WE ARE NXT #13: Review Takeover: Chicago II

Benvenuti all’edizione numero 13 di WE ARE NXT. Oggi mi occuperò di recensire tutti gli incontri di Takeover: Chicago II, uno show in cui non è certamente mancato spettacolo, sorprese e anche qualche delusione.

L’attesa era davvero grande, in particolare per il Chicago street fight che vedeva di fronte Johnny Gargano e Tommaso Ciampa, ma andiamo con ordine ed analizziamo incontro per incontro.

NXT Tag Team Championship: Undisputed Era (Kyle 0’Reilly & Roderick Strong) (c) vs Oney Lorcan e Danny Burch

Show che si apre davvero con il botto, match spettacolare, molto tecnico, pieno di ribaltamenti di fronte e caratterizzato da manovre spettacolari. Veramente straordinaria l’alchimia tra tutti e quattro i partecipanti, intensissimi gli scambi, ben poco amichevoli, tra Lorcan e O’Reilly. La svolta del match sembra avvenire quando Adam Cole, a bordo ring per supportare i compagni Strong e O’Reilly, viene allontanato dall’arbitro poiché aveva salvato, da un probabile conto di tre, Kyle O’Reilly.

Dopo aver sfiorato più volte il successo, i due wrestler britannici devono soccombere dopo che Lorcan viene colpito da una Total Eliimination da Roderick Strong, dando la vittoria all’Undisputed Era.

Non credo di esagerare se dico che questo incontro è uno dei migliori opener della storia di NXT Takeover e uno dei migliori match di coppia che si siano visti nello show giallo.

Alla fine ha trionfato la scaltrezza e la maggiore esperienza dei “manigoldi” dell’Undisputed Era, vedremo se il duo britannico avrà o meno una rivincita in futuro.

Voto: ****1/2

Richochet vs Velvetten Dream

Match attesissimo dal pubblico di Chicago, che dopo aver visto Velveteen Dream entrare vestito da real American alla Hulk Hogan, va definitivamente in estasi. Match che viene controllato nella prima parte da Velveteem Dream, il quale però non riesce mai a trovare lo spunto decisivo. Ricochet è davvero il “One and Only” e anche in questa occasione ha fatto capire perché è uno degli atleti più spettacolari nel business al momento, la WWE deve assolutamente cercare di sfruttare il suo potenziale nel miglior modo possibile, intanto proponendolo come volto di NXT.

Ottima comunque la prova del Vanglourious One, sempre più sicuro dei suoi mezzi e sempre più connesso con il pubblico, il futuro è davvero dalla sua parte, visti i suoi 22 anni. Il match si conclude con la 360 di Ricochet dopo che the Dream aveva mancato il bersaglio non connettendo con il suo flying elbow smash.

Non so perché ma sono convinto che tra qualche mese questo incontro sarà riproposto con qualche titolo singolo in palio.

Voto: ****

NXT Women Championship: Shayna Baszler (c) vs Nikki Cross

Il match ha pagato sicuramente il fatto di essere venuto dopo due grandi incontri come i due precedenti, fatto sta che il finale, fin troppo repentino, non mi ha convinto e soddisfatto.

Infatti nei primi minuti del match sembrava che la campionessa fosse davvero intimidita dall’atteggiamento della “scheggia impazzita” Nikki Cross; ma alla prima seria offensiva di Shayna Baszler, ovvero una Clutch applicata al tappeto, la sfidante non è riuscita a liberarsi e l’incontro è terminato.

Certo, Nikki non ha mai ceduto perché è svenuta e quindi è stata protetta nella sconfitta, però il minutaggio è stato davvero fin troppo limitato per un match titolato di questo calibro.

Magari è solo il primo step di questa rivalità, in caso contrario sarei un po’ deluso per il trattamento riservato alla ex SAnitY.

Forse l’obbiettivo primario della compagnia è quello di rendere la campionessa davvero quasi invulnerabile, al momento però questo sta avvenendo con scelte di booking alquanto discutibili.

Voto: ** 1/2

NXT Championship: Aleister Black (c) vs Lars Sullivan

Era la grande occasione per Lars Sullivan di smentire tutti i suoi detrattori. La contesa non è stata affatto male anzi nonostante la velocità dell’incontro non sia stata eccelsa ,come ci si aspettava, il match è stato molto coinvolgente e a tratti anche molto incerto. Tutto stava filando liscio o quasi, quando abbiamo assistito ad un botch davvero clamoroso, in particolare in un contesto cosi sopraffino dal punto di vista tecnico com’è il roster giallo della WWE. Infatti Aleister Black ,connettendo con un Black Mass “out of nowhere”, ha clamorosamente mancato la testa del suo avversario tra l’imbarazzo generale. Alla fine la Black Mass ha avuto la meglio sul Freak Accident, e dopo aver connesso con la sua finisher e un calcio alla testa, Aleister Black ha mantenuto il titolo.

Tralasciando il botch clamoroso, Lars Sullivan se l’è cavata egregiamente ma quasi sicuramente non è un’avversario che può davvero impensierire il campione.

Sono molto curioso nelle prossime settimane di scoprire chi sarà il prossimo o i prossimi sfidanti al titolo massimo di NXT.

Voto: ***1/2

Chicago street fight: Johnny Gargano vs Tommaso Ciampa

Main event davvero emozionante come tutta la storia tra i due ex DIY. Lo storytelling tra i due è davvero sensazionale, il richiamo all’episodio che ha fatto partire la loro rivalità è a dir poco azzeccato, considerando il fatto che ci troviamo nella stessa arena in cui Ciampa tradì inaspettatamente il suo ex migliore amico.

Il match è davvero violento e il sadismo di Ciampa e la voglia matta di riscatto di Gargano rendono la contesa al limite della perfezione. Dopo vari tentativi da parte di Tommaso di mettere fuori gioco il collo, già infortunato, di Gargano e dopo che lo stesso Ciampa ha esposto una parte del ring, la scena della contesa si sposta sopra delle casse di produzione vicino alla stage.

Qui assistiamo all’ennesima umiliazione di Johnny Wrestling: il sadico Ciampa lo invita infatti a dire addio alla sua carriera e al suo stupido matrimonio, togliendogli dalla mano il suo anello nuziale e sputandoci sopra.

Proprio quando sembrava che tutto stesse per finire, come e dove tutto era iniziato, ecco la reazione di orgoglio di Gargano, il quale si carica Ciampa sulle spalle e lo schianta attraverso due tavoli.

Che dire poi del finale: Ciampa non sembra più essere in grado di continuare e viene assistito per svariati minuti da paramedici e dirigenti, con Johnny Gargano che lo guarda e riflette sulla situazione paradossale che i due stanno vivendo dal punto di vista emotivo. Ma la vendetta di Johnny non può consumarsi cosi e dopo averlo riportato sul ring, lo fa cedere alla Gargano Escape ma l’arbitro non è sul ring per decretare la fine del match, poiché Gargano lo aveva colpito nel parapiglia con altri dirigenti.

Cosi ne approfitta Ciampa il quale colpisce l’avversario con una ddt proprio nella zona esposta del quadrato ed ottiene una sorprendete vittoria.

Gargano ha provato a giocare duro ma la scaltrezza e la furbizia di Ciampa hanno avuto la meglio in questo contesto da “guerra civile”. Forse aveva davvero ragione Ciampa, la mutazione da Johnny Wrestling a Johnny Badass, patentata dallo stesso Gargano qualche settimana prima, era davvero solo una sua illusione o un bluff, perchè alla fine è stato Ciampa a trionfare.

Adesso siamo sull’1 a 1 tra i due, credo proprio che questa storia sia lontana ancora dalla sua conclusione.

Un match che definirei una tempesta di emozioni e che merita assolutamente il massimo dei voti da parte del sottoscritto.

Voto: *****

Con questo è tutto amici di SpazioWrestling. Ci vediamo, se volete, tra due settimane.

Ciao a tutti!