L’Intervista: Parla il presidente della Italian Wrestling Association

Ben ritrovati amici e amiche di Spazio Wrestling, oggi daremo voce a un grande del panorama del Wrestling italiano. A pochi giorni dal prossimo loro show, che ricordiamo si terrà domenica 3 Dicembre alle ore 19 a Frosinone presso gli Studi Extra Tv, in Via Mastruccia 60, abbiamo intervisto il presidente della Italian Wrestling Association Diego Piacentini.

Com’è nata la tua passione per il wrestling?

Innanzitutto grazie per l’opportunità concessami. Il wrestling più che una passione, per me è sempre stata una medicina. Nei momenti bui, dal 2000 in poi è sempre stato presente. Me ne innamorai beccando per caso su Stream un match di Heat che vedeva coinvolto Justin Credible e dà lì è cominciato tutto.

Cosa ti ha spinto a fondare la IWA?

È una domanda ricorrente in tutte le interviste. La risposta è sempre la stessa: la volontà di non essere più solo un fan. Ormai guardavo gli show,ma in realtà li analizzavo, quindi avendo sempre amato di più agire che parlare, ho fondato la Italian Wrestling Association.

Ti aspettavi il successo che sta avendo?

Se devo essere sincero, sì. Non per poca modestia, ma per l’impegno profuso in questo anno. Non ho mai lasciato nulla al caso, ho investito nel progetto ed i frutti fortunatamente si stanno vedendo. Non mi fermo a quello che ho fatto,ma penso sempre a ciò che potrò fare in futuro.

Ci sono, e se sì, quali sono le altre federazioni italiane che segui?

Certamente. Seguo tutto il movimento italiano indistintamente. Puoi sempre apprendere qualcosa da ogni show che vedi o da un match qualsiasi.Sia in positivo che in negativo.

Qual è il o la tuo/a wrestler preferito al momento nel panorama mondiale? E del roster della IWA?

Da quando ho fatto il passaggio fan/ promoter, non ho più lottatori preferiti. Cambia l’ottica con cui li guardi, la mia risposta alle tue domande è nessuno.

Quali sono i piani futuri per la IWA?

Crescere ancora, assumendo una dimensione europea, almeno per il momento. Siamo importanti nel nostro paese e cominciano ad apprezzarci in Europa e nel mondo,ma per essere una promotion veramente valida dobbiamo aumentare il numero dei nostri show.

Se potessi scegliere un solo nome del panorama mondiale da poter mettere sotto contratto con la tua federazione chi sceglieresti?

Chiunque mi faccia fare soldi. Il wrestling è un business, non un circolo degli scacchi. Se proprio mi vuoi forzare, ti rispondo Hulk Hogan.

Il sottoscritto insieme a tutto lo staff di Spazio Wrestling, ci tiene a ringraziare Diego per aver risposto alle nostre domande, ma soprattutto per la disponibilità che non solo in questa occasione è sempre superlativa.

 

Comments

Commenta questo post