WWE: 5 Superstar che non dovrebbero ritornare mai più

Come abbiamo visto durante gli anni, i dirigenti WWE hanno spesso riportato sul ring Superstar del passato. A volte con un’ottima reazione del WWE Universe e altre volte con una reazione non troppo buona.

Se date un’occhiata al sito WWE, nello specifico nella sezione Alumni, potrete farvi subito un’idea di chi riesce a portare profitto alla compagnia ritornando per breve tempo, e di chi invece è meglio rimanga nelle retrovie.

Qui di seguito vi riportiamo i nomi di cinque leggende della WWE che, pur essendo ancora in forma, farebbero meglio a non tornare.

5. REY MYSTERIO

Rey Mysterio è una di quelle Superstar che tutti i fan hanno tifato, chi prima e chi dopo. Ha superato tutte le avversità e ha conquistato quello che nessun altro della sua statura ha mai raggiunto.

Anche se ora ha 42 anni, Rey emoziona ancora il pubblico con la sua abilità nel ring e le sue manovre aeree brevettate. Rey al momento sta aggiungendo valore a Lucha Underground, pur avendo un calendario pieno grazie alle apparizioni in diverse promozioni indipendenti negli Stati Uniti e nel mondo. Non c’è bisogno di dire che a Mysterio non mancano le opportunità.

Durante il suo periodo in WWE Rey è riuscito a diventare per tre volte campione WWE, per tre volte campione dei pesi leggeri, per due volte campione Intercontinentale e per ben 4 volte campione di coppia.

Il problema è che Mysterio non avrebbe nulla da dimostrare se tornasse. La WWE ha la grande opportunità di prendere uno come Kalisto e trasformarlo nel successore di Rey Mysterio. Il talento c’è, il potenziale è illimitato e l’unico limite per Kalisto è il cielo. Bisogna solo dargli una possibilità.

4. THE UNDERTAKER

The Undertaker è uno dei wrestler più ammirati e rispettati che abbia mai calcato un ring. Ma comunque vale davvero la pena sacrificare la sua salute solo per un breve ritorno?

Anno dopo anno ci aspettiamo di vederlo a WrestleMania. Quasi fino a dimenticarci che è anche lui un essere umano. Ma il punto è che Taker ha 52 anni e ogni volta che ritorna pare sia invecchiato di 10 anni. Certamente, riesce a ancora a fare dei match decenti e la sua sola entrata vale il prezzo del biglietto, ma, ad un certo punto, quando è troppo, è troppo, no?

Gli ultimi anni sono stati molto commoventi per i fan di Undertaker. Dopo aver digerito la scioccante sconfitta contro Brock Lesnar a WrestleMania 30, Taker ha vinto nei due anni successivi, rispettivamente contro Bray Wyatt e Shane McMahon nelle edizioni 31 e 32. Però quest’anno c’è stato Roman Reigns che ha procurato ai fan del becchino un’altra sconfitta che fa male al cuore.

Quando Taker ha lasciato il palazzetto dopo la sconfitta, doveva finire lì. L’uomo ha passato il testimone a Reigns, nonostante il pensiero dei fan.

La prossima volta che vedremo il Dead Man, dovrebbe essere alla sua induzione nella Hall of Fame.

3. BATISTA

Batista aveva tutto. Aveva l’aspetto, aveva il fisico, la presenza e per una volta ha avuto anche un grandioso supporto dal  WWE Universe. Ma negli ultimi anni i fan si sono stufati di The Animal.

Quando Batista è tornato nel 2013, i dirigenti WWE l’hanno voluto come babyface, sperando e aspettandosi che i fan accogliessero bene il suo ritorno. All’inizio in molti erano dalla sua parte, ma poi tutto è cambiato. Quando è entrato nel Royal Rumble match come numero 28 e ha vinto la rissa reale, i fan hanno avuto un repentino cambio di rotta nei confronti di Batista, che è diventanto BOO-tista.

Durante il restante tempo passato nella compagnia, Batista è sempre stato arrabbiato perché si sentiva trattato male, fino al momento del suo rilascio. E questo è qualcosa che i fan non sono riusciti a mandare giù e che ancora ricordano tutt’oggi.

Batista ha avuto il suo momento di gloria in WWE, ma la sua nave è salpata definitivamente e la WWE farebbe un grosso errore a riportarlo sul ring. Diciamo che per il momento Batista sta meglio a Hollywood.

2. GOLDBERG

I fan erano sotto shock quando Goldber è tornato a metà del 2016. Per molto tempo si credeva che Goldberg avesse ormai chiuso con questo business, al di là di qualche apparizione occasionale nelle indipendenti. A quanto pare i soldi parlano eccome, e l’hanno fatto per quasi un anno, visto che Goldberg è ritorna in WWE.

Goldberg ha passato mesi a distruggere e dominare Brock Lesnar. Questo periodo in particolare ha lasciato l’amaro in bocca a molti fan, soprattutto perché la compagnia ha speso così tanto tempo a costruire Lesnar come una forza distruttrice e inarrestabile, solo per poi mandarlo in pasto a Bill Goldberg.

Forse è arrivata l’ora di lasciare Bill a casa e provare a fare un minimo sforzo per creare un “nuovo” Goldberg.

1. CM PUNK

Fin dal suo brusco rilascio, i fan hanno speculato molto sul ritorno in WWE di Punk e ancora accade.

Punk era una grande performer. Aveva tutto, dalle abilità sul ring a quelle al microfono con le sue “pipe-bomb”. Ma anche CM Punk aveva un difetto: il suo spropositato ego. Punk era arrivato al punto in cui era una bomba ad orologeria, pronto ad esplodere e a fare i capricci come un bambino di tre anni, senza preavviso.

Da quando ha lasciato la WWE Punk non ha avuto nulla di positivo sulla compagnia. E’ stato molto esplicito su come si sentisse miserabile, anche se è stato una delle stelle di punta della compagnia per diversi anni. Se mai gli fosse data l’opportunità di tornare, le cose non sarebbero mai come prima. La WWE si ritroverebbe con una persona molto negativa nello spogliatoio che trasmette dell’immotivata energia negativa.

Se siete fan di CM Punk, ricordate con gioia i suoi bei momenti, consapevoli che difficilmente tornerà su i suoi passi.

 

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo? Chi non riportereste mai e poi mai in WWE?

 

FONTE: SPORTSKEEDA.COM