Report: NXT 15-11-2017

Ciao a tutti amici e amiche di Spazio Wrestling! Io sono Benedetta, e come ogni settimana vi presento il report dell’ultima puntata di NXT.

Bando agli indugi e cominciamo!

Mauro Ranallo, Nigel McGuinness e Percy Watson ci danno il benvenuto all’ultimo episodio prima di NXT TakeOver: WarGames.

Stanotte, Andrade “Cien” Almas avrà il suo faccia a faccia con l’NXT Champion Drew McIntyre e assisteremo allo scontro tra Ember Moon e Mercedes Martinez.

Partiamo con il primo match di serata.

The Street Profits vs. Tino Sabbatelli e Riddick Moss

Dawking parte subito molto carico. Ford con un velocissimo tag, e mosse in double team su Sabbatelli. Ford rivolge la sua attenzione a Moss, e Sabbatelli riesce ad avere la meglio su Ford e a portare Moss nel match. Belly-to-back suplex di Moss, che si vanta della sua grandezza per un attimo, prima di dare il tag a Tino, che inizia a colpire Ford con dei pugni in faccia. Sabbatelli continua a prendersi gioco di Dawkins sull’apron, Ford prova a introfularsi e ci riesce, riportando dentro Dawkins. Bulldog di Dawkins su Moss, e spinning clothesline nell’angolo. Grande mossa di Dawkins per lo schienamento vincente.

Vincitori per schienamento: The Street Profits

Va in onda un recap del feud scoppiato tra Aleister Black e The Velveteen Dream. Ricordiamo che i due si scontreranno a NXT Takeover: WarGames.

Lars Sullivan vs. Raul Mendoza

La differenza di stazza tra i due è piuttosto evidente e molto divertente da vedere. Sullivan carica, manca il bersaglio e riceve dei calci da Mendoza. Sull’apron, tenta di eseguire uno springboard e riceve un headbutt al petto. Sullivan carica ancora e, stavolta, connette uno splash. Big power slam, e Mendoza è già fuori gioco. Fortissimi clubbing blows alla testa da parte di Sullivan, e l’arbitro controlla le condizioni di Mendoza. Sullivan con una mossa, finalmente, chiude il match.

Vincitore per schienamento: Lars Sullivan

Nel post-match, Sullivan solleva il suo avversario per brutalizzarlo ancora un po’. Ma, accorre Kassius Ohno, e i due si fissano sul ring. Sullivan ride in faccia a Ohno e poi abbandona il ring.

Ci spostiamo nell’ufficio di William Regal. Entra Johnny Gargano, e dice che sa che NXT è il suo posto, nonostante le sue recenti sconfitte. Regal risponde che ha massima fiducia in lui e continua dicendo che Pete Dunne ha lanciato una open challenge per trovare uno sfidante, e lui pensa che Johnny sarebbe lo sfidante perfetto. Gargano accetta e il match viene sancito per la prossima settimana.

Ranallo, Watson e McGuinness ci introducono a una preview dell’imminente WarGames match tra i SAnitY, The Undisputed Era e The Authors of Pain e Roderick Strong. Quindi, assistiamo a un recap dello scontro tra i suddetti team delle ultime due settimane. Il recap ci mostra anche il tentativo dell’Undisputed Era di recrutare Strong tra le sue fila. Regal ha deciso che l’unico modo per risolvere la situazione fosse uno scontro tra i tre team in un WarGames match.

A NXT Takeover: WarGames, a sfidarsi per l’NXT Women’s Championship rimasto vacante saranno Peyton Royce, Kairi Sane, Nikki Cross e Ember Moon.

Ember Moon vs. Mercedes Martinez

Ember esegue subito un double wrist-lock, ma Mercedes riesce a liberarsene velocemente. Headlock della Martinez, Ember prova a spingerla via, ma Mercedes resta aggrappata ai suoi capelli. Shoulder tackle di Mercedes e uno stomp alla schiena di Ember. Mercedes va per eseguire un hip toss, ma Ember realizza un enziguri e tenta lo schienamento, ma solo conto di 2. Big elbows di Ember, spinebuster di Mercedes che prova lo schienamento, ma ottiene solo un conto di 2.

Ember va per eseguire un altro enziguri, ma Mercedes lo evita e manda al tappeto l’avversaria con un fortissimo chop. Due snap suplex seguiti da un delayed vertical suplex e tentativo di schienamento, ma solo conto di 2! Mercedes è incredula! Ember colpisce la sua avversaria con una serie di calci. Hurricanrana di Ember che fa finire Mercedes fuori dal ring. Ember esegue poi un hard driving suicide che rispedisce Mercedes sulla rampa. Dal pubblico partono cori NXT!” Ember sale sulla terza corda, ma viene intercettata da un big boot della Martinez. Mercedes esegue un running cutter e assistiamo ad un tentativo di schienamento a testa,ma solo conto di 2 in entrambi i casi. Mercedes viene intrappolata nelle corde, riceve un calcio alla schiena e uno stomp alla pancia da parte di Ember. Ember sale sulla terza corda ed esegue l’eclipse per lo schienamento vincente.

Vincitrice per schienamento: Ember Moon

Nel post-match, fa il suo ingresso da in mezzo al pubblico Nikki Cross. Dalla rampa arrivano Peyton Royce e Kairi Sane.

La prossima settimana, assisteremo allo scontro tra Ruby Riot e Sonya Deville e al match tra Johnny Gargano e il WWE UK Championship Pete Dunne.

L’NXT Champion Drew McIntyre fa il suo ingresso sul ring e dice che è grandioso quando un piano riesce come previsto, e sarcasticamente si congratula con Andrade “Cien” Almas per aver ottenuto il suo match a WarGames. “Ora sei nei guai” dice McIntyre. Il campione afferma che, ora, la pressione aumenterà e si chiede se Almas riuscirà a gestirla, perchè lui, che è il campione, sa di riuscirci, mentre solleva in alto il titolo. McIntyre chiede a Almas di uscire fuori e di affrontarlo da vero uomo, almeno per una volta. “Ammesso, ovviamente, che Zelina ti tolga il guinzaglio per una sera”, ironizza McIntyre.

Parte la musica di Almas e fa il suo ingresso Zelina, da sola! McIntyre non rimane colpito da questa mossa. Quindi, arriva Almas e salta immediatamente sul ring. I due iniziano a colpirsi! Zelina salta dalla terza corda e McIntyre si distrae cascando nel tranello. Questa distrazione permette a Almas di eseguire una hammerlock DDT. Zelina solleva l’NXT Championship e inneggia Almas, mentre lui fissa la cintura. I due vanno via lasciando McIntyre steso al centro del ring con il suo titolo.

Su queste immagini termina la puntata. Io vi saluto, vi ringrazio per aver scelto il nostro report e vi ricordo che questo sabato si terrà NXT Takeover:WarGames. Ciao a tutti!

 

Benedetta Fortunati

staffer