Inside Storyline-Prima edizione




Benvenuti al primo numero di questa nuovissima rubrica che si occuperà del racconto delle storyline, degli show settimanali televisivi della WWE, ovvero Raw e Smackdown. Ma passiamo subito al resoconto, iniziando dal roster rosso:

Non vi sono aggiornamenti importanti tra Roman Reigns e Braun Strowman, poiché il Mastino non è ancora pronto al 100% ma si è detto carico in vista dello scontro per Payback; incontro per il quale vi è tantissima attesa dopo tutta la potenza mostrata da Strowman. Diversa è la situazione legata al titolo Intercontinentale, dove regna molta confusione, ma non vi è alcun match ufficiale per il prossimo PPV. Infatti Dean Ambrose continua a stuzzicarsi, non solo verbalmente, con The Miz, e siamo sicuri che presto i due collideranno in un match. Faida comunque interessante, anche con intermezzi comici tra Dean e Maryse.

Definita invece la situazione per i titoli di coppia di Raw. Costruzione normale, con i quattro atleti che si sono sfidati tra di loro in un one vs one dove, oltre allo spettacolo, regna la sportività; ma con Sheamus non si può mai sapere. Siamo certi che i fratelli Hardy offriranno le solite acrobazie, e Cesaro è garanzia di spettacolo. Faida quindi molto ben costruita, che potrebbe rivelare ancora tante sorprese. Sul titolo femminile invece regna sempre la possibilità del Turn-Hell di Sasha Banks, che sta tenendo viva la faida tra la campionessa Bayley e Alexa Bliss, che pur stanno facendo un ottimo lavoro, nonostante una costruzione con pochi spunti.

Infine c’è da sottolineare il buonissimo lavoro sulla faida per il titolo dei pesi leggeri, con Neville che deve dimostrare di essere ancora il Re della categoria, e Austin Aries che proverà a strappargli il titolo. Con un TJP assoluta mina vagante. Storyline dal finale tutto da scoprire e che per una volta cattura l’interesse generale.

Con un Raw che entra nella fase finale delle faide, c’è uno Smackdown che è solo agli albori delle storyline, poiché Backlash sarà tra circa 20 giorni ma i primi scontri si iniziano a delineare:

Primo fra tutte, lo scontro tra AJ Styles e Kevin Owens  per il titolo degli Stati Uniti. Il fenomenale, dopo aver battuto Sami Zayn e Baron Corbin, si è candidato a primo sfidante, ma tutto lascia pensare che il One Wolf non voglia arrendersi. Quindi la sfida potrebbe tramutarsi in una contesa a tre o forse a quattro con Sami Zayn che non resterà di certo a guardare, con un altissimo star power, che sicuramente ci regalerà un match bellissimo. Quindi titolo US che guadagna prestigio e che sarà al centro di match e segmenti ad altissimo impatto emotivo.

La più grande novità, riguarda il titolo WWE, dove incredibilmente Jinder Mahal sfiderà Orton in quel di Backlash. Troppo presto per dire se l’Indiano è pronto per una sfida del genere, specie se da quando è tornato a Stamford non è mai stato inserito in alcuna faida di rilievo. Infatti, dopo un breve periodo di unione con Rusev, con la conseguente lite tra i due, Mahal è balzato alla cronaca, solo per aver causato una leggera commozione celebrale a Finn Balor. Faida quindi troppo acerba per essere giudicata, sopratutto se si tiene conto che a Payback, Randy Orton affronterà Bray Wyatt, in un match non titolato. Ma che però ci ha regalato un Mahal assolutamente più convinto e che per ora è ampiamente promosso, specie dopo il “furto” del titolo. Faida però ben costruita e ben strutturata per il momento.

Confusione anche nella sezione Tag Team, dove oltre ad aspettare l’arrivo del New Day, Smackdown è teatro della nuova gimmick di Primo e Epico, nelle vesti dei The Colons, che alla prima occasione utile, battono gli American Alpha. Nessuna traccia però dei campioni di coppia, gli Usos, e dei vari altri team. Tuttavia un barlume di concretezza ci è stato regalato dai Breezango che sono diventati i nuovi primi sfidanti ai titolo di coppia di Smackdown. Speriamo in una maggiore credibilità del team sfidante per poter creare hype in vista della sfida.

Diversa è la situazione del titolo femminile, dove vi è una bellissima costruzione. Carmella, Tamina e Natalya hanno attaccato Charlotte e Naomi poiché si sono sentite escluse dal giro titolato e tutto lascia presupporre ad uno scontro tra le cinque, magari anche con Becky Lynch, che per ora è rimasta a guardare.

Quindi, Smackdown non può essere ancora giudicato per via del poco tempo avuto per creare le faide, ma che comunque catturare l’interesse generale. Negativo però il voto Raw, che si presenta per Payback con una grande confusione, e col grande difetto che non ci sarà nessuna delle due cinture principali coinvolte nei match.

Comments

Commenta questo post