WE ARE NXT #4: The opportunity of a lifetime

Cari amici, ritorna la mia rubrica su quanto avvenuto nelle ultime settimane nell’universo di NXT, lo spettacolare brand targato WWE, che sta offrendo un prodotto di grande qualità, come da tempo non si vedeva in quel di Stamford. Oggi ci concentreremo su quanto avvenuto prima, durante e dopo il meraviglioso ppv NXT Takeover Philadelphia. Non mancherà il mio succulento CHOSEN ONE, che spero apprezzerete. Allacciate le cinture, ed iniziamo il nostro viaggio.

FEUD E STORYLINE

NXT WORLD CHAMPIONSHIP:  Johnny Gargano, primo sfidante per il titolo assoluto, alla vita del messicano Andrade Cien Almas, provocato dalle illazioni di Zelina Vega, manager del campione (che aveva additato Gargano come avversario non di livello per il proprio assistito), ha affrontato Velveteen Dream, indicato dalla Vega come avversario potenzialmente degno per una chance titolata, mettendo in palio la sua shot come number one contender. La sfida è stata di certo combattuta, i due atleti hanno sfoderato il meglio del loro repertorio, dai driver eseguiti dal paletto alla modified DDT di Velveteen Dream fino alla spettacolarità concreta di Gargano, il quale, senza strafare, ad eccezione di una senton dall’apron verso l’esterno del ring, è riuscito ad avere la meglio sul proprio avversario, attraverso la sua letale Gargano Escape. A fine match, entra Almas dallo stage, apparentemente per congratularsi con il suo prossimo avversario, ma di fatto aggredisce Johnny Wrestling, scaraventandolo fuori dal ring, Gargano si rialza,  sale sull’apron ring, Andrade lo raggiunge, ma viene colpito da un kick al volo e da una seguente sling shot DDT, la battaglia titolata è già iniziata! In quel di Takeover Philadelphia è stato spettacolo puro, l’incontro per il titolo assoluto NXT, che sarà oggetto del mio mini report nella sezione CHOSEN ONE, è stata una sfida infinita e, nonostante la mia poca considerazione qualitativa per l’attuale campione, lo scontro è stato equilibrato. Gargano le ha davvero tentate tutte per aggiudicarsi la vittoria e titolo, subendo per ben due volte l’interferenza violenta di Zelina Vega, riuscendo anche a venir fuori dalla Hammerlock DDT di Almas. Il campione, dal canto suo, ha resistito alla durezza delle tecniche di Gargano, a volte anche evitando sapientemente le azioni del proprio avversario (scostandosi semplicemente, in seguito ad un tentativo di senton dall’apron di Gargano), non ha ceduto alla Gargano Escape, ed ha trovato il jolly quando, trovandosi sull’apron, ha schiantato il cranio di Gargano contro il paletto esterno del ring, per poi finirlo con la sua Hammerlock DDT, aiutandosi con la terza corda del ring, mantenendo di fatto la cintura. Sfida a cinque stelle e papabile match of the year, il main event di Takeover ha dato delle risposte certe e fatto ricredere i critici, tra cui il sottoscritto. La prima considerazione è che Andrade Cien Almas, quando vuole, sa davvero tirar fuori ottimi incontri, al di là della bravura eccelsa di Gargano, il campione ha saputo sciorinare del buon wrestling lottato, senza dubbio. La seconda considerazione, per quanto banale, è che Johnny Gargano sia un fenomeno, una realtà, già ben nota nelle indies americane, che è in piena ascesa, quindi non mi sorprenderebbe un suo push nel mai roster, nell’arco del 2018, sperando che la WWE non ne “bruci” quanto di buono prodotto finora. Terza ed ultima considerazione, riguarda quanto accaduto nel post match titolato, come da me preventivato, è tornato Tommaso Ciampa, ex tag team patner di Gargano, il quale ha colpito Gargano alle spalle con un colpo di stampella, mentre salutava il pubblico osannante nei propri riguardi, osservandolo poi rantolare dal dolore tra le braccia della moglie, presente nello stage a sostenere il marito. Scontato ritorno per il Sicilian Psycopath, così veniva denominato in ROH, data l’assenza per mesi da NXT, causa infortunio, e prevedibile l’assalto a Gargano nel suo momento topico in federazione, anche se personalmente attendevo un’ interferenza durante il match. Ad ogni modo Ciampa, fantastico atleta anch’egli, ha dato inizio ad una nuova faida, dove violenza e spettacolo saranno i condimenti principali, data la caratura degli atleti. Indifferente chi vincerà, poichè ci sono feud di cui non si pretende o si cerca un trionfatore, bensì solo un momento storico, da fissare in maniera indelebile nei propri ricordi, e questa è la sfida giusta! Solo un dubbio permane, chi affronterà Andrade Cien Almas per l’NXT Title, ora che Johnny Gargano si concentrerà su un altro avversario? Dopo l’esito dell’extreme rules match di Takeover, io punto tutto sul tetro Aleister Black. Almas è avvisato!

NXT TAG TEAM CHAMPIONSHIP:  I titoli di coppia hanno dato vita ad una nuova sfida, che ha visto confrontarsi, sempre a Takeover Philadelphia, gli attuali campioni dell’Undisputed Era, Kyle O’Reilly e Bobby Fish, contro gli ex campioni, Akam e Rezar, gli Authors of Pain, in un momento dove i Sanity, temporaneamente, sono fuori dai giochi. Gli ex campioni assaltano immediatamente i due dell’Undisputed Era, prima che suoni il gong, la contesa è ufficialmente iniziata. Rezar se la vede con O’Reilly, il componente degli AoP ha inizialmente il controllo fisico della sfida, ma O’Reilly tenta di connettere con un triangolo al collo, poi va in montada, ma Rezar si libera. Entra Fish, prova i suoi kick, ma viene sopraffatto da entrambi gli  AoP. Entra Akam, Fish prova una reazione, ma subisce ancora l’offensiva avversaria. Cambio per O’Reilly, però la musica non cambia, addirittura dall’apron Akam afferra Fish e lo carica a forbice per schiantarlo a faccia in giù sulle protezioni a bordo ring. Gli AoP si concentrano su O’Reilly ed applicano un’azione combinata, Akam carica in un one knee backbreaker Kyle e Rezar connette con un double stomp dall’angolo. Frattanto rientra Fish, che esegue una sorta di spear su Rezar, portandolo fuori ring, poi dall’apron riesce ad ostacolare Akam, soccorrendo quindi O’Reilly e provocando la caduta al tappeto del componente degli AoP, infortunandolo ad una gamba. Akam si difende bene dall’attacco a due dell’Undisputed Era, ma Fish lo assalta nuovamente all’arto offeso, i campioni di coppia conquistano dunque il controllo del match. Serie di kick di Fish su Akam, entra O’Reilly, il quale colpisce il proprio avversario alla gamba infortunata ed esegue sullo stessa una presa in torsione, per farlo cedere, ma Akam resiste. Sapiente uso delle combinazione tra Fish e O’Reilly, il primo esegue potenti kick su Akam, O’Reilly persiste con la propria leva articolare, permettendo al suo compagno di tag team di eseguire una senton dall’apron sul proprio avversario. Fish colpisce Rezar sull’apron , ma subisce la reazione di Akam, poi cambio per lo stesso Rezar, che fa piazza pulita del’Undisputed Era, spinebuster su O’Reilly e pugni in stile MMA. Adesso Rezar afferra O’Reilly e lo solleva in orizzontale, Fish lo raggiunge, aggrappandosi al collo del proprio avversario, FALLAWAY SLAM DI REZAR SU KYLE E CONSEGUENTE SCHIACCIATA AL TAPPETO DI FISH,GRANDE PROVA DI FORZA!!!!! I campioni di coppia resistono all’assalto, O’Reilly esegue dei knee e stordisce Rezar, adesso serie di kick in combo da parte del duo dell’Undisputed Era, Fish prova su Rezar un exploder suplex, ma l’ex campione è troppo pesante, calcio dal retro di O’Reilly sulla schiena di Rezar, EXPLODER SUPLEX DI FISH A SEGNO!!! Tentativo di total elimination dei campioni di coppia, ma Rezar reagisce, clothesline su O’Reilly,  cambio per Akam, gli AoP provano la Last Chapter, la loro mossa finale, ma Rezar viene intercettato da Fish, e mentre O’Reilly imprigiona ancora Akam nella sua presa di sottomissione alla gamba, già martoriata, il suo compagno di coppia esegue una sleeper hold su Rezar. Il componente degli AoP reagisce e scaraventa Fish al tappeto su O’Reilly, interrompendo l’azione di sottomissione di quest’ultimo. Serie di kick di Kyle su Akam, ma questi lo afferra e va a segno con un potentissimo exploder suplex e seguente powerbomb all’angolo. Entra Rezar, che afferra Fish, mentre Akam afferra O’Reilly, powerbomb in stereo, la super collider, ma nel contatto tra le due powerbomb, Akam, ancora infortunato, si sbilancia all’indietro, hurricanrana di Kyle!!!L’azione porta i due componenti degli AoP ad impattare fra loro, O’Reilly esegue un rollup su Akam, l’Undisputed Era vince la sfida e mantiene le cinture!!! L’Undisputed Era conferma il proprio status di campioni di coppia, la vittoria su un ostico e potente avversario come gli AoP, li ha consolidati in maniera, scusate il gioco di parole, indiscussa. Lo scenario che si profila per il futuro è molto chiaro, e vedrà i campioni di coppia dover tentare di respingere gli assalti a tre da parte degli ex campioni dei Sanity e degli stessi AoP, nonché degli outsider di lusso, gli Street Profits, che se pur già sconfitti nel match titolato contro l’Undisputed Era, hanno dimostrato capacità tecniche di coppia, preparazione e coesione, degna di una tag team che potrebbe, potenzialmente, aspirare alle cinture. Non dimentichiamoci anche dei rientranti TM61, Miller e Thorne, che con le loro azioni funamboliche sul quadrato e una grande ruthless aggression, potrebbero essere avversari di spessore per O’Reilly e Fish.  Il duo australiano ha già dimostrato il suo valore, confermato nel match di rientro ad NXT  contro gli Ealy Brothers. Il match ha avuto inizio con un’azione combinata dei TM61 su uno dei due gemelli, chiusa con uno standing moonsault e five knuffle shuffle in stereo da parte dei TM61 sul malcapitato avversario. I due Ealy Brothers si trovano fuori ring, Thorne li raggiunge con un MOONSAULT IN CORSA FUORI RING,FANTASTICO!!! Entra Miller, che controlla uno degli Ealy Brothers, ma in un momento di distrazione dell’arbitro, i due gemelli si scambiano sul ring, prendendo il vantaggio nella contesa, ma dura poco, poiché Miller si libera e dà il cambio a Thorne, che fa piazza pulita sul quadrato, dropkick all’angolo e poi senton su uno dei componenti  degli Ealy Brothers e susseguente back suplex, mentre Miller esegue un moonsault sull’inerme corpo al tappeto del gemello, poi dropkick di Thorne sull’altro Ealy Brothers. Azione in combo dei TM61, Thunder Valley, e vittoria per il rientrante team australiano. I miei pronostici, al di là della spettacolarità del team australiano, nonché degli altri contendenti all’alloro di coppia, pendono ancora a favore dell’Undisputed Era, come campioni per buona parte del 2018. Ad ogni modo, a prescindere da chi guiderà il timone della categoria, lo spettacolo sarà assicurato! Voi, cari amici, siete pronti?

NXT WOMEN’S CHAMPIONSHIP:  La tanto attesa sfida tra la campionessa femminile Ember Moon e l’ex atleta di MMA, Shayna Baszler, ha avuto luogo, come da programma, ad NXT Takeover. La sfida, nonostante l’inesperienza nel pro wrestling da parte della number one contender al titolo, è stata godibile, con molteplici fasi stiff, dato anche il bagaglio tecnico della Baszler.  La sfida ha avuto inizio con azioni confuse, dettate più dall’astio tra le due atlete che da reale tecnicismo. Improvvisamente la Moon esegue una serie di dropkick, la Baszler finisce fuori dal quadrato, suicide dive a segno per la campionessa. La sfida ritorna sul ring, l’ex MMA fighter reagisce con degli elbow su Ember Moon, poi esegue uno stomp sull’avambraccio della campionessa, infortunandola, per poi applicare su quest’ultima una torsione sullo stesso braccio leso, ma la Moon non molla e resiste all’assalto, sopportando eroicamente le leve articolari della rivale. Finalmente reagisce la campionessa con una serie di calci e poi con una springboard rolling elbow, utilizzando l’unico braccio disponibile, sale sulle corde, Diving Corkscrew Stunner a segno, la Baszler è al tappeto! Ma l’azione appena eseguita, porta la Moon a sottoporre a stress l’arto infortunato, ciò non le permette di schienare la propria avversaria, intervengono anche i medici, ma la campionessa si rifiuta di essere assistita. La Baszler si alza, la Moon la raggiunge, ma Shayna esegue una nuova leva al braccio della campionessa femminile, solo le corde salvano Ember Moon dalla resa! Nuovo tentativo di sottomissione per l’atleta ex MMA, la Moon  prova a reagire, potrebbe esserci un cambio di titolo, ma dal cilindro la campionessa riesce a tirare fuori un ribaltamento della situazione, rovescia la Baszler e la inchioda spalle al tappeto, tenendole contemporaneamente le gambe appoggiate al pavimento del ring,  Ember Moon, nonostante l’infortunio, mantiene il titolo. A fine match, una Baszler incredula per la sconfitta subita, attacca la Moon con la sua mata leao, inutile scorrettezza della sfidante che fa presumere un probabile rematch tra le due. Esito scontato per la sfida titolata femminile, Ember Moon, pur se infortunata, ha avuto la meglio con l’inesperiente, seppur dura tecnicamente, Shayna Baszler. L’atleta proveniente dalle MMA, ha espresso al meglio le sue caratteristiche, sfruttando la conoscenza delle leve articolari, dei punti di pressione e lesione, ma la campionessa è stata stoica, non ha mollato un centimetro ed ha sfruttato la sua maggior consapevolezza all’interno di un ring di wrestling, al fine di poter ottenere una grande vittoria di “rapina”. L’assalto della Baszler nel post match, sarà causa di rivincita tra le due, stavolta Shayna avrà un vantaggio sulla Moon, che sarà costretta a difendere la cintura con un braccio fuori uso per l’intero match. Nonostante ciò, io vedo sempre trionfante Ember Moon, poiché ha dimostrato la sua palese superiorità sulla Baszler, anche non trovandosi al 100% delle proprie capacità fisiche, in attesa di un’avversaria più preparata ed impegnativa sul ring, come una delle mie predilette al momento, ovvero Kairi Sane (non sarebbe una sorpresa, dato l’inizio con il botto made in Japan in WWE, visto alla Royal Rumble).

ALTRI FEUD:  Le storyline non titolate, hanno di certo nella rivalità tra Adam Cole, leader degli Undisputed Era, ed il tetro Aleister Black, la loro punta di diamante. Ben conosciamo l’origine della faida, nata dopo l’eliminazione di Cole dal fatal four way number one contender match per il titolo assoluto di NXT, avvenuta proprio per mano dell’atleta di origine olandese. L’epilogo, disposto e voluto fortemente dal GM Regal, ha avuto luogo ad NXT Takeover Philadelphia in un extreme rules match, in onore della città che diede i natali alla Extreme Championship Wrestling. La tensione è stata, fin da inizio match, vibrante tra i due, accompagnato dai cori del pubblico presente, “THIS IS AWESOME!!! THIS IS AWESOME!!!”. Black colpisce Cole e lo getta fuori ring, poi esegue uno springboard moonsault e si accovaccia al centro del quadrato, Cole prende una sedia da bordo ring, prova a colpire il suo avversario, ma Aleister lo evita, e lo colpisce a sua volta e prende lui stesso l’oggetto contundente, ma Cole esce fuori dal quadrato, a questo punto il lottatore olandese lo attende pazientemente, sedendosi  sulla sedia in suo possesso, ai fini di provocare il proprio avversario. Il match riprende e Cole tira fuori da sotto il ring vari oggetti, tra cui un bidone d’acciaio, delle sedie, nonché una kendo stick, lo stesso fa Black ed i due contendenti si ritrovano armati, entrambi, al centro del quadrato. Black getta la mazza da kendo, invitando Cole a colpirlo, il leader dell’Undisputed Era non se lo fa ripetere due volte, ma viene investito dalla furia di Black, spingboard  moonsault, ma Cole colpisce al volo Alisteir all’addome, prendendo il controllo dell’incontro. Continua il pestaggio di Cole, che ora usa la mazza da kendo per torcere il volto del proprio avversario, backstabber di Cole usando la kendo stick. Il pubblico incita Cole a suon di “ GET THE TABLE!!”, citando i Dudley Boyz, e lui li accontenta, sistemando un tavolo a bordo ring, poi afferra Black e lo porta sul paletto, al fine di poterlo far precipitare sul tavolo appena sistemato, ma Aleister reagisce e SCARAVENTA COLE DAL PALETTO SU UN BIDONE D’ACCIAIO!!! Cole non molla e resiste con coraggio. Ora è Black a prendere un tavolo ed a posizionarlo accanto a quello aperto da Cole e poi prende una scala d’acciaio, ma il leader dell’Undisputed Era lo raggiunge con una baseball dive sull’apron, impattando la scala su Black, per poi posizionare la stessa all’angolo del ring. Tentativi di suplex verso la scala, Black  reagisce, e Cole lo raggiunge con un enzeguiri kick, poi colpisce Aleister con dei pugni, salendo sull’angolo, ma l’atleta olandese non ci sta, si carica sulle spalle Cole, E LO GETTA IN CADUTA LIBERA SULLA SCALA D’ACCIAIO!!!! Subito dopo, Black afferra una sedia ed intrappola il collo di Cole, prende la rincorsa dalle corde, ma il suo avversario schianta la stessa sedia sul ventre di Aleister, che resiste all’assalto, per poi reagire con un double stomp. Black, a questo punto, sistema Cole sempre sulla sedia, appoggiandolo per il busto, poi sale sulle corde, ma Adam Cole prova a reagire lanciandogli lo stesso oggetto contundente, Black lo intercetta e Cole connette con un superkick, impatta poi  la sedia sul volto di Black e ne causa LA CADUTA SUI TAVOLI SISTEMATI IN PRECEDENZA, HOLY SHIT!!!!! Black è al tappeto, Cole sistema due sedie al centro del quadrato, appoggiando tra loro gli schienali, al fine di infortunare Black. Quest’ultimo, improvvisamente, si carica Adam Cole sulla spalle ed ESEGUE UN DRIVER SULLE SEDIEEEEE!!!!! Cole resiste e non molla. Il leader dell’Undisputed Era recupera una sedia, ma Black lo colpisce con uno shining wizard, portando il proprio avversario ad impattare il volto con la stessa sedia d’acciaio, Aleister tenta lo schienamento, ma il conto di tre è interrotto da O’Reilly e Fish, freschi di vittoria titolata, che portano Black fuori ring, ed eseguono su di lui la Total Elimination!!! Poi sistemano il tavolo dei commentatori, al fine di schiantare Black su di esso, ma intervengono gli Street Profits ed i rientranti Sanity a bloccare l’azione dell’Undisputed Era. Le due fazioni però, dopo aver salvato Black, si scontrano fra loro, Young e Wolfe tengono fermi i due affaristi del ghetto, a questo punto li raggiunge Dain, il colosso irlandese, in SUICIDE DIVE, FANTASCIENTIFICO!!! Frattanto Cole e Black si scontrano intorno al tavolo di commento preparato poc’anzi dall’Undisputed Era, Aleister ha la meglio, sistema Adam Cole sul tavolo, si piazza sulla copertura delle transenne, sullo stage, ED ESEGUE UN DOUBLE STOMP SU COLE, SCHIANTANDOLO SUL TAVOLO DI COMMENTOOOO, OH MY GOD!!! Black entra nel ring, lo raggiunge Cole, il quale tenta di colpire il proprio avversario ancora con una sedia, ma quest’ultimo connette con la sua personalissima spinning heel kick, vincendo la contesa!! La bellissima sfida tra Black e Cole, credo sia arrivata alla fine, poiché i due atleti hanno necessità di elevarsi a rivalità titolate. Black potrebbe essere benissimo il prossimo contendente al titolo NXT di Andrade Cien Almas, mentre,  Adam Cole, ritengo che sarà coinvolto nella faida tra tag team, di cui sono protagonisti i suoi compagni di stable dell’Undisputed Era, e che vedrà tra i suoi protagonisti gli ex campioni di coppia dei Sanity e degli Authors of Pain, e anche gli Street Profits, per una sfida a quattro con in palio l’alloro di coppia, TM61 permettendo. Meritano di essere citati con un breve mini report le prestazioni di Velveteen Dream ad NXT Takeover, e quella di Roderick Strong nel suo match per la shot di number one contender al WWE United Kingdom Championship. Velveteen Dream, alla continua ricerca di attenzione nel roster di NXT, ha puntato il proprio mirino su Kassius Ohno, per una sfida dal sapore one night only. La contesa ha inizio con una serie di pugni di Velveteen, gancio destro in pieno viso di Ohno, sembra apparentemente un KO tecnico, ma Kassius si riprende e reagisce con un elbow ed una serie di stomp, Dream finisce fuori ring. La sfida si sposta nuovamente dentro il quadrato, slancio dalle corde di Ohno, ma Velveteen reagisce con una spinebuster, poi esegue un suplex ed una serie di punch e knee isolati, Kassius resiste stoicamente. Tentativo di camel clutch di Velveteen, ma Kassius tenta una reazione, senza frutto, sembra lontana la luce per Ohno in questo match. Tentativo di suplex interrotto da Kassius Ohno, con seguente reverse suplex su Dream, i due si scambiano colpo su colpo, Kassius prende il controllo del match con i suoi kicks, Velveteen è in difficoltà, ma riesce a reagire con un superkick ed una modified DDT. Ohno non molla, si riprende nuovamente, e colpisce il proprio avversario con i suoi elbow, tentando anche una gomitata in salto, ma Dream  ribalta tutto con un DRIVER AL VOLO, PRECIPITANDO ANCH’EGLI AL TAPPETO!!!  Dream solleva Ohno, che connette con un rolling elbow,  ma c’è la reazione di Velveteen Dream con un driver in rovesciata, poi sale sulle corde, ELBOW SMASH DIRETTAMENTE DAL PALETTO D’ACCIAIOOOO, VELVETEEN DREAM TRIONFA!!! Per quanto riguarda Roderick Strong, ha ottenuto contro Tyler Bate, un’opportunità per il WWE UK Title alla vita del bruiserweight, Pete Dunne. La contesa esordisce con dei dropkick da una parte e dall’altra, poi Bate connette con una giant swing, ma Strong reagisce e dalle corde esegue una reverse backbreaker, serie di chop e nuova backbreaker ai danni dell’inglese. Strong domina il match, con duri stomp e torsioni al collo. Bate tenta una reazione, ma Strong esegue un’altra backbreaker prima ed una gorilla press poi, scaraventando Tyler Bate all’angolo del ring. Lavora molto Roderick sulla schiena di Bate, ma l’inglese reagisce con una jawbreaker e con susseguente jab, stordendo Strong. Serie di uppercut di Bate, poi big boot in corsa, irish whip, reverse di Strong verso l’angolo, ma l’inglese riesce a ribaltare qualsiasi tentativo di iniziativa di Roderick, riuscendo a salire sul paletto ed andare a segno con un double stomp e un german suplex, ma nulla da fare. Bate tenta allora un exploder suplex, Strong resiste inizialmente, ma infine cede alla tecnica dell’ex UK Champion, che continua la propria azione con uno STANDING MOONSAULT!!!! L’inglese sale ancora sul paletto, Strong lo raggiunge, prova un superplex, ma Bate lo scaraventa al tappeto, Strong non si arrende, lo tira giù dall’angolo ed esegue al volo ancora una backbreaker, solida e violenta azione di Roderick Strong!!! Tentativo di tiger suplex sull’inglese, il quale ribalta la tecnica con una pregevole hurricanrana, durante il caricamento effettuato da Strong. Rolling kick di Bate, che si dà poi la spinta dalle corde, Strong lo afferra al volo, prova una sottomissione alla schiena di Bate, caricandolo in torsione sulla propria di schiena, ma Tyler reagisce con una crucifix, senza frutto. Il pubblico è in visibilio, risuonano potenti i cori “NXT!!!NXT!!! NXT!!!” Ora Bate tenta la sua Tyler Drive ’97, ma il lavoro alla schiena di Strong si fa sentire, e Roderick può con facilità riprendere le redini del match, tentando una Boston crab su Bate, che esegue una reverse, provando uno schienamento. Ginocchiata in salto di Strong, Bate è tramortito all’angolo, altro knee di Strong, reverse suplex, poi si carica Bate ed esegue la sua End  of Hertache. Roderick Strong è il nuovo number one contender per il WWE United Kingdom Championship!!! La mia considerazione è che, per quanto riguarda Velveteen Dream e Roderick Strong, sia immediato o prossimo un push nel main roster. Strong calca da anni i ring di wrestling, è stato una leggenda in ROH, ed è già lottatore maturato da tempo, sono comunque curioso di vedere l’esito della sfida con Dunne, dove potenza bruta e spettacolarità la faranno da padrona, ovviamente presumo una conferma dell’inglese quale campione UK, ma solo per favorire il probabile push di Strong. Pur non avendo mai avuto shot titolate ad NXT, Velveteen Dream è personaggio, nonché atleta, pronto per un balzo in avanti, ha capacità e carisma adeguati per poter far parte di uno dei due main roster, possibilmente Smackdown, ponendolo, magari, contro il Glorious One, Bobby Roode, due grandi wrestler, dall’attitudine alla vanità, una sfida certamente succulenta sotto ogni punto di vista.

MY CHOSEN ONE:  Il mio CHOSEN ONE di questa settimana, era scontato quanto i saldi di mezza stagione. La contesa che ho scelto per voi, è il main event di NXT Takeover Philadelphia, tra Andrade Cien Almas e Johnny Gargano, per l’NXT Title. Ingresso suggestivo per Almas nello stage, a suon di violini mariachi, indossando una maschera da luchador, per ricordare le proprie origini messicane. Inizia la tanto attesa sfida per il titolo. Fase iniziale di mosse e contromosse, nonché di studio. Irish whip di Almas, Gargano connette con una hurricanrana e con un dropkick, per poi controllare il campione NXT con una leva articolare. Almas reagisce, ancora irish whip verso l’angolo, Gargano tenta una contromossa, ma subisce una chop di Andrade. Il campione tenta un irish whip verso il  paletto, ma Johnny Wrestling lo raggiunge con una hurricanrana, saltando direttamente dall’angolo, per poi gettare Almas fuori ring. Tentativi di springboard dall’apron ring a catena tra Gargano ed Almas, Johnny Wrestling prova una senton verso l’esterno del ring, però manca l’obbiettivo ed Andrade riprende a dominare l’incontro. Serie di low dropkick di Almas, il messicano sta facendo il proprio dovere, al fine di mantenere l’alloro titolato. Gargano reagisce con una serie di gomitate, scambio di suplex, poi Johnny Wrestling reagisce con un Flying kick. Gargano, incitato dal pubblico, tiene il controllo della contesa, ma Almas riesce, approfittando delle ripetute azioni in corsa del proprio avversario, ad imprigionarlo a testa in giù all’angolo del quadrato, ma il tentativo di double stomp dal paletto da parte di Almas, non riesce ad andare a segno. A questo punto, Gargano colpisce Almas a suon di pugni, poi esegue un enzeguiri kick, ma nulla da fare. Il campione si riprende, stordisce il proprio avversario con un punch, tenta un salto dalle corde, Johnny Wrestling lo intercetta ed esegue un’exploder suplex, che non gli regala la vittoria. Scambio di colpi, Almas porta Gargano sull’apron,  prende la rincorsa dalle corde, raggiunge quest’ultimo, ma subisce una BELLISSIMA SLING SHOT DDT!!! Serie di gomitate di Gargano, enzeguiri kick, poi sale sulle corde, raggiunge Almas e lo SCHIANTA AL TAPPETO CON UNA IMPLANT DDT AL VOLOOOO, MOSTRUOSO GARGANOOO!!!! Almas è alle strette all’angolo del ring, Gargano lo colpisce con un altro enzeguiri kick, poi tenta, in seguito ad un lancio verso le corde, una hurricanrana, ma la tecnica viene interrotta con una sorta di buster da parte del campione, che stende al tappeto Gargano e che permette al messicano di salire sul paletto ed eseguire un moonsault, Almas tocca terra con i piedi la prima volta, causa spostamento fisico di Gargano, ma Andrade lo raggiunge comunque con uno standing moonsault, stavolta connettendo la mossa. Gargano si riprende presto, ma Almas riesce a non  subire l’azione del proprio avversario che, out of nowhere, impatta sul volto di Andrade un superkick. Gargano tenta di mantenere le redini del match, ma Almas non glielo permette, riesce infatti a porre Johnny Wrestling  sul paletto, tentando di eseguire, come fece con McIntyre, la sua speciale mossa finale, la Hammerlock DDT, ma Gargano scivola dall’angolo, raggiunge Almas sul paletto, tenta una powerbomb, gettandosi in springboard dalle corde, Andrade cade in piedi e raggiunge con un double knee Gargano, ma quest’ultimo evita la mossa, poi si posizione nell’apron ring, Almas lo raggiunge ancora, nuovo tentativo di sling shot DDT, intercettata stavolta con un una sorta di knee DDT, da parte Almas, ottima contromossa del campione! Andrade trascina con sè Gargano, sale sull’angolo ed esegue una tornado DDT, ma nulla da fare, MATCH STRAORDINARIO!!!! I due contendenti si trovano sul apron, tentativo di hammerlock DDT di Almas, resiste Gargano. Serie di chop tra i due, la spunta Johnny Wrestling, Flying kick su Almas, SLING SHOT DDT VERSO L’APROOOON, FANTASTICO GARGANOOO!!!! Johnny Wrestling tenta la Gargano Escape, ma Almas non gli permette di eseguirla. Reazione del campione, Gargano controbatte e lo colpisce con una clothesline, gettando il proprio avversario verso l’angolo, poi viene distratto da Zelina Vega e colpito da un dropkick all’angolo di Almas. Andrade prova una DDT, ma Johnny Wrestling si riprende e tenta di chiuderlo in schienamento, il campione non cede, ma contiunua a subire l’iniziativa di Gargano il quale, a suon di kicks, connette al volto di Almas, INCONTRO STRAORDINARIO!!! Ora Gargano sale sul paletto, Almas lo ostacola, entrambi i lottatori si trovano sull’angolo, ma è Andrade a spuntarla, eseguendo un double stomp sul corpo a testa in giù di Johnny Wrestling. Il campione riporta dentro il quadrato il suo sfidante ed esegue un double knee all’angolo, Almas controlla adesso l’incontro. Sfida senza fine, una perla rara al momento. Serie di punch tra i due, e nessuno vuole cedere,improvvisa STANDING INVERTED HURRICANRANA DI GARGANO!! Il quale si lancia dalle corde, si avvita intorno ad Almas ed al volo riesce a concludere l’azione al tappeto con la sua Gargano Escape. Interviene Zelina Vega, che distrae l’arbitro e permette ad Almas di mettere le dita negli occhi di Gargano, interrompendo l’azione. Andrade tenta  ancora la Hammerlock DDT,  Johnny Wresling lo getta fuori ring, poi suicide dive sul campione. Gargano fa rientrare Almas nel ring, l’arbitro è distratto e la Vega ne approfitta per lanciarsi dall’apron e colpire Gargano con una headscissor. Almas porta poi Gargano sul quadrato, Hammerlock DDT  a segno, MA NULLA DA FARE, IL PUBBLICO E’IN VISIBILIO, OSANNA AD ALTA VOCE JOHNNY WRESTLING!!! Mentre Gargano è fuori ring, la Vega tenta di raggiungerlo per colpirlo nuovamente, ma entra la moglie di Johnny Gargano, presente tra il pubblico ad assistere al match, la quale ferma la Vega con una spear e la colpisce a suon di cazzotti ripetutamente, CATS FIGHT!! CATS FIGHT!! CATS FIGHT!! Direbbe Joey Styles. Gargano si posiziona sull’apron ed esegue una nuova sling shot DDT e successiva Gargano Escape, ma il campione non cede le armi. I due atleti si trovano sull’apron, Almas spinge Gargano contro il paletto esterno del ring, poi esegue un dropkick, impattando il proprio avversario ancora sul paletto. Almas riprende Gargano, lo appoggia sulla terza corda del ring, HAMMERLOCK DDT!! Andrade Cien Almas vince questo straordinario incontro, mantenendo la cintura!!!! A fine match entra nello stage Tommaso Ciampa, ex tag team patner di Gargano e lo colpisce alle spalle con una stampella, attirando la disapprovazione e gli insulti dei tifosi.

Un saluto ed alla prossima, cari amici!!!