Shot’Em Edition: Destruction 2017

Benvenuti a tutti gli amici di Spaziowrestling.it a questo nuovo numero di Shot’Em Edition. Oggi parleremo del prossimo PPV della NJPW, Destruction.

Tale evento è promosso dalla NJPW dal 2007 ed annualmente rappresenta il primo PPV dopo la conclusione del G1 Climax con diversi incontri spesso derivanti dagli scontri avvenuti proprio durante il torneo di Agosto. Dal 2014, non sono stati più inseriti nella card match riguardanti il titolo IWGP Heavyweight Champioship, ma solo incontri riguardanti titoli minori o la possibilità di entrare nel main event del Tokyo Dome sfidando il vincitore del G1 Climax. Il titolo massimo viene sempre difeso nell’evento successivo, cioè King of Pro-Wrestling, che si svolge nei primi di ottobre e già per quest’anno sono stati stabili quali saranno i match che caratterizzeranno il prossimo PPV:

  • Kazuchika Okada (c) vs. EVIL per il IWGP Heavyweight Champioship;
  • Tetsuya Naito vs. Tomohiro Ishii con in palio il main event di Tokyo Dome 2018.

Ne parleremo maggiormente nel prossimo editoriale, ma per adesso concentriamoci su Destruction.

Tale PPV si svolgerà in più date, precisamente in tre domeniche iniziando dal 10 Settembre a Fukushima, successivamente il 16 Settembre a Hiroshima e in fine il 24 Settembre a Kobe. Oramai per usanza, per quanto riguarda gli spettacoli minori, la NJPW distribuirà i match più importanti in più date, rinunciando cosi ad avere un’unica card davvero ben fatta, ma riuscendo anche a proporre maggiori spettacoli in diverse città del Giappone, cosi da poter avere maggiori introiti. Coloro che saranno svantaggi, per modo di dire, saranno gli spettatori da “casa”, che non potranno assistere ad un unico show ben costruito, ma è sicuramente un’azione strategica per la federazione giapponese, da un punto di vista prettamente economico.

Come ho già detto in precedenza, la storyline dei match viene costruita durante i vari incontri che si svolgono durante il torneo G1 Climax, infatti durante il torneo chiunque può guadagnarsi una title shot, basta sconfiggere un qualsiasi campione.

Ora come ora andremo ad analizzare e a fare pronostici solamente per i match più importanti dei tre eventi, cioè quelli titolati:

1) Minoru Suzuki (c) vs. Michael Elgin per il NEVER Openweight Champioship:

Avremo la possibilità di assistere ad un importante match con grosse aspettative, forse l’incontro più atteso dell’intera card. Da una parte abbiamo Elgin che si sta rilevando sempre di più da un anno a questa parte un potenziale main eventer e dall’altra Minoru che ha uno status più che consolidato. Elgin, nonostante le ottime prestazioni avute quest’anno, non ha avuto nessuna grande vittoria e la sua gestione durante il torneo del G1 Climax è stata pessima, nonostante abbia fornito delle ottime prestazioni. Per tali motivazioni, secondo me, questo match potrebbe essere un’ottima possibilità per lui per essere rilanciato perchè ne ha davvero bisogno e se lo merita per quanto dimostrato. Suzuki ha dato maggior credibilità al titolo durante il suo regno rispetto a quanto aveva fatto Hirooki Goto, ma credo che per lui ci possano essere altri piani in futuro, come la possibilità di poter affrontare Tanahashi per il titolo Intercontinentale a Tokyo Dome. Per lui, subire una sconfitta adesso, sicuramente non scalfirebbe il suo status. Il match è stato stipulato poichè Elgin ha sconfitto Suzuki nel torneo estivo e la stipulazione che hanno deciso, lumberjack deathmatch, è molto singolare per la federazione giapponese, ma crea maggior interesse per l’incontro.

Possibile vincitore: Michael Elgin

2) Hiroshi Tanahashi (c) vs. Zack Sabre Jr. per il IWGP Intercontinental Champioship:

Anche tale match ha avuto il suo inizio dalla sconfitta della vittoria di ZSJ ai danni del campione intercontinentale durante il G1 Climax. Il giovane inglese sta avendo negli ultimi mesi soprattutto durante il torneo sempre di più una maggior considerazione da parte della New Japan  e ha dimostrato di poter rispettare tutte le aspettative che siano nei suoi confronti. Nonostante questo non credo che il regno di Tanahashi sia in pericolo, ma anzi credo che tale incontro sia il preludio di un altro match. Infatti, come spesso è già accaduto, penso che la sconfitta di Zack possa portare ad un match a Tokyo Dome fra Tanashi e Suzuki per il titolo. Perchè? Semplice, come si è visto in altri casi, Sabre fallirà e allora Minoru, il leader della fazione a cui fa parte anche l’inglese, dovrà scendere in campo e per tale motivo credo anche che Suzuki perderà il suo titolo, come detto in precedenza.

Possibile vincitore: Hiroshi Tanahashi

3) KUSHIDA (c) vs. El Desperado per il IWGP Junior Heavyweight Champioship:

Tale incontro ha avuto inizio durante il torneo Best of the Super Juniors, nella quale El Desperado ha sconfitto l’attuale campione dei pesi leggeri. La faida fra i due è proseguita, infatti KUSHIDA, dopo aver mantenuto il titolo contro BUSHI, è stato attaccato da dietro con una chitarra proprio da El Desperado che ha richiesto un match per il titolo. La stessa storia si è ripetuta il 12 Agosto, tranne che a posto della chitarra Desperado ha utilizzato direttamente il titolo e successivamente lo ha rubato portandolo via con sè. Questo è l’unico incontro che ha avuto una costruzione decente, anche se non ha suscitato molto interesse. E’ dovuto al fatto che il risultato è abbastanza scontato. El Desperado non è abbastanza “over” per poter vincere il titolo e, attualmente, il regno di KUSHIDA è molto buono, cosa abbastanza rara per quanto riguarda il “Time Splitter”.

Possibile vincitore: KUSHIDA

4) Kenny Omega (c) vs. Juice Robinson per il IWGP United States Heavyweight Champioship:

Anche in questo caso, Robinson ha ottenuto la sua title shot, sconfiggendo Omega nel G1 Climax. E’ la seconda volta che l’ex WWE partecipa al main event di un PPV e questo sottolinea quanto la New Japan punti su di lui, nonostante non abbia la stessa stoffa di altri main eventer del roster. C’è anche da sottolineare come sia molto considerato anche dal pubblico giapponese. Questa è la prima difesa titolata per The Cleaner ed un ottimo modo per valorizzare questa cintura. Questo incontro è quello più difficile da pronosticare perchè da una parte si ha un wrestler molto considerato dalla federazione che potrebbe ottenere la sua prima vittoria davvero importante da quando è arrivato in Giappone, e dall’altra si ha un campione affermato a livello internazionale che può dare molta credibilità ad una cintura appena creata che ha bisogno di una forte spinta iniziale. Se Robinson dovesse vincere, la cintura perderebbe già il suo valore e verrebbe considerata una cintura di serie “B”, per tale motivo credo che Kenny Omega possa mantenere il titolo.

Possibile vincitore: Kenny Omega

5)  War Machine  (Hanson and Raymond Rowe) (c) vs. Killer Elite Squad (Davey Boy Smith Jr. and Lance Archer) vs. Guerrillas of Destiny (Tama Tonga and Tanga Loa) per IWGP Tag Team Champioship:

Una peculiarità di questo PPV è proprio questo incontro che si svolgerà in tutte le tre date stabilite. Dopo aver difeso i titoli contro Cody e Hangman Page del Bullet Club, i War Machine sono stati sfidati dai Guerrillas of Destiny che hanno preteso il loro rematch per i titoli di coppia. Tuttavia, prima che potessero reagire, entrambi  i team sono stati attaccati da K.E.S., che erano rimasti fuori gioco da Febbraio a causa dell’infortunio di Archer. I War Machine stanno facendo un buon anno sia in NJPW sia in ROH e per questo possono essere considerati fra i primi tag team che ci sono in circolazione a livello internazionale. Nonostante questo credo che possano perdere i titoli per portare una ventata di aria fresca per una divisione che non riesce a creare molto interesse, anche a causa della divisone fra i pesi leggeri e i pesi massimi. I Killer Elite Squad potrebbero dare vitalità ai titoli di coppia e per questo credo che riusciranno a portarsi a casa la vittoria, diventando i nuovi campioni.

Possibili vincitori: Killer Elite Squad (Davey Boy Smith Jr. and Lanche Archer)

Ultime considerazioni: questo evento, insieme al King of Pro Wrestling, rappresenta l’ultima tappa prima di Tokyo Dome, la Wrestlemania della NJPW. Da quanto si può vedere, escono fuori i difetti maggiori della federazione giapponese, cioè non dare molta importanza alle storyline e creare incontri fuori dal nulla senza nessun tipo di costruzione. Per tale motivo l’interesse nei confronti di questo PPV non è enorme e, secondo me, la NJPW deve cercare di pretendere sempre di più da sè stessa se vuole arrivare ai livelli della WWE, perchè ha tutte le carte in regola per aspirare a tanto.

Buona visione e noi ci vediamo per il prossimo editoriale del Rainmaker Cafè

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club