Report: NXT 06-06-2018

Ciao a tutti amici e amiche di Spazio Wrestling! Io sono Benedetta e, come ogni giovedì, sono lieta di farvi da guida nel report dell’ultima puntata di NXT.

Ci dirigiamo subito sul ring, dove fa il suo ingresso l’NXT Women’s Champion Shayna Baszler, microfono alla mano. La campionessa dice che il forte sconfiggerà sempre il debole, ma ci sarà sempre un nuovo debole.

Fa il suo ingresso Nikki Cross e Shayna fa un po’ di trash talking prima di metterla fuori gioco e prima di lanciarle il microfono, dicendole di rifarlo ancora e ancora. Shayna posa con il titolo.

Nikki si dirige verso di lei e Shayna la spinge. Nikki diventa una furia e la attacca nell’angolo. Nikki fa per prendere la cintura, e Shayna la colpisce al volto e la spedisce fuori dal ring.

Ricordiamo che, a NXT Takeover: Chicago II, Shayna Baszler difenderà il titolo contro Nikki Cross.

TM61 vs. Mike Hughley and Robbie Grand

I TM61 partono belli carichi con alcune mosse in double team. Thorne schianta gli avversari al tappeto di faccia. Hughley riceve un jawbreaker e dà il cambio al suo partner, ma Thorne lo colpisce con un dropkick. Thorne chiude la contesa con un big knee e un big forearm al collo di Grand.

Vincitori: TM61

Nel post-match, Miller si arma di microfono e dice che hanno dimostrato di essere il miglior team di NXT. I due elencano i team che hanno sconfitto finora e dicono che affronteranno tutti gli altri team, se saranno abbastanza coraggiosi da sfidarli. Thorne dice che tutti si inginocchieranno di fronte al loro.

Rivediamo un recap del confronto avvenuto settimana scorsa tra l’NXT Champion Aleister Black e Lars Sullivan. Sullivan ha intercettato una Black Mass e ha eseguito un Freak Accident sul campione. I due si affronteranno a Takeover.

Vediamo un filmato di qualche giorno fa, in cui Sullivan si allena al WWE Performance Center, distruggendo alcuni apprendisti, in vista del suo prossimo match.

Roderick Strong vs. Danny Burch

Burch sferra un calcio al braccio di Strong, ma Strong lo spedisce sull’apron e lo colpisce con un big kick. Strong sferra diversi colpi all’avversario ed esegue un back breaker, trovando un conto di 2. Quindi, realizza un dropkick e trova un altro conto di 2. Burch colpisce Strong con un headbutt, alcuni european uppercuts, un missile dropkick, un kip-up, un release german suplex e una big clothesline.

Arrivano anche gli altri membri dell’Undispited Era, Pete Dunne e Oney Lorcan. Scoppia una rissa. Burch esegue un crossface. Adam Cole sale sull’apron. Burch si distrae e Strong trova la vittoria grazie ad un End of Heartache.

Vincitore: Roderick Strong

Nel post-match, Pete Dunne sale sul ring e attacca Strong. Sembra sul punto di finirlo, ma Kyle O’Reilly lo ferma con un chop. Strong esegue un End of Heartache e i membri dell’Undisputed Era si ergono vittoriosi.

A una sessione fotografica, Kassius Ohno si sta facendo fotografare, ma arriva EC3. EC3 esclama “Perchè lo fotografate? Romperà la macchina fotografica”. EC3 dice che Ohno non è un one-percenter. Ohno risponde che, se continuerà così, si troverà ad un uno per cento di distanza dall’essere messo fuori gioco. Ohno, quindi, sfida EC3 in un match per la prossima settimana, e lui accetta.

Vediamo un video di promozione del match tra Ricochet e Velveteen Dream. Ricochet parla di come, durante la sua carriera, abbia potuto contare sempre e solo su se stesso. Per quindici anni ha lottato con le unghie e con i denti per arrivare al top di ogni compagnia in cui è stato. Dream afferma di aver ricevuto il dono del talento di creare facilmente un impatto ovunque vada. Ricochet si prende gioco dell’eliminazione di Dream da Tough Enough e Dream dice di non ricordarsi di quel momento. Dream dice che ormai il Re è finito, mentre lui è il Principe.

Lacey Evans vs. Kairi Sane

Kairi parte aggressiva con un double chop, alcuni flying head scissors e uno stomp sulla mano di Lacey. Lacey trova un conto di 2 grazie ad un kick e ad uno springboard elbow. Quindi, Lacey intrappola Kairi in una sottomissione ed esegue un double stomp che le vale un altro conto di 2.

Lacey sferra un big boot al busto di Kairi e la colpisce con un powerslam. Quindi, sale sulla seconda corda e poi sulla terza corda e prova un moonsault, ma nulla da fare. Kairi si riprende ed esegue tre spear e uno sliding forearm. Quindi, sale sulla terza corda e trova un conto di 2 grazie ad un flying elbow. Lacey trova un conto di 2. Kairi realizza un alabama slam e un insane elbow dalla terza corda e trova la vittoria.

Vincitrice: Kairi Sane

La prossima settimana assisteremo ad un match tra Kassius Ohno e EC3 e apparirà Aleister Black.

Fa il suo ingresso Tommaso Ciampa tra i “booo” del pubblico. Ciampa saluta i fan mentre sale sul ring. Dal pubblico si alzano cori “Johnny Wrestling” e “You tapped out!” (“Hai ceduto!”). Ciampa si siede sulla terza corda e dice che Gargano fa sempre la stessa cosa e interrompe i suoi segmenti perchè ruota tutto intorno a lui.

Quindi, Ciampa si prende gioco di Gargano per aver quasi azzoppato sua moglie, dopo averla portata sul ring e dopo averlo sfidato ed esclama “tu mi hai attaccato e io mi sono solamente difeso”. Ciampa continua dicendo che Gargano non dovrebbe presentarsi a Takeover perchè non ci sarà nessun lieto fine per lui. “Tu verrai distrutto e io vincerò”, esclama. Gargano sale sul ring e attacca Ciampa. La security prova a separare i due, ma Gargano si libera ed esegue un suicide dive addosso a Ciampa.

La rissa tra i due si sposta tra il pubblico e Ciampa sta per essere portato via dalla security. Gargano gli salta addosso dalle tribune! Ciampa prova ad allontanarsi e torna sul ring. Ciampa colpisce Gargano e lo intrappola in una GargaNo Escape. Ciampa percorre la rampa e saluta, ma non è ancora finita! Gargano lo insegue e lo schianta diverse volte contro uno schermo. Ciampa inizia a sanguinare e viene intrappolato in una GargaNo Escape.

Su queste immagini termina la nostra puntata. Io vi saluto, vi ringrazio per aver scelto il nostro report e vi do appuntamento a giovedì prossimo per un altro episodio di NXT, sempre qui su Spazio Wrestling. Ciao!

Benedetta Fortunati

staffer