WWE: 3 possibili suggerimenti per il ritorno di Triple H

Triple H è considerato uno dei più grandi lottatori della WWE. Ha interpretato alla perfezione quasi tutti i ruoli che il mondo del wrestling professionistico poteva offrire, dallo sbruffone dal sangue blu all’heel arrogante, diventando così la figura autoritaria di oggi.

Questi sono solo alcuni dei personaggi che Paul Levesque ha perfezionato. Tuttavia, attualmente è fuori dalle scene in-ring, ma una cosa di cui siamo sicuri è che non ha ancora appeso gli stivali al chiodo e tornerà sicuramente ad essere parte attiva dello show.

La domanda che ci poniamo oggi è quando accadrà e, in tal caso, chi lo affronterà?

Il sito Sportskeeda.com nell’articolo qui riportato prova ad ipotizzare 3 possibili scenari:

#3 Una figura heel ad NXT

Tutti coloro che seguono la WWE sanno che Triple H è responsabile di NXT. Inoltre, molti lo considerano l’unico motivo per il successo del marchio, nonostante lo show consista in uno spettacolo pre-registrato.

Quindi, cosa gli impedisce di fare un’apparizione come una figura heel?

“The Game” potrebbe mettere in scena una storyline, sulla falsa riga di quella che coinvolse Daniel Bryan nel 2013, interessando atleti come Johnny Gargano. Quest’ultimo infatti è sicuramente materiale da main event, ma secondo i booker della WWE, è solo un “B+ player”.

Se Gargano vuole mettere a tacere quelle affermazioni, non c’è modo migliore di sconfiggere Triple H e le sue marionette nel corso di un feud.

Triple H ha indossato il ruolo di autorità prepotente meravigliosamente quando il roster principale l’aveva richiamato.

Il roster NXT lo richiede ora. E con la sua crescente popolarità, è solo questione di tempo prima che il Triplo si convinca a prendervi parte.

 

#2 Un feud con Kurt Angle

Kurt Angle e Triple H hanno intrapreso una rivalità nel corso di Survivor Series 2017.

In quell’occasione Triple H ha eseguito un Pedigree sul campione olimpico e, apparentemente, sembrava aver voltato le spalle al team di Raw.

Ma “The Game” ha poi eseguito un altro Pedigree su Shane McMahon, regalando la vittoria alla sua squadra.

I commentatori hanno giustificato queste azioni con la smania di Triple H di essere al centro dell’attenzione.

Sembrava che il tutto sarebbe dovuto culminare a Wrestlemania, ma l’idea è stata accantonata per il debutto di Ronda Rousey.

Secondo la storyline di Raw, Kurt Angle sembra avere un attrito con le alte sfere della federazione.

In questo momento, è però da solo contro Kevin Owens, Sami Zayn e Stephanie McMahon.
Ma, data la sua lenta evoluzione, non possiamo fare a meno di rimuginare sull’idea che Triple H possa essere nuovamente coinvolto. E quando lo sarà, il match con Kurt Angle sarà già scritto.

 

#1 Una nuova versione dell’Evolution

L’Evolution è stata una delle stable heel più dominanti della WWE.

Dopo la sua rottura nel 2005, numerose altre stable come Shield, Nexus e Wyatt Family hanno cercato di colmare il vuoto.

La stable si è riunita nel 2014, ma non è riuscita a rievocare gli antichi fasti.

Il team si basava sull’evoluzione del wrestling dal passato (Ric Flair) al presente (Triple H) e al futuro (Randy Orton e Batista).

L’idea potrebbe essere applicata anche nello scenario attuale: Triple H interpreterebbe il passato, Kevin Owens e Sami Zayn interpreterebbero il presente, e il futuro sarebbe interpretato da Tommaso Ciampa. Un gruppo di quattro heel cattivi, arroganti e sinistri.

L’Evolution venne istituita quando la WWE passò dall’era Attitude all’era Ruthless Aggression.

In questo momento, la WWE si trova in una posizione simile, essendo in procinto di passare dalla Reality Era alla New Era. Inoltre, il roster principale della WWE manca di una stable heel convincente.

Fonte: Sportskeeda.com

  • https://twitter.com/champ_ita/ Champ

    Non mi interessa nessuna delle tre opzioni.

  • TheInstantClassic

    Piuttosto match di ritiro e ciaone.

  • Stex14

    nessuna delle 3…..