Tragedia simulando il Wrestling?

La WWE ha sempre raccomandato al pubblico di non eseguire le mosse dei lottatori professionisti a casa.

Le superstar della WWE sono atleti professionisti ben allenati e in grado di eseguire le mosse in questione in tutta sicurezza.

Purtroppo,questa raccomandazione non viene sempre ascoltata.

Una bambina di due anni, Addie Cook, è morta pochi giorni fa.

In seguito è emerso che il compagno della madre aveva eseguito sulla piccola una mossa di wrestling, probabilmente la Batista Bomb, facendole sbattere la testa contro un muro di calcestruzzo.

Ora l’uomo è indagato con l’accusa di negligenza.

La WWE ha rilasciato il seguente commento in seguito allo spiacevole episodio:

“Siamo terribilmente spiacenti per il tragico evento e speriamo che i colpevoli saranno affidati alla giustizia.

Non ci sono scuse per giustificare la brutale e fatale aggressione ai danni di una bambina di 2 anni perpetrata da un uomo adulto.

Questo è un chiaro episodio di intento criminale e di mancanza di supervisione genitoriale.”

Tutto lo staff di Spaziowrestling si unisce alla tristezza della WWE  per l’accaduto e raccomanda a tutti i fan di non effettuare mai le mosse che vediamo fare ai wrestler professionisti perchè loro sono addestrati ed allenati ad eseguirle in condizioni di massima sicurezza.

 

 

 




Benedetta Fortunati

staffer