Shot’Em Edition: Dominion 2017

Benvenuti a tutti quanti a questo nuovo editoriale di Shot’Em Edition, sono sempre io, Francesco Muolo, e oggi parleremo del prossimo spettacolo offertoci dalla NJPW.

Dominion 6.11 a Osaka-jo Hall è il prossimo evento di wrestling professionale promosso dalla New Japan Pro Wrestling (NJPW). L’evento è previsto per l’11 giugno 2017 a Osaka presso l’Osaka-jō Hall e sarà il nono evento sotto il nome di Dominion e il terzo di fila per l’Osaka-jō Hall. E’ stato ufficialmente annunciato il 4 gennaio 2017, durante Wrestle Kingdom 11 a Tokyo Dome. Questo è il PPV più importante della NJPW dopo Wrestle Kingdom 11 e G1 Climax che si svolgerà fra Luglio e Agosto. L’evento andrà in onda attraverso il sito di streaming della NJPW, New Japan Pro Wrestling World, e avrà anche il commento in inglese.

La federazione giapponese arriva da un periodo di calma e di quiete dopo Wrestle Kingdom, senza aver fatto grandi stravolgimenti, infatti Okada, Naito e Takahashi sono rimasti i campioni dei loro rispettivi titoli da Gennaio, portando avanti tutti e tre dei regni titolati molto buoni e con difese titolate di grande livello. Ma adesso la NJPW potrebbe portare delle novità, anche in vista del G1 Climax. Chissà se questa è l’occasione buona per degli stravolgimenti. Andiamo a vedere insieme ogni singolo incontro.

 

Pre-show – Six-man tag team match: David Finaly, Shota Umino e Tomoyuki Oka vs. Hirai Kawato, Katsuya Kitamaru e Tetsuhiro Yagi

Classico pre-show della NJPW, composto da un tag team match senza alcuna nota in particolare. Ritroviamo in fondo alla card Finlay, dopo la sconfitta subita da Cody a Wrestling Dontaku, e purtroppo non ha ancora dimostrato di essere all’altezza di un posizionamento più alto all’interno della card. Un match che sicuramente non darà molta visibilità sia agli sconfitti sia ai vincitori. L’unico wrestler, che mi attira di più, è Kitamaru per il connubio di forza e agilità, ma la sua considerazione all’interno del roster giapponese è molto bassa. Scelgo come vincitori il team di Finlay.

Vincitori: David Finlay, Shota Umino e Tomoyuki Oka

 

1° match –  Eight-man tag team match: Hiroyoshi Tenzan, Jushin Thunder Liger, Manabu Nakanishi e Satoshi Kojima vs. Tiger Mask, Tiger Mask W, Togi Makabe e Yuji Nagata

Altro tag team match, ma questa volta più eccitante. Potrebbe essere sicuramente un buon opener e soprattutto è un ottimo modo per coinvolgere il pubblico fin dall’inizio dell’evento. Da una parte all’altra si hanno molte leggende che hanno fatto la storia del pro-wrestling giapponese; per questo motivo avremo, secondo me, una grossa partecipazione del pubblico. Tra le leggende, si trova Kota Ibushi che ogni tanto si fa vedere nella New Japan. Per quanto ne so, non ha un contratto esclusivo con la federazione e questo li permette di poter partecipare ad eventi di altre federazioni indipendenti. Mi spiace molto perché credo sia uno spreco di enorme talento come il suo. Jushin Thunder Liger ha partecipato, insieme a Tiger Mask IV, al suo ultimo torneo BOSJ. Su 7 match disputati, Liger ne ha vinto solo uno. Non hanno voluto costruire una possibile storia sul fatto che fosse la sua ultima partecipazione, anzi hanno usato lo stesso trattamento che ha avuto Tenzan nel suo ultimo G1 Climax, l’anno scorso. Anche in questo caso, secondo me, non hanno sfruttato al meglio una grossa occasione, ma, a quanto pare, questa è la loro politica. Ritornando al match, mi aspetto grandi cose soprattutto da Tiger Mask W (Kota Ibushi). Credo che la vittoria andrà alle “tigri” perché ogni volta sono molto protetti e considerati.

Vincitori: Tiger Mask, Tiger Mask W, Togi Makabe e Yuji Nagata

 

2° match – Gauntlet match for the NEVER Openweight 6-Man Tag Team Championship: Los Ingobernables de Japon (Bushi, Evil and Sanada) (c) vs. Bullet Club (Bad Luck Fale, Hangman Page and Yujiro Takahashi) vs. Chaos (Tomohiro Ishii, Toru Yano and Yoshi-Hashi) vs. Suzuki-gun (Taichi, Yoshinobu Kanemaru and Zack Sabre Jr.) vs. Taguchi Japan (Juice Robinson, Ricochet and Ryusuke Taguchi)

Il 5 giugno la NJPW ha annunciato che i titoli detenuti dai tre de LIJ saranno messi in palio in un gauntlet tag team match, nella quale si sfideranno due tag team alla volta finché non né rimarrà solo uno. Ogni singolo match si svolgerà come un normale tag team match, cioè durerà fino a quando uno dei due tag team non perderà a causa o di uno schienamento o di una sottomissione o di una DQ. Hanno messo in piedi questo incontro, utilizzando i wrestlers non coinvolti in nessun’altra storia e che erano rimasti fuori dal pay-per-view. Per tale motivo, la costruzione è totalmente nulla, come è sempre stato con questi titoli. Diciamo che questi titoli servono più da ornamento per coloro che si trovano nel mid-carder. Sicuramente tutti gli incontri che si sono visti, non hanno mai deluso, anzi hanno creato sempre molto coinvolgimento. La stipulazione era già stata riutilizzata l’anno scorso, però in quel caso erano stati coinvolti soltanto tre tag team. Potrebbe venir fuori un ottimo spettacolo, se sapranno equilibrare bene il tempo con la qualità dei wrestlers. Non è mai facile decretare il vincitore con questi titoli in palio, soprattutto in questo caso, visto che le fazioni coinvolte sono maggiori e che tutti quanti sono dei possibili vincitori. Quest’anno ci sono stati molti cambi di titoli e si sono visti dei regni molto brevi, per questo credo che in questo caso i campioni riusciranno a difendere i propri titoli, ma se ci dovesse essere un papabile vincitore oltre a loro credo che possa essere la fazione di Suzuki-gun.

Vincitori: Los Ingobernables de Japon (Bushi, Evil and Sanada)

 

3° match – Tag team match for the IWGP Junior Heavyweight Tag Team Championship: Roppongi Vice (Beretta and Rocky Romero) (c) vs. The Young Bucks (Matt Jackson and Nick Jackson)

Questo è un rematch di Wrestle Kingdom 11, evento in cui The Young Bucks persero il titolo contro gli attuali campioni. Per gli sfidanti è la prima volta che ritornano nella New Japan da Gennaio e potrebbero avere un’ottima occasione per vendicarsi dei titoli persi mesi fa. Ultimamente anche i titoli di coppia Junior hanno avuto regni brevi, infatti i campioni le hanno riconquistate ai danni di Taichi e Yoshinobu Kanemaru il 27 Aprile. Entrambi i tag team hanno messo in piedi sempre un ottimo spettacolo, quando si sono scontrati sul ring, quindi dal punto di vista del lottato non c’è da preoccuparsi. La costruzione del match, invece, lascia un po’ a desiderare. Penso che il cambio di titolo sia quasi sicuro poiché il ritorno e la vittoria degli Young Bucks potrebbe coincidere con la vittoria nel main event di Kenny Omega, cosi da ridare visibilità al The Elite, che negli ultimi mesi era scomparsa. La loro vittoria potrebbe essere anche in ottica del prossimo tour in USA, il che favorirebbe l’allargamento nel mercato occidentale. L’inserimento nel gruppo di Marty Scurll è un altro segno di grossa garanzia.

Vincitori: The Young Bucks (Matt Jackson and Nick Jackson)

 

4° match – Tag team match for the IWGP Tag Team Championship:  War Machine (Hanson and Raymond Rowe) (c) vs. Guerrillas of Destiny (Tama Tonga and Tanga Roa)

I War Machine hanno fatto la loro prima difesa titolata il 3 maggio in un match tridimensionale, coinvolgendo Tencozy (Hiroyoshi Tenzan e Satoshi Kojima) e Guerrillas of Destiny. Dopo aver schienato Tenzan e  manteneto i titoli, sono stati attaccati da dietro dai componenti del Bullet Club, cosi è stato stabilito il match fra questi due team. Per ora i campioni sono il miglior team in circolazione e il loro regno è appena iniziato. Per questi motivi sono sicuro che manterrano i titoli e anche per un lungo tempo. Credo che anche in questo caso vedremo un bello spettacolo, soprattutto perché hanno un’ottima alchimia sul ring, per quello che si è visto durante il torneo del BOSJ.

Vincitori: War Machine (Hanson and Raymond Rowe)

 

5° match – Singles match:  Cody vs. Michael Elgin

Un altro match che coinvolge un membro del Bullet Club. Cody, fino adesso nella sua esperienza nella NJPW, ha sconfitto Juice Robinson e David Finlay. Dopo l’ultima vittoria, ha proclamato di voler sfidare atleti di maggior calibro e per questo è stato decretato tale disputa. Michael Elgin è perfetto per poter esaltare le qualità di Rhodes, che, fino adesso, non ha rispettato in pieno le aspettative nei suoi confronti. E’ ottima possibilità per l’ex wresler della WWE di dimostrare qualcosa anche vista, forse, della sua partecipazione al G1 Climax. Dato che ha bisogno di vincere per aumentare la sua credibilità, credo proprio che a vincere sarà l’American Nightmare. Per quanto riguarda Michael, ritorna in uno show della New Japan dopo la sconfitta di Febbraio subita da Naito. Le sue qualità non si mettono in discussione e per questo sono abbastanza sicuro che potremmo assistere ad una bella contesa.

Vincitore: Cody

 

6° match – Singles match for the IWGP Junior Heavyweight Championship: Hiromu Takahashi (c) vs. Kushida

Il 3 giugno, Kushida ha sconfitto Will Ospreay nelle finali per vincere il torneo Best of the Super Juniors (BOSJ) del 2017, la sua seconda vittoria di BOSJ in tre anni. In seguito, Kushida ha dichiarato di voler affrontare Hiromu Takahashi per il IWGP Junior Heavyweight Championship. Dopo aver perso titolo proprio contro Takahashi il 4 gennaio al Wrestle Kingdom 11, Kushida ha ricevuto una cocente sconfitta anche il 9 aprile a Sakura Genesis 2017 nel rematch per il titolo. Una sconfitta “umiliante” in soli 116 secondi. Da quel giorno, Kushida ha dato inizio alla sua “redenzione” in maggio vincendo il ROH World Television Champioship (ROH) durante il tour nordamericano della NJPW e la sua fiducia è aumentata durante il BOSJ, quando ha incontrato William Regal della WWE, che ha elogiato la sua finale di Best of the Super Juniors 2015 contro  Kyle O’Reilly. Dopo aver completato il suo ritorno con la vittoria del BOSJ, Kushida ha deciso di vendicarsi contro Takahashi per le sconfitte subite. Prima della finale di BOSJ, Takahashi aveva dichiarato di voler affrontare Ospreay, che l’aveva eliminato dal torneo, come suo sfidante al Dominion 6.11. Nonostante questo, la NJPW ha scelto di rendere Kushida il contendente numero uno, annunciando ufficialmente l’incontro tra i due. Takahashi ha fatto molto bene in questo regno, ridando maggior valore alla cintura, cosa che non era riuscito a fare Kushida. Mi sarebbe piaciuto che il torneo lo vincesse Will Ospreay, cosi da potergli far vincere il titolo di cui ha cosi tanto bisogno. Nonostante questo, la NJPW è riuscita a gestire molto bene la redenzione di Kushida, rendendolo un valido avversario per il campione. Credo che lo sfidante ne uscirà fuori campione, altrimenti un’ennesima sconfitta lo affosserebbe totalmente.

Vincitore: Kushida

 

7° match – Lumberjack deathmatch for the NEVER Openweight Championship: Minoru Suzuki (c) vs. Hirooki Goto

Suzuki ha conquistato il titolo da Goto il 27 aprile con l’aiuto di El Desperado, membro della sua fazione Suzuki-gun. Successivamente, Goto ha ripetutamente richiesto un rematch contro Suzuki. Il 3 maggio, Suzuki ha chiamato Goto e tutta la sua stable CHAOS, dichiarando guerra tra le due fazioni. L’8 maggio, NJPW ha annunciato il rematch tra i due, aggiungendo la stipulazione del Lumberjack deathmatch comprendendo cosi tutti i membri del Chaos e Suzuki-gun. Non credo di aver mai visto una stipulazione del genere nella federazione giapponese e credo che sia perfetto per il tipo di storia che stanno raccontando. Vediamo come sfrutteranno questa possibilità che esce fuori dai canoni e dallo stile della New Japan. Suzuki ha uno stile di combattimento fantastico e sicuramente manterrà il titolo, essendo la sua prima difesa titolata.

Vincitore. Minoru Suzuki

 

8° match – Singles match for the IWGP Intercontinental Championship: Tetsuya Naito (c) vs. Hiroshi Tanahashi

Anche questo è un altro rematch di Wrestle Kingdom 11 a Tokyo Dome. Dopo aver difeso con successo il titolo contro il Juice Robinson il 29 aprile, Naito è stato sfidato da Tanahashi, che aveva sconfitto il suo compagno Evil nello stesso giorno. Tanahashi ha insistito per questo match anche a causa del maltrattamento della cintura da parte di Naito che la lanciava in giro e li dava dei calci, rovinandola sempre di più. Altri come Jushin Thunder Liger hanno espresso il loro disappunto per le azioni di Naito. Il 18 maggio, NJPW ha annunciato che Tanahashi aveva rotto il suo bicipite tendine destro durante un recente tour in Usa, ma ha dichiarato di essere in programma di tornare in forma in tempo per Dominion 6.11. Nelle settimane che hanno portano a Dominion, Naito ha criticato la decisione della NJPW di introdurre il nuovo titolo IWGP United States Heavyweight Champioship, affermando che la sua cintura ha un valore maggiore. Naito ha dichiarato che, se dovesse vincere contro Tanahashi, vuole che il titolo sia ritirato e, se questa decisone non verrà accettata dalla NJPW, allora lui distruggerà completamente il titolo. Tanahashi è apparso a NJPW il 3 giugno dicendo che è pronto per il match e aggiungendo che salverà il titolo intercontinentale da Naito. Tanahashi ha subito un infortunio abbastanza serio tanto che avrebbe bisogno di alcuni mesi di riposo. Questa contesa è la più difficile da prevedere poiché Tanahashi ha bisogno di una vittoria per arrivare al pareggio con Naito per match vinti, d’altra parte, però, Naito sta migliorando tantissimo, portando avanti uno dei migliori regni di sempre. Per questo io punto su di lui.

Vincitore: Tetsuya Naito

 

9° match – Singles match for the IWGP Heavyweight Championship: Kazuchika Okada (c) vs. Kenny Omega

Eccoci arrivati all’attesissimo main event di Dominion. Questo sarà un rematch di Wrestle Kingdom 11 a Tokyo Dome, dove Okada era riuscito a difendere con successo il titolo contro Omega in un match che ha fatto la storia del wrestling, portando con se molte critiche, tra cui una valutazione a sei stelle (su una scala da zero a cinque) di Dave Meltzer del Wrestling Observer Newsletter. Omega, dopo tala contesa, aveva preso una pausa dal NJPW per “rivedere il suo futuro”, affermando di “pesare tutte le opzioni”. Nonostante l’interesse di WWE, Omega alla fine ha deciso di rimanere con NJPW e di ritornare a fine febbraio. Il 3 maggio al Wrestling Dontaku 2017, Omega è stato nominato dal campione come suo prossimo sfidante a Dominion 6.11 a Osaka-jo Hall. Okada ha dichiarato di aver deciso di nominare Omega a causa di voler affrontare il più forte sfidante possibile. In un’intervista di recente, Omega ha dichiarato che pensava che fosse “troppo presto per il rematch”, ma ha riconosciuto che non esiste il momento giusto, quando si deve lottare, non ci si può ritirare indietro. Spero tanto di poter assistere an un grande spettacolo, che, sia diverso rispetto all’incontro di Gennaio. Come è stato ammesso anche da Omega, questa non sarà sicuramente l’ultima contesa tra i due e per questo motivo, può darsi che Okada possa mantenere il titolo ancora per un certo periodo. Devo dire che la costruzione del match è stata molto veloce, senza poter lasciare passare un po’ di tempo dall’ultimo incontro.  Non hanno neanche avuto modo di poter ricostruire totalmente la credibilità di The Cleaner. Comunque, nonostante tutto, da questi due puoi aspettarti di tutto. Il finale è molto in bilico fra due casi, secondo me: o finirà senza un vincitore dopo 60 minuti, cosi da far vincere successivamente Omega a Long Beach in America, o sarà proprio quest’ultimo ad interrompere l’incredibile regno del Rainmaker.

Vincitore: Kenny Omega

 

Con questo è tutto. Spero di essere stato esaustivo e soprattutto di avervi messo un po’ di curiosità per questo pay-per-view. Vi rinnovo il prossimo appuntamento sempre qui su Spaziowrestling con l’editoriale del Rainmaker Cafè della prossima settimana, dove andremo ad analizzare i match di domenica.

 

Have  a nice day.

Comments

Commenta questo post

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club

fmuolo has 217 posts and counting.See all posts by fmuolo