WWE: Alexa Bliss era una frana al microfono

La campionessa femminile di Raw Alexa Bliss ha parlato con News Hub riguardo l’essere una Superstar della WWE, della struttura del Performance Center in Florida e su come avesse problemi durante le lezioni di promo durante il suo periodo di sviluppo con la federazione.

Com’è essere una Superstar WWE: “Siamo Superstar adesso, non più Divas. C’è questa rivoluzione femminile in corso e stiamo conquistando come Superstar settimana dopo settimana. Dimostriamo costantemente quante atlete fantastiche ci sono nella divisione femminile della WWE.”

Sul Performance Center: “Il Performance Center è la miglior cosa mai successa alla WWE. Non mi ero mai allenata prima, non avevo mai fatto wrestling… Andare a NXT con tutti quei grandi allenatori che ci sono è stato fantastico. Hai tutto quello che vuoi a portata di mano. Il beneficio di avere tutti gli allenatori con un sacco di esperienza grazie agli anni passati in WWE è incredibile e il risultato di tutto questo è che NXT sta crescendo e sta diventando il terzo roster della WWE. Tutto grazie all’ottimo lavoro del Performance Center.”

I problemi durante le lezioni di “promo”: “Mi veniva l’ansia quando dovevamo lavorare al microfono, mi facevo prendere dal panico ed ero terribile. Ma proprio grazie al fatto di avere lezioni ogni settimana ho preso sempre più sicurezza e ho imparato a parlare di fronte ad un pubblico. Che fossero 500, 5.000 o 50.000 persone. Il nostro allenatore per i promo era la leggenda WWE Dusty Rhodes e parlava sempre di provare nuove cose e lasciare la nostra “zona sicura”. E’ stata una grande influenza per me.”