WWE: 8 cambiamenti che potrebbero fare di Bray Wyatt una superstar di successo

Non c’è ragione per cui Bray Wyatt non possa essere uno dei migliori performer della WWE.

Ha una presenza fisica senza pari ed è un atleta di talento sul ring, in grado di compiere memorabili aggressioni tra le corde. La sua gimmick, inoltre, lo ha reso una delle star più riconoscibili e memorabili del roster.

Tuttavia, qualcosa riguardo a Bray Wyatt sembra non funzionare. Invece che sotto che sotto ai riflettori, occupa delle posizioni marginali, fin dalla sua faida con John Cena nel 2014.

Wyatt ha trascorso gran parte del 2017 impegnato in stagnanti e deludenti feud con atleti come Finn Balor e Randy Orton, ma le cose potrebbero migliorare nel 2018, con la battaglia contro il nuovo personaggio “Woken” di Matt Hardy.

Ecco 8 cambiamenti che potrebbero rendere Bray Wyatt una star di successo in Wyatt in WWE.

8. Ridurre gli effetti speciali

Il personaggio quasi-sovrannaturale di Bray Wyatt offre un grande potenziale alla WWE per fare cose interessanti e fuori dal comune con i suoi match. Sfortunatamente, questi rischi non sempre pagano, e i match non convenzionali di Wyatt spesso non vengono apprezzati dai fan.

Basta pensare al feud di Bray Wyatt con Randy Orton nel 2017. Il loro match a Wrestlemania è stato caratterizzato da strane proiezioni di insetti sul ring, e il feud ha avuto il suo apice nel primo House of Horrors match della storia.

Questo match, aveva tutte le caratteristiche per essere interessante, trasportando la rivalità dal solito ambiente del ring nel mondo ispirato alla gimmick di Wyatt. Invece, è stato aspramente criticato dai fan per i suoi effetti speciali esagerati.

La WWE dovrebbe ridurre questi aspetti del personaggio di Wyatt e lasciare che sia il suo strano carisma sul ring a raccontare la storia del suo potere sovrannaturale.

 

7. Il tempo sul ring

Stando al database di Cagematch, AJ Styles ha lottato 45 volte in televisione o nei PPV nel 2017. Seth Rollins, invece ha disputato 45 incontri nonostante gli infortuni subiti. Tuttavia, Bray Wyatt ha lottato solo 24 volte, escludendo la sua apparizione come uno dei 30 atleti nel Royal Rumble Match.

Quesyo dato è troppo basso per uno dei migliori atleti della WWE. È inconcepibile che la compagnia continui a tenere Bray Wyatt fuori dalle scene dei grandi match.

È difficile vedere Bray Wyatt come un atleta di successo sul ring quando, in realtà, raramente sale sul ring. Perciò la WWE dovrebbe trovare diversi sfidanti per dare vita a match memorabili con Bray Wyatt.

 

6. Promo migliori

Qualche anno fa, Bray Wyatt era uno dei migliori al microfono in WWE. Durante la sua rivalità con John Cena, Wyatt ha lanciato alcuni dei promo più interessanti che la WWE avesse mai creato in un lungo lasso di tempo.

Negli anni la situazione è cambiata. Ora i promo di Wyatt sono inconsistenti, e vaganente costruiti sull’atleta con cui ha un feud in quel momento.

Una volta Wyatt era conosciuto come L’Uomo dalle 1000 Verità, e questa la versione del suo personaggio che dovrebbe tornare per restituirgli il terrificante e sinistro carisma che lo ha reso una star nella prima parte della sua carriera in WWE. La compagnia dovrebbe affiancare un autore o un team di autori a Wyatt per garantirgli un focus ben preciso.

 

5. Il ritorno della Family

La gimmick di Wyatt è quella di un leader di una setta, con uno strano e minaccioso potere sulle persone che controlla. Questa è una strana parte da interpretare per lui, dato che attualmente non ha una setta.

Luke Harper e Erick Rowan ora sono a Smackdown Live, mentre Braun Strowman è passato alla scena del main event in singolo.

Bray Wyatt ha bisogno di avere degli scagnozzi. Gli Authors of Pain potrebbero unirsi a lui quando approderanno al main roster, oppure anche gli Heavy Machinery potrebbero essere degli ottimi candidati.

Gran parte del potere di Wyatt deriva dal vantaggio numerico, con un team heel più minaccioso rispetto a un villain solitario.

 

4. Restaurare il misticismo

Fin dal suo debutto nel main roster, Bray Wyatt ha mantenuto la sua aura. Non è come le altre superstar della WWE. I suoi poteri soprannaturali lo hanno portato ad un livello superiore rispetto alla media degli heel. Quel livello di misticismo è mancato a Wyatt nell’ultimo anno, venendo rimpiazzato da sporchi trucchetti di oratoria e da una vuota retorica.

Non importa se Wyatt pretenda di essere un Dio o di avere poteri mitologici, perchè è impossibile credere che sia realmente pericoloso.

La WWE deve assolutamente restaurare il suo misticiamo. Wyatt ha bisogno di una rivalità da cui emergere vittorioso.

 

3. Abbandonare Sister Abigail

La misteriosa figura di Sister Abigail è strettamente collegata al personaggio di Bray Wyatt. Fin dalla sua prima apparizione come Eater of Worlds, Wyatt ha sempre parlato di lei come la sua guida nella missione di cambiare il mondo. Lei è una sinistra presenza, che rimane nascosta da tempo immemore.

Nell’ottobre dello scorso anno è apparsa brevemente, quando il WWE Universe stava per scoprire finalmente chi fosse Sister Abigail. Wyatt è sembrato incanalare la presenza di Abigail durante i suoi promo con Finn Balor ed è stato sancito un match tra il Demon Balor e Wyatt nei panni di Abigail. Il match è stato cancellato a causa della malattia contratta da Wyatt e Balor ha affrontato AJ Styles in un grande match.

Questo è stato un bene. L’angle di Sister Abigail era ridicolo e ci sono poche possibilità che il match avrebbe funzionato. La WWE sta riproponendo ancora Abigail come parte del feud tra Wyatt e Matt Hardy, ma forse farebbe meglio ad accantonare l’idea.

 

2. La corsa al titolo

Al momento del feud con John Cena gli obiettivi di Wyatt erano evidenti. Voleva dimostrare di essere uno sfidante formidabile affrontando e sconfiggendo i migliori atleti della WWE.

Questa direzione così precisa è qualcosa che manca nei feud di Bray Wyatt negli ultimi anni. Sembra spesso che Wyatt scelga a caso una superstar, e decida di attaccarla alla fine di un match o di nominarla in un criptico promo.

Il miglior periodo di Wyatt è stato nel 2017 quando è diventato WWE Champion a Elimination Chamber. Da campione aveva uno scopo che ha guidato i suoi tentativi di riconquistare il titolo dopo essere stato sconfitto da Randy Orton.

La WWE dovrebbe inserire Wyatt nella corsa al titolo Intercontinentale di Roman Reigns o in quella al WWE Universal Championship di Brock Lesnar, rendendolo di nuovo una vera minaccia.

 

1. Vittorie importanti

Bray Wyatt viene sconfitto dagli atleti principali. Dal 2015, la sua quota di vittorie è di circa il 58% e il 50% solo nei PPV. Per chiunque voglia competere nei main event e inseguire i principali titoli, queste cifre non sono incoraggianti.

Se qualcosa deve cambiare riguardo a Wyatt, si tratta della sua capacità di vincere match importanti. È difficile credere in lui e nel suo personaggio se perde sempre.

Il feud con Matt Hardy è un buon punto da cui partire con questo nuovo booking. Woken Matt è il nuovo gioiellino della compagnia, quindi sembra ovvio che riceva un push da questa storyline. Ma la WWE dovrebbe utilizzare Hardy, il suo incredibile personaggio e la sua esperienza da veterano per aiutare Wyatt a realizzare il suo potenziale.

FONTE: WHATCULTURE.COM

 

Benedetta Fortunati

staffer