TWITTER: La lunga confessione di Paige

Paige ha scelto di utilizzare di nuovo Twitter per spiegare, questa volta una volta per tutte,ciò che è accaduto all’aeroporto di Orlando tra lei e il fidanzato Alberto El Patron.

Come abbiamo riportato in una news che trovate sul nostro sito, ieri, Alberto è stato sospeso a tempo indeterminato  dalla GFW, finché le indagini sull’accaduto non saranno portate a termine.

Nel lungo post pubblicato sul suo profilo ufficiale Twitter, Paige ammette di essere stata lei ad aver lanciato il drink addosso ad Alberto, e di essere lei ad essere stata trattenuta per percosse, e non il fidanzato. Quindi, la ragazza, si scaglia contro la testimone che ha registrato e consegnato l’audio che ha poi portato alla sospensione del wrestler, definendola “una orribile e disgustosa donna”. Inoltre, la ragazza prende una dura posizione anche contro l’uso fuori controllo che le persone fanno di Internet per spargere pettegolezzi, ingigantendo senza misura ogni storia, soprattutto se non ne conoscono i dettagli.

Ecco, nel dettaglio, quello che Paige ha pubblicato sul suo profilo ufficiale Twitter:

“Voglio solo chiarire la situazione dell’aeroporto. Così non ci saranno altre elaborate versioni della storia. Grazie per rispettare la nostra privacy. 

Alberto non voleva che io raccontassi tutta la storia, perché non voleva che tutti sapessero, e io non volevo che tutti sapessero che io gli ho tirato addosso un drink. Ma ecco tutta la storia.

Ho ricevuto una telefonata nella quale mi è stato detto che mio zio stava molto male. Stavo piangendo fuori dal ristorante. Sono tornata dentro, e Alberto mi ha abbracciato. Io sono un pò suscettibile, e così abbiamo iniziato a litigare per questa stupidata. Gli ho detto che me ne sarei andata e lui ha risposto qualcosa che non scriverò qui, ma che non è stato molto carino. Io, allora, ho fatto qualcosa che non avrei dovuto fare. Gli ho tirato un drink in faccia perché ero molto arrabbiata. Ripeto. Non avrei dovuto farlo. C’erano molte persone lì.

Sono uscita dal ristorante. Lui mi ha seguito pochi secondi dopo e ha chiamato la polizia e la sicurezza, e una stupida donna ha deciso di abbandonare tutto ciò che stava facendo in quel momento per seguirci ed invadere la nostra privacy in modo così meschino. Solo una persona meschina lo farebbe.

Ad ogni modo. Sono IO ad essere stata trattenuta per percosse per avergli tirato il drink addosso. No. Lui non mi ha mai toccata, e no, io non l’ho mai colpito tre volte con un bicchiere, come Internet in tutta la sua gloria sta dicendo ovunque. È davvero ridicolo il modo in cui una storia può essere ingigantita in una spirale senza controllo. Oh, e Internet, vuoi sapere una cosa? Lui puzzava di birra PERCHÉ IO GLI HO TIRATO ADDOSSO UNA BIRRA. Niente di più. Niente di meno. Nessuno è stato arrestato. Non ci sono stati lanci di boccali di birra. Non ci sono denunce. Nulla di tutto questo.

Quella orribile e disgustosa donna ha deciso di guadagnare sulle nostre disgrazie. Vorrei, VORREI che la gente ci desse la privacy che meritiamo. So che non sarà così. Ma VORREI che potesse succedere.”

Paige ha poi pubblicato un altro post per ribadire che non dirà altro sull’accaduto e per ringraziare, ironicamente, tutti per aver concesso privacy a lei e a Alberto El Patron:

“Questo è tutto ciò che dirò riguardo alla situazione dell’aeroporto. Di nuovo. Grazie per la privacy in un momento come questo.”

 

Benedetta Fortunati

staffer