Inside Storyline: Brock Lesnar e Daniel Bryan, che ritorni!

Eccoci giunti con questa nuova edizione di Inside Storyline, che si occuperà dei match già stipulati ed ufficiali per Wrestlemania, con un occhio in più per i clamorosi ritorni del campione Universale Brock Lesnar, e della nuova possibilità, già divenuta realtà a dire il vero, di vedere Daniel Bryan in azione sul ring nella prossima Kermesse del giorno 8 di Aprile:

Roman Reigns sfiderà Brock Lesnar per il titolo Universale, con il Big Dog che è stato sospeso per via delle continue accuse a Vince McMahon di favorire La Bestia permettendogli continue pause dal lavoro. Tuttavia Roman si presenta lo stesso allo show, e pertanto viene arrestato dai poliziotti locali. Una volta in manette, interviene direttamente Lesnar, il quale compie un autentico massacro, distruggendo Roman Reigns con tutta la sua cattiveria. Bellissima iniziativa, e ottimo espediente narrativo.

AJ Styles e Shinsuke Nakamura si rispettano, ma si promettono uno sfida all’ultimo sangue per il titolo WWE. Fan Service assicurato e storia nulla. Tuttavia si intravede un pizzico di atteggiamento Heel nel Fenomenale, che potrebbe mettere un po’ di pepe nel match.

Doppio match a tre per le cinture secondarie di Raw e Smackdown, con Bobby Roode e Jinder Mahal che andranno all’assalto del titolo US di Randy Orton, e Finn Balor e Seth Rollins che proveranno a strappare la corona Intercontinentale di The Miz. Buone costruzioni ma nulla di eclatante. Nessun aggiornamento rispetto una settimana addietro, quindi gestione bocciata.

Riguardo le cinture di coppia dello show blu, ancora nulla di ufficiale, mentre Braun Strowman riesce a guadagnarsi la possibilità di sfidare il The Bar. Interessante arco narrativo, sopratutto dato che il Mostro dovrà cercarsi un compagno. Asuka vs Charlotte ruberà la scena, possibile Nia Jax contro Alexa Bliss.

Senza dubbio, però, il momento shoch della settimana, e forse della WWE tutta, sta nel via libera dei medici di Stamford al ritorno alla lotta nel ring di Daniel Bryan, il quale commosso, ringrazia tutte le persone che gli sono stati accanto, sopratutto sua moglie Brie Bella. Tuttavia, è costretto a licenziare Kevin Owens e Sami Zayn, dopo il pestaggio ai danni di Shane O’Mc. Ma i due Superamici, non ci stanno, ed annientano fisicamente il ritrovato Bryan, e pertanto il suo ritorno a lottare, potrebbe divenire realtà già alla prossima Wrestlemania.

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club