Justin Gabriel parla di JoJo e Total Divas

Justin Gabriel non ha rallentato i ritmi da quando ha lasciato la WWE. E’ rimasto lo stesso ragazzo in cerca di avventura di sempre.

Che lo conosciate come Justin Gabriel o come PJ Black, è comunque ancora un grande ragazzo e un individuo interessante. Di recente, inoltre, ha parlato con “Pancakes and Powrslams Show” di come il suo periodo in WWE non è andato come avrebbe voluto.

Gabriel ha anche parlato di come i produttori di Total Divas volevano che lasciasse JoJo Offerman davanti alle telecamere.

Per lui c’erano problemi per via della differenza di età, ma non voleva farne uno spettacolo pubblico.

Non volevo esserne parte (di Total Divas) assolutamente. Hanno filmato alcune cose e ho iniziato a parlare con JoJo perché pensavo che fosse una persona fantastica. Non avevo capito che era troppo giovane. All’epoca lei aveva 18 o 19 anni. E quindi abbiamo iniziato a frequentarci e mi hanno chiesto che volevo far parte dello show. Io ho accetto, ho chiesto cosa avrei dovuto fare; loro mi hanno detto “niente, dovete solo uscire insieme”. E quindi siamo usciti insieme un milione di volte. Loro hanno le riprese, che tra parentesi non sono mai andate in onda. Hanno filmato tante belle cose. Io però ho detto ai produttori “non posso continuare a farlo. Lei ha 19 anni, non penso che funzionerà. Io ho 30 anni”. E loro mi hanno detto “va bene. Allora devi lasciarla in televisione”. E così è andata.”

Gabriel ha parlato di come i produttori abbiano ingigantito questa rottura e lo abbiano fatto sembrare una persona cattiva. Non un bel modo di dare un’idea di Justin Gabriel.

Mi hanno fatto sembrare un perfido dongiovanni, hanno modificato il tutto per farmi sembrare cattivo. Non è quello che è successo. Molte cose sono vere, ma il 90% di tutto viene sceneggiato. E’ una cosa che non potevo sopportare. Se è un reality show, fatemi fare quello che voglio. Non ditemi cosa dire o cosa indossare. Non era né naturale e né spontaneo. Perciò dopo ho deciso di lasciar perdere.

FONTE: STILLREALTOUS

Comments

Commenta questo post