Inside Storyline: Andiamo a Backlash

Il prossimo evento targato WWE si terrà tra soli tre giorni, e ormai l’attesa per Backlash è sempre più difficile da gestire:

Shinsuke Nakamura avrà verosimilmente la sua ultima opportunità contro AJ Styles, in un match senza squalifiche. Davvero una bella costruzione di un match che è andato in crescendo da Wrestlemania, passando per l’Arabia Saudita.

Incomprensibile match interbrand per il titolo IC che non avrà alcuna possibilita di cambiare roster, giacché l’altro match per la cintura secondaria, ovvero quella US, verrà disputato tra due membri del roster blu. Quindi, sia Seth Rollins che The Mix, Jeff Hardy e Randy Orton, possono offrire ben poco in termini di storie.

Pessima scelta quella di non utilizzare le cinture tag team, proponendo un due contro due tra Braun Strowman e Bobby Lashley contro KO e Sami Zayn, soprattutto ora che a Raw abbiamo dei nuovi campioni, ovvero Woken Matt Hardy e Bray Wyatt, che sembrano aver dato vita ad un team molto interessante e intrigante.

Situazione femminile che non dovrebbe avere scossoni, con Nia Jax che dovrà dare solidità al suo regno, e Carmella che troverà il modo di avere la meglio con Charlotte.

Faide non titolate: aspettiamo questo evento principalmente per vedere Daniel Bryan sconfiggere Big Cass che tanto bene ha fatto e che merita ancora più spazio. Più incertezza per Roman Reigns contro Samoa Joe, che punta dritto al titolo WWE e che sembra il preludio di una grande battaglia.

Backlash quindi sembra davvero avere tutte le carte in regola per fare bene, e il WWE Universe sembra avere tanta attesa per questo evento.

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club