L’Intervista: Il Wrestling piace solo ai ragazzi?

Edizione speciale de “L’Intervista” che questa volta andrà a scovare un tema particolarmente importante per tutti i fans di wrestling. Infatti, l’intento del suddetto articolo, sarà quello di capire quanto e se, il wrestling piaccia al gentil sesso, ovvero le ragazze, e più in generale, alle donne. Proprio per questo, abbiamo due ospiti, Claudia e Noemi, che risponderanno alle nostre domande. Ricordiamo come questa intervista, non vuole essere intesa come sondaggio, poiché sappiamo benissimo come un’inchiesta basata sulle percentuali, abbia bisogno di molte più persone da intervistare, e dunque questo articolo è squisitamente a scopo illustrativo:

Sapete come funziona il wrestling?

C: “Non conosco appieno tale disciplina, ma in linea generale so che si tratta di sport spettacolo, basato sulla predeterminazione dei match. Ciò non toglie comunque la spettacolarità degli incontri che però non riesco a giudicare poiché non conosco appieno le ‘regole’ di questo sport”.

N: “Il wrestling lo guardavo spesso in tenerà età, ed ero affascinata dalle performance degli atleti; tuttavia non posso dire di conoscere le regole e le basi di questa disciplina poiché non sono una fan”.

Perché non ti consideri fan di questo sport?

N: “La risposta è molto semplice: non mi piace la violenza, e guardando diversi match da piccola, notavo come spesso e volentieri, sangue e azioni vietate ai minori fossero all’ordine del giorno, e per questo mi dissocio completamente dallo spettacolo offerto”.

C: “Ricollegandomi a quanto detto dalla mia collega, il motivo principale per cui non seguo tale disciplina, sta nella troppa violenza proposta. Nonostante io sappia che determinati colpi siano “aiutati” ciò non toglie la grande pericolosità visiva dello spettacolo offerto”.

Conosci qualche wrestler?

C e N: “Senza dubbio un nome che ancora riecheggia al giorno d’oggi è quello di John Cena, oramai famosissimo in tutto il mondo anche grazie ai video comici che appaiono nella rete. Ma anche i nomi di Rey Mysterio e Batista non ci risultano nuovi”.

Risulta dunque evidente, che la causa principale del non-interesse verso il wresting made in WWE da parte delle ragazze, è legato alla mancanza di dati in loro possesso per poter giudicare effettivamente il prodotto offerto. Un altro dato che balza all’occhio, è come i wrestler citati, come John Cena, siano gli stessi che hanno riscosso più successo durante il boom della WWE in Italia, nel 2004-2006, un periodo davvero d’oro per tutti i fans del Belpaese.

Infine, invitiamo chiunque avesse letto questo articolo, ad esprimere la propria opinione, e concludiamo ringraziando ancora una volta coloro le quali si sono offerte per rispondere alle nostre domande, Claudia e Noemi.