WWE: 5 importanti momenti della carriera di Roman Reigns in WWE

Da quando ha debuttato nel main roster della WWE alla fine del 2012, Roman Reigns è passato dall’essere un cattivo ragazzo nello Shield ad essere uno dei più popolari babyfaces mai visti nel business del wrestling.

È innegabile che il Big Dog ha preso parte ad alcuni match e momenti spettacolari durante i suoi cinque anni e e mezzo di carriera in WWE, diventando una delle più importanti Superstars della compagnia.

Da solo, il suo record a Wrestlemania basta a superare la carriera di molti Hall of Famers e Reigns è stato presente in più edizioni di Royal Rumble di chiunque altro nella storia moderna della WWE.

Sportskeeda.com ha stilato una lista dei cinque più importanti momenti della carriera del Big Dog in WWE:

#5 Il match di debutto nel main roster Main-roster debut match (Dicembre 2012)

Roman Reigns, Seth Rollins e Dean Ambrose hanno debuttato nel main roster interferendo nel main event di Survivor Series 2012 per impedire a Ryback di vincere il WWE Championship in un Triple Threat match contro CM Punk e John Cena.

Un mese dopo, i tre hanno assunto il nome di The Shield e hanno disputato il loro primo match come membri del main roster contro Ryback, Daniel Bryan e Kane in un TLC match a TLC nel Dicembre 2012.

È apparso chiaro fin dall’inizio che i tre sarebbero stati presenti sulle scene della WWE per molto tempo.

Nel seguente video è possibile vedere i momenti più salienti di questo match:

 

 

#4 Main event di WrestleMania 31 (Marzo 2015)

Con il passare degli anni, le reazioni del pubblico nei confronti di Reigns sono diventate sempre più ostili. Il tutto ha avuto inizio quando il membro dello Shield ha avuto la meglio su altri 29 uomini vincendo la Royal Rumble del 2015.

L’odio nei suoi confronti ha continuato ad aumentare nelle settimane seguenti al suo trionfo alla Rumble. Questo ha portato ad una grande pressione sul “Big Dog” quando ha affrontato Brock Lesnar per il WWE Championship nel main event di Wrestlemania 31.

Questo match è stato uno dei migliori incontri del 2015, in parte grazie al drammatico finale che ha visto Seth Rollins incassare il suo contratto di Money In The Bank.

 

#3 La vittoria del WWE Championship (Dicembre 2015)

Dopo aver fallito nel vincere il WWE Championship durante la sua rivalità con Brock Lesnar nel 2015, Roman Reigns ha sconfitto Dean Ambrose a Survivor Series 2015, diventando per la prima volta WWE Champion.

Tuttavia, il suo regno non è durato a lungo poichè Sheamus ha incassato il suo contratto di Money In The Bank, vincendo il titolo solo 5 minuti e 15 secondi dopo la vittoria del Big Dog.

Un mese dopo, Reigns ha placato la sua sete di vendetta quando ha avuto la meglio sul Celtic Warrior di fronte al pubblico di Raw, proprio nella stessa arena di Philadelphia in cui il Big Dog era stato coperto di fischi per la sua vittoria della Royal Rumble solo undici mesi prima.

 

#2 Il passaggio di testimone da parte di John Cena (Settembre 2017)

Roman Reigns ha raggiunto uno dei più importanti traguardi della sua carriera quando ha sconfitto John Cena in un match degno di Wrestlemania a No Mercy nel Settembre 2017.

Nonostante sia avvenuta in un PPV “di serie B”, questa vittoria pulita ha rappresentato un vero passaggio di testimone tra colui che è stato l’atleta di punta della WWE per più di un decennio e quello che sembra essere il suo erede.

Non tutti i fan hanno apprezzato questo match, ma è innegabile che i promo tra i due che hanno portato all’incontro soni stati tra i più intensi e credibili degli ultimi anni.

 

#1 La vittoria contro The Undertaker (Aprile 2017)

Esiste un traguardo più importante in WWE che sconfiggere The Undertaker a Wrestlemania? Probabilmente no.

Questo trionfo non è poì così speciale ora che sappiamo che Reigns non ha fatto ritirare Taker, che è tornato sul ring dopo un anno di assenza, ma rimane comunque il momento più importante della carriera del Big Dog.

I due si sono riuniti nel main event al Madison Square Garden, in squadra con Braun Strowman e hanno sconfitto Baron Corbin, Kevin Owens e Elias, stringendosi la mano in segno di rispetto alla fine del match.

 

FONTE: SPORTSKEEDA.COM

Benedetta Fortunati

staffer

  • Stex14

    La numero 5 è l’unica che si salva, tutti gli altri sono punti che hanno DISTRUTTO la sua carriera…