. Quando Adonis e Drake escono dal ring, Moose promette che settimana prossima rivelerà il nome del suo tag team partner per il match di Slammiversary.

Va in onda il continuo del video di Joseph Park e Jeremy Borash trasmesso prima. I due rispondono alla telefonata di Scott Steiner, che appare sul loro computer. Steiner dice che i due sono entrambi uomini morti. I due, allora, invocano il suo perdono e chiedono che il match di Slammiversary venga cancellato. Nessuno dei due ha il coraggio di chiudere la chiamata in faccia a Steiner, e quindi Park e Borash scappano mentre Steiner continua ad urlargli dietro.

Eccoci al main event della serata.

X DIVISION CHAMPIONSHIP MATCH   Low-Ki (C) vs. Sonjay Dutt

Dutt affronta il match con la benda sull’occhio, in seguito all’infortunio subito a causa di un attacco dello stesso Low-Ki nella notte in cui è tornato con la compagnia. Low-Ki strappa subito la benda dall’occhio dell’avversario. Il match inizia e Sonjay realizza una meravigliosa hurricannrana, prima di atterrare l’avversario con un wrist lock. Low-Ki si rialza e colpisce Dutt con uno sharp elbow ai danni dell’occhio infortunato. Dutt evita poi Low-Ki e lo spedisce fuori dal ring. I due finiscono a lottare vicino al pubblico. Dutt prova ad eseguire un moonsault ravvicinato, ma finisce sull’apron. Quindi, Low-Ki sbatte Dutt contro i gradoni di acciaio, mentre lo show va in pausa.

Rientrati dalla pausa, l’azione è tornata sul ring e Low-Ki domina la situazione. Blocca Sonjay in un abdominal stretch, ma l’indiano resiste. Dutt si riprende e neutralizza un tentativo di springboard da parte di Low-Ki, eseguendo un Russian leg sweep dalla seconda corda. Sonjay, quindi, realizza un rolling basement dropkick e ottiene quasi lo schienamento. Quando l’indiano  prova ad eseguire una tornado DDT, Low-Ki usa le corde per spedire l’avversario attraverso il ring. Low-Ki realizza, quindi, un handspring martial arts kick all’angolo. Tentativo di superplex da parte di Dutt, ma Low-Ki lo atterra con un head butt. Dutt si riprende e va vicino ad ottenere lo schienamento. Prova poi a realizzare un sunset flip, ma riceve un double foot stomp da Low-Ki. Low-Ki, quindi, solleva Dutt sulle spalle e corre attraverso il ring, ma Sonjay si libera e atterra l’avversario con una tornado DDT. L’indiano sale sulla terza corda, esegue un big splash e schiena Low-Ki.

Il match viene vinto per schienamento da Sonjay Dutt, che diventa il nuovo X Division Champion.

Il nuovo campione celebra la sua prima vittoria del titolo da quando si è unito alla compagnia nel 2003, e i wrestler di Impact salgono sul ring per congratularsi con lui. Lo show termina con Sonjay Dutt che stappa una bottiglia di champagne e viene portato in spalla dal connazionale Mahabali Shera.

Benedetta Fortunati

staffer