The Mirror #21- Bayley: “Con gli occhi di un bambino”

Se decidi di entrare nel mondo del wrestling, di solito, devi avere un carattere forte, spalle larghe per assorbire i colpi e le critiche, tanta pazienza e forza di volontà. Di certo è un mondo ostico, duro, dentro e fuori il ring avrai molti avversari, alcuni di loro diverranno tuoi amici alla lunga, altri aspri rivali.
Pensate poi se vi approcciaste ad esso con gli occhi di un bambino, sempre meravigliato, tributando il rispetto dovuto ad ogni avversario, cercando di farsi più amici possibili all’interno dell’ambiente. Tutto risulterebbe ancora più difficile.
Nonostante le avversità, questo è stato l’approccio scelto da Pamela Rose Martinez, wrestler americana nata a Newark il 15 giugno dell’anno 1989, che tutti noi siamo abituati a conoscere come Bayley.
Lei è la protagonista del nostro appuntamento bi-settimanale con The Mirror, appuntamento in cui andremo a scoprire le origini della sua carriera da lottatrice e i traguardi fin ora raggiunti nella WWE e non solo.
Senza ulteriori indugi, perdiamoci nel flusso del tempo, con la musica trascinante nella testa.

 

La carriera della giovane Pamela vede il suo inizio nel 2008, dapprima in diversi circuiti indipendenti.
Il primo di questi, la Big Time Wrestling, le concede l’opportunità di mettersi in mostra sul ring il 19 settembre, facendola debuttare con il ring name di Davina Rose in un match tag team, che tra l’altro perde.
Fino al 2012 maturerà una forte esperienza di combattimento e intrattenimento nelle indipendenti, passando anche per la NWA Championship Wrestling From Hollywood, federazione nella quale, al match di debutto, sconfigge Candice LaRae, nuovo acquisto di NXT nonché moglie di Johnny Gargano.
Lavora anche per la SHIMMER Women Athletes, andando ad arricchire ancora di più il suo curriculum di esperienze pre-WWE. Non passa infatti molto tempo prima che la più grande compagnia di pro-wrestling del mondo la noti e cerchi di farla entrare nel proprio territorio di sviluppo ormai rinnovato, lo show giallo di NXT.

È il dicembre del 2012, il mondo ha appena scampato la fine del mondo predetta dai Maya e Bayley sta firmando il suo primo contratto di sviluppo con la WWE: tutto va per il meglio insomma.
Fa il suo debutto ad NXT il 24 gennaio del 2013, dapprima mantenendo il suo nome originario di Davina Rose (nome che comunque sarebbe stato sostituito di lì a poco) e combattendo fianco a fianco con PaigeCharlotte per sconfiggere Audrey MarieEmmaSummer Rae. Tuttavia questa prima apparizione è solo in un house show, mentre per il debutto televisivo bisognerà aspettare il 20 marzo, quando ormai il ring name originario è del tutto scomparso per far spazio al ben più familiare nome di Bayley.
Nel match di debutto vero e proprio Pamela ancora non ha adottato la gimmick della ragazza allegra, solare, con la voglia di abbracciare tutti; viene per altro sconfitta da Paige. Le dosfatte non si fermano lì e Bayley continua a perdere match dopo match, fino a quando non si presenta al pubblico col suo nuovo personaggio, quello che tutt’ora la accompagna sul ring. Tutto sommato questo cambiamento non riesce a invertire la rotta presa dalla ragazza,che continua ad essere schienata dalle rivali in ogni occasione, perdendo al primo turno la possibilità di vincere il torneo indetto per coronare la nuova campionessa di NXT, contro Alicia Fox e non riuscendo nemmeno a sfruttare la chance di vincere il titolo delle Divas contro l’allora campionessa Aj Lee.

Solo un anno dopo, l’8 gennaio del 2014, Bayley riuscirà a godere per la prima volta di una vittoria in singolo, battendo Summer Rae. Inizia allora un periodo più fortunato, in cui sconfigge per ben tre volte Sasha Banks, salvo poi perdere contro la stessa nel primo turno di un nuovo torneo per il titolo NXT femminile. Ma la rotta intrapresa sembra essere finalmente quella che porta al successo, tanto che Bayley riesce a ritagliarsi un posto nel match per il titolo femminile previsto per l’evento speciale NXT TakeOver: Fatal 4-Way : la sua avversaria è la campionessa Charlotte, che però mantiene il titolo. Bayley non si da per vinta e riesce a riguadagnarsi lo spot come prima sfidante al titolo sconfiggendo Alexa Bliss. La musica tuttavia non cambia e Charlotte afferma nuovamente la sua superiorità.

Le opportunità per Bayley non sono però finite: si trova invischiata in una faida a quattro con Sasha Banks, Charlotte e Becky Lynch. Tale rivalità condurrà le donne che in futuro verranno conosciute come le Four Horsewomen a sfidarsi durante l’evento NXT TakeOver: Rival  in un Fatal 4-Way match che vede alla fine una trionfante Sasha Banks prevalere sulle altre ed alzare il titolo al cielo.
A spargere il sale sulle fresche ferite di Bayley ci pensa Emma, che critica l’estrema gentilezza della ragazza, imputando a questa sua caratteristica la sconfitta nel match titolato. Bayley è naturalmente in disaccordo con le affermazioni della rivale, tanto che le due si scontrano diverse volte sul quadrato, scontri che coinvolgono anche Dana Brooke, nuova alleata di Emma. In aiuto di Bayley accorre inaspettatamente l’ex campionessa Charlotte, che la conduce alla vittoria anche nel tag team match che disputa con lei a NXT TakeOver: Unstoppable.

Pamela è costretta a riposare lontana dal ring per un breve periodo, per recuperare un infortunio alla mano. Quando torna sconfigge subito Emma, annunciando la sua volontà di conquistare finalmente l’NXT Womens Championship che per tante volte le era sfuggito come sabbia tra le dita. Per affermare il suo status deve prima mettere con le spalle a terra sia Charlotte che Becky Lynch. Solo allora riesce a guadagnarsi un’altra possibilità, quella più importante, per portare a casa il risultato. Ad attenderla c’è la rivale di sempre, Sasha Banks, e il palcoscenico scelto è quello di NXT TakeOver: Brooklyn. Ma il risultato questa volta è differente dai precedenti, perchè Bayley riesce effettivamente a mantenere la sua promessa e a laurearsi per la prima (e unica) volta campionessa di NXT. Alla fine del match il suo traguardo viene celebrato da Charlotte, Becky e Sasha, in un tripudio di emozioni che cancella le asperità dei rapporti precedenti tra le quattro donne che stanno cambiando il panorama del wrestling femminile a livello mondiale.
Ma la ciliegina sulla torta viene posta dall’Iron Women Match della durata di 30 minuti che viene stipulato come rematch della contesa precedente e andato in scena a NXT TakeOver: Respect: Bayley riesce a mantenere il suo titolo, difeso per altro nel main event dello show speciale, segnando un punteggio di 3-2 a suo favore dopo mezz’ora di pura lotta contro Sasha Banks. Uno dei match femminili più belli ed entusiasmanti che io abbia mai visto.

 

Chiuso il capitolo Sasha Banks, il titolo di Bayley non è comunque al sicuro: la giovane campionessa riesce tuttavia a difenderlo dagli assalti di Alexa Bliss, Eva Marie e dalla più grande minaccia rappresentata da Nia Jax. Insomma il suo regno va a gonfie vele; ma si sa, anche la barca più solida può naufragare contro degli scogli particolarmente irti. E gli scogli, per la povera Bayley, hanno un nome ben preciso: Asuka. La nuova arrivata wrestler giapponese riesce a strappare dalle mani della campionessa il titolo durante NXT TakeOver: Dallas, il 1 aprile del 2016.

È tempo di Draft in casa WWE e tutti si aspettano che Bayley lasci NXT per iniziare la sua avventura nel main roster: tuttavia ciò non accade e la donna non viene scelta né da Raw né da SmackDown, rimanendo dunque ad NXT, mentre le sue compagne Sasha, Charlotte e Becky lasciano lo show giallo.
Nonostante ciò Bayley appare nel roster principale durante un ppv, Battleground, quando si rivela essere la partner misteriosa di Sasha Banks. Quella resterà un’apparizione one night only per Bayley, che tornerà presto ad NXT per cercare di riconquistare il suo titolo: l’impresa non le riesce e ad NXT TakeOver: Brooklyn II Asuka resta campionessa sconfiggendola. Alla fine del match il pubblico dedica una standing ovation alla grande Bayley, che negli anni ad NXT ha dimostrato sempre una grande caparbietà e forza d’animo anche di fronte agli ostacoli che sembravano per lei insormontabili.

La lunga parentesi ad NXT si può dire ormai conclusa per Bayley, che nel territorio di sviluppo è cresciuta e maturata ed ora è pronta, come le sue compagne di un tempo, a sfondare negli show principali.
Come abbiamo letto, Bayley aveva fatto la sua prima comparsa nel main roster già in quel di Battleground, affiancando l’ex rivale Sasha Banks: bisognerà attendere la fine di uno dei Big Four, SummerSlam, per vedere finalmente il suo debutto ufficiale a Raw, precisamente il 22 agosto 2016. In questo show di debutto sconfigge Dana Brooke, ma la prima vittoria davvero rilevante la registriamo poche settimane dopo, quando riesce ad avere la meglio anche su Charlotte, allora Raw Women’s Champion.

 

Bayley ottiene subito una chance di divenire la sfidante numero uno al titolo, ma prima deve superare due ostacoli non da poco: Dana Brooke, spalla della campionessa Charlotte, e Sasha Banks. Il Triple Threat Match si conclude con un doppio schienamento ai danni di Dana da parte delle altre due partecipanti, che quindi insieme ottengono il posto di sfidanti al titolo della figlia di Ric Flair al ppv Clash Of Champions. Anche in questa occasione Charlotte mantiene il titolo, lasciando la Boss e la Hugger a bocca asciutta.
Bayley decide allora prima di tutto di chiudere i conti con la Brooke, che l’ha ostacolata fin dal suo arrivo nel main roster: ad Hell in a Cell sconfigge Dana e chiude i conti.

Le opportunità titolate per la nostra protagonista fanno il loro ritorno solo con il nuovo anno: la dolce Bayley vince faticosamente un match contro Nia Jax, trovandosi presto proiettata nella sfera titolata per l’ennesima volta.
Sarà questa la volta buona per la vittoria del titolo femminile di Raw?
La Royal Rumble riesce a rispondere a questa annosa domanda, ma la risposta in questione non può certo far piacere a Bayley, che si ritrova per l’ennesima volta con le spalle al tappeto e nell’orecchio il conteggio di tre dell’arbitro, prima che questo suono venga sostituito dalle note della theme song di Charlotte, che difende ancora la sua leadership.
Tuttavia i tempi sono maturi e Bayley riesce a farsi valere sulla campionessa il 13 febbraio del 2017, grazie anche all’aiuto dell’amica Sasha Banks che la protegge dalle interferenze di Dana Brooke: la Hugger riesce finalmente a stringere fra le sue mani il titolo femminile di Raw, realizzando i sogni di una vita in quel momento. Il titolo viene difeso da Bayley anche a Fastlane, ultima tappa prima di Wrestlemania, sempre con un pizzico di aiuto di Sasha.
La Boss si è dimostrata decisiva per la scalata al vertice di Bayley e pretende dunque uno spot nel match tra la campionessa e Charlotte stipulato in vista di Mania. Lo ottiene sconfiggendo Bayley a Raw.

Quindi il match di Wrestlemania 33 per il Raw Women’s Championship sarà un Triple Threat?
Troppo comodo!
Nia Jax decide di scombinare i piani di tutte le partecipanti, sbarazzandosi di Bayley in un match non titolato e acquisendo il diritto di far parte del match nell’evento più importante dell’anno.
Gli eventi sembrano essersi messi contro la povera Bayley, che ora deve difendere il titolo conquistato da poco tempo e con molto sudore in un Fatal 4-way Elimination Match a Wrestlemania 33. Nonostante le probabilità non siano dalla sua parte, Bayley si fa sberleffi di queste e riesce a mantenere la cintura alla faccia di Charlotte, Sasha e Nia.

Nonostante la grande vittoria, poche settimane dopo Bayley perderà il suo titolo, dopo solo 76 giorni di regno, in favore di Alexa Bliss. Non riuscirà più a riconquistare la cintura di campionessa.
Siamo giunti come di consueto ad un punto così vicino nel passato da assumere quasi il nome di presente.
Ad un anno di distanza da quegli eventi abbiamo ancora Alexa Bliss come campionessa di Raw, del tutto dominante grazie alla sua astuzia, e Bayley è al momento fuori dal giro titolato in vista di Wrestlemania 34.
Nonostante questo avrà il suo momento di gloria nello show principe della WWE, scontrandosi molto probabilmente con la sua grande amica, ora quasi nemica, Sasha Banks. La rivalità fra le due è nata dal momento in cui Sasha ha voltato le spalle all’amica, non riuscendo poi nelle settimane successive a riconquistarsi la sua fiducia, pur avendola difesa in più occasioni. Come andranno le cose ora? Bayley avrà la meglio sulla Boss? Sasha porterò a termine il suo turn heel? Lo vedremo solo con Wrestlemania.

Personalmente non sono tra i sostenitori più accaniti del personaggio portato in scena da Pamela, considerando quello di Bayley un carattere forse troppo stereotipato e con non molti spunti narrativi di rilievo. Tutto sommato però sono contento di poter assistere alla sua faida con Sasha Banks, nonostante potesse essere gestita certamente meglio. Per il futuro vedo Bayley bene nel roster di SmackDown, dove potrà tornare all’assalto del titolo mondiale femminile, contrapponendosi magari ad Asuka, come già accaduto ad NXT.

Ringrazio tutti per l’attenzione concessami anche per questo appuntamento, auguro a tutti un buon inizio della settimana e vi do appuntamento tra due settimane sempre qui, tra le pagine storiche di The Mirror!

ARCHIVIO
The Mirror #1- Chris Jericho
The Mirror #2- Aj Styles
The Mirror #3- Kurt Angle
The Mirror #4- Shinsuke Nakamura
The Mirror #5- Triple H
The Mirror #6- Randy Orton
The Mirror #7- Finn Bàlor
The Mirror #8- Goldberg
The Mirror #9- The Miz 
The Mirror #10- Brock Lesnar 
The Mirror #11- Seth Rollins   
The Mirror #12- Samy Zayn
The Mirror #13- Dean Ambrose
The Mirror #14- Eddie Guerrero 
The Mirror #15- Roman Reigns
The Mirror #16- Kevin Owens
The Mirror #17- Steve Austin
The Mirror #18- The Undertaker (parte 1)
The Mirror #18- The Undertaker (parte 2)
The Mirror #19- Sasha Banks
The Mirror #20- Matt Hardy

Francesco D'Agostino

Nato a Cassino, il 2 Giugno 1997, si appassiona al wrestling fin da piccolo, iniziando a seguirlo con assiduità però dal 2010. Editorialista per SpazioWrestling da Maggio 2017, dove scrive il "The Mirror". Wrestler preferito: Seth Rollins.