L’Intervista: Parla Kenzo Richards

Amici e amiche di Spazio Wrestling, eccoci qua con una nuova intervista, oggi abbiamo il piacere di porre qualche domanda a Kenzo Richards. Kenzo è stato allenato da Honky Tonk Man, inoltre ha detenuto diversi titoli (Eurostars European Championship 2014-2016, Dutch Pro Wrestling Championship 2009). Ha lottato contro wrestler internazionali ricordiamo, Rob Van Dam, Paul London e Rhyno, si è esibito in tantissime nazioni e il 31 marzo al Teatro Principe di Milano sarà uno dei protagonisti dello show della promotion Wrestling Megastars.

Ciao Kenzo, grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande. Partiamo subito, ci sai dire qual’è l’incontro più importante che hai disputato?

Ciao. Questa domanda mi è stata posta molte volte. Mi fa sempre pensare, ma ad essere onesto; Per me ogni match è importante. In ogni show ci sono persone che pagano il biglietto per vedere una buona performance e questo mi motiva a dare il 100% ogni volta che salgo sul ring. Sono grato anche a tutti i fantastici ragazzi e ragazze con cui condivido il ring.

Qualte volte ti sei esibito in Italia?

Penso di aver lottato otto volte in Italia, il 31 marzo sarà la mia nona volta, nella vostra straordinaria nazione.

Ci puoi dire la tua giornata tipo quando devi lottare in uno show di wrestling?

Dipende, quando devo fare uno spettacolo internazionale, devo andare all’aeroporto e lasciare casa molto presto, sperando e sottolineando che non sarò circondato da bambini che urlano nell’aereo, o da bambini che si prendono a “calci” dietro il mio posto a sedere (motivo per il quale preferisco sedermi nell’ultima fila). Ma la mia grande passione per il wrestling fa sparire tutto lo stress. Quando lo show invece è nella mia nazione, ovviamente ho meno stress e più tempo che amo condividere con gli altri wrestler e anche con tutti i fan presenti.

Hai un anedotto curioso o che ti lega particolamente alla nostra bellissima nazione?

Hahaha sembra che tu abbia studiato. Una volta sono stato “intrappolato” in un hotel insieme a Zack Gibson a Potenza. Non c’erano mezzi pubblici e eravamo completamente bloccati in quella città. Dovevamo prendere un taxi per arrivare a Napoli in aeroporto, costava 392 euro e dovevamo anche prenotare un altro volo. Ma comunque ho tanti bei ricordi dell’Italia, mi fate sentire sempre il vostro calore e se devo essere onesto l’Italia è una delle mie nazioni preferite dove mi esibisco.

Quali sono i tuoi obbiettivi a medio-lungo termine?

Adoro il mio lavoro e mi dedico 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il mio obiettivo è quello di continuare ad amare questa disciplina il più a lungo possibile e continuare ad incontrare grandissime persone dentro e fuori dal ring.

Puoi dirci qual’è il nome del wrestling europeo che pensi possa avere un futuro negli Stati Uniti, e forse in WWE?

C’è molto talento in Europa! Ma non sai mai cosa sta cercando la WWE. Penso che ci siano abbastanza ragazzi che hanno il potenziale per esibirsi in WWE. In particolare ci sono due ragazzi italiani che stanno facendo abbastanza bene e stanno avendo un grande impatto sulla scena del wrestling europeo: Red Scorpion e Leon.

Quando ti dicono che il wrestling è “falso” come rispondi?

Se lo dicono, allora gli domando cosa secondo loro è reale, gli dico di smettere di guardare la tv, di navigare via internet e di smettere di credere nella politica. E hey…. ti chiedi se è falso? allora sali sul ring con me cosi vediamo se poi dirai che è FAKE! sono sicuro che non sentirai alcun dolore (ahahah). Vi ringrazio per questa bellissima intervista e mi auguro di vederti e di vedere tantissimi fan presenti il 31 marzo. #Chop

Il sottoscritto ma anche tutto lo staff di Spazio Wrestling ringrazia Kenzo Richards per aver risposto alle nostre domande. Non ci resta che ricordarvi lo show che vedrà Kenzo Richards protagonista, che si terrà sabato 31 marzo al teatro principe di Milano. Vi salutiamo con alcune foto di Kenzo, alla prossima e buon divertimento con gli show della promotion Wrestling Megastars.

FONTE: SPAZIOWRESTLING.IT