WWE: 5 Motivi per cui Samoa Joe dovrebbe battere Brock Lesnar

Nelle ultime settimane Samoa Joe è riuscito a far sembrare Brock Lesnar una persona normale e non più una bestia imbattibile. Joe avrà la sua prima oppurtunità titolata per il WWE Universal Champion a Great Balls Fire ed ecco 5 validi motivi per cui Samoa Joe meriterebbe di vincere il titolo:

  • L’ex NXT Champion ha dominato il feud, come abbiamo visto nelle ultime settimane l’aggressività di Samoa Joe gli ha permesso di mettere più volte Brock Lesnar al tappeto. Joe è diventato number one contender sottomettendo Finn Balor con la sua Coquina Clutch e sconfiggendo 3 campioni mondiali come Bray Wyatt, Roman Reigns e Seth Rollins. Da allora ha dimostrato di non aver alcuna paura del campione universale, arrivando addirittura a metterlo KO con la sua mossa finale.
  • Con la vittoria di Samoa Joe avremmo un campione Full Time facendo riacquistare valore alla cintura poichè l’unico regno degno di nota è stato quello di Kevin Owens. Inoltre una sconfitta di Brock Lesnar non abbasserebbe il suo status perchè è in grado di attirare l’attenzione del WWE Universe con o senza cintura. Consegnare il titolo a Joe significherebbe avere dei veri main event negli show settimanali.
  • Brock Lesnar non è più il vecchio Brock Lesnar. The Beast rimane una superstar dallo star power incredibile, ma i tempi del dominio nei confronti dell’Undertaker e di John Cena sembrano lontani. A causa del feud con Goldberg e degli squash ricevuti, l’aura di invincibilità che emanava è un po’ scemata. Oltre a questa sua lenta decaduta, ormai i fan non reagiscono più come durante le sue prime apparizioni a sorpresa.
  • La Submission Machine merita un regno titolato nel main roster. L’inizio della sua carriera a Raw è da dimenticare, con l’infortunio procurato al fragile ginocchio di Seth Rollins. Dopo quell’avvenimento al fianco di HHH, Joe non è stato pushato un granché, nonostante sia stata una presenza fissa nella parte alta della card insieme a gente come Roman Reigns, Kevin Owens ecc. La vittoria a Extreme Rules ha completamente cambiato la sua rotta, facendolo virare verso l’alloro più importante, nel match di cartello del nuovo PPV in programma questa domenica. Purtroppo il fatto che non faccia presa sui fan più giovani potrebbe condizionare il suo cammino, ma come ben sappiamo spesso i “Wrestling Nerd” sono stati accontentati in quello che oggi è ritenuto l’evento più importante della compagnia, anche sopra a Wrestlemania, ovvero Summerslam. Pensando infatti agli ultimi anni, CM Punk nel 2011 ha sconfitto Cena per la seconda volta di fila, Seth Rollins ha sconfitto il bostoniano diventando un doppio campione nel 2015… è facile immaginare quale sarebbe la reazione dei tifosi più hardcore se Joe arrivasse all’evento più importante dell’estate con la cintura alla vita e un eventuale faida con Roman Reigns, o un rematch con The Beast. Sarebbe sicuramente più interessante di un banale Lesnar – Reigns, atteso ormai da tutti e a malincuore da parecchi.
  • Collegandomi alla fine dell’ultimo punto, eviteremmo un rematch che in pochi vorrebbero vedere, Roman Reigns contro Brock Lesnar. Mancano ancora diverse settimane a Summerslam e parecchi mesi a Wrestlemania ma il match tra il Big Dog e l’attuale campione Universale sembra già scritto da tempo immemore. Ma a quanti davvero interessa questo incontro? Se Rollins non avesse incassato a WM 31 i fan di Santa Clara, già polemici durante il main event, avrebbero probabilmente messo in atto una rivolta. Lo svolgimento di una nuova contesa tra i due sarebbe abbastanza prevedibile, i fan si esalterebbero a ogni Suplex e ad ogni F5, fischiando sonoramente Reigns. Nel caso in cui sarebbe la Bestia a vincere inizierebbero a prenderlo in giro, se invece ne uscisse con la cintura The Guy farebbero venire giù il palazzo a furia di “Boo!”. Vince McMahon vuole forzare questo match, ma con Joe a fare da terzo incomodo e chissà anche un Braun Strowman per un fatal 4 way l’interesse sarebbe sicuramente maggiore e i fan accoglierebbero meglio la presenza di uno dei più controversi babyface della storia della compagnia. Non c’è dubbio che Reigns sarà parte integrante del futuro dell’azienda, Brock invece potrebbe andarsene da un momento all’altro al termine del suo contratto. Samoa Joe dal canto suo ha già 38 anni e il tempo scorre per tutti, quindi un suo regno titolato deve avvenire presto, poiché ha dimostrato di essere in una forma strepitosa. I fan vogliono acclamare una Superstar che sarà presente costantemente e darà il massimo ogni qualvolta sarà chiamato in causa. Ha ottenuto quella Title Shot e merita sicuramente di uscire con il premio più alto in palio.