WWE: Austin Aries parla del suo match con Neville a Extreme Rules e di molto altro

Austin Aries questa settimana ha rilasciato un’intervista a Ring Rust Radio.

Ecco i punti più salienti:

Pensi sia difficile mantenere un’alimentazione sana quando si viaggia così a lungo come nel tuo lavoro?

“Penso che se cerchi a tutti i costi di fare attenzione alla tua alimentazione mentre sei in viaggio, allora sarà una vera faticaccia. La nostra scelta di cosa mangiare a mezzanotte o all’una di notte, quando usciamo dagli show nelle città più piccole, non sarà sempre la più indicata per la salute, indipendentemente da quali attenzioni o restrizioni siano previste dalla nostra dieta. 7

Quindi, credo che la soluzione migliore sia essere sempre preparati. Infatti, cerco sempre di portarmi dietro qualcosa di sano, in modo che se non trovo nulla nella zona in cui sono per lavoro, non rischio di compiere la scelta sbagliata.

In fondo, la parte più difficile riguardo ad un’alimentazione sana, è mettersi d’impegno e dedicarcisi. Infatti, quando sei tu a decidere che per te è importante, diventa più facile perchè non ti pesa investire le tue energie in questo.

Ad esempio, io adoro la pizza e i waffle  ed ho trovato il modo di mangiarli senza sgarrare dalla mia dieta, comprandone la versione vegana.

Non posso farci nulla, io amo il cibo sano e buono e preferisco spendere più soldi per comprarlo, piuttosto che risparmiare ed accontentarmi di cibo più veloce da cucinare ma più scadente.”

Abbiamo parlato molto spesso della tua carriera ad Impact Wrestling, ma non molto di quella in WWE. Com’è avvenuta la firma del contratto? E come ti sei trovato finora nella compagnia?

“A volte, l’iter per la firma del contratto in WWE può essere un pò lungo. Si parte dai primi contatti per vedere qual’è l’interesse nei tuoi confronti, poi si passa agli incontri dove ti viene spiegato quale sarebbe il tuo ruolo e quali opportunità potresti avere, infine si arriva al momento delle scartoffie.  E’ senza dubbio molto lungo e stancante come processo, ma ne vale la pena, perchè una volta che tutto è sistemato ed entri in WWE, significa che hai raggiunto l’apice della nostra carriera.

Sono stato molto fortunato perchè ho avuto la possibilità di lavorare per diverse compagnie in diverse promozioni in tutto il mondo, ma, alla fine, è questa la punta dell’Iceberg.

Firmare con la WWE è stato una grande ricompensa per il mio duro lavoro e mi ha dato l’opportunità di esibirmi di fronte ad un pubblico più grande, formato da persone che magari non sapevano nulla riguardo ad Austin Aries, ma che così hanno avuto la possibilità di conoscermi.”

Hai avuto una grandiosa faida con Neville che ha portato a match sempre più fantastici. Ora che Neville sembra volersi dedicare ad altri programmi, quali sono le tue intenzioni? Pensi di abbandonare la divisione dei Cruiserweight e puntare ad altri titoli o preferisci continuare ad aiutare a migliorare la divisione dei pesi leggeri?

“Per ora penso semplicemente di voler riflettere per capire quale sia la mossa migliore per il mio futuro. Ho investito molte energie sia fisiche che mentali nel cercare di vincere il Cruiserweight Championship, ma ovviamente non ho fatto abbastanza. Così, nono sono sicuro su cosa fare in futuro. Penso che ora farò un passo indietro, mi guarderò intorno per vedere quali opportunità ho a disposizione e cercherò di capire cosa è meglio fare per la mia carriera.”

I tuoi match contro Neville sono tra i miei preferiti. Tu cosa ne pensi? Hai ricevuto qualche elogio nel backstage dalla dirigenza o dagli altri atleti?

“Sia io che Neville abbiamo ricevuto molti feedback positivi da persone la cui opinione conta molto per me. Penso che Nevile, ora, si trovi ad un altro livello. Si è completamente rinnovato, e mi sono divertito molto a competere con lui, in quanto volevamo dimostrare le stesse cose di fronte allo stesso pubblico. La nostra è stata una competizione tra due ragazzi testardi e competitivi che volevano andare là fuori per provare chi dei due fosse il migliore.

Devo togliermi tanto di cappello di fronte a lui perchè è ad un livello fisico diverso. Sta attraversando il suo periodo migliore e in questo suo rinnovamento c’è qualcosa che lo ha fatto salire di livello.”

Durante la tua assenza per infortunio hai fatto il commentatore per la divisione dei Cruiserweight sia a Raw che a 205 Live. Penso che tu sia stato fantastico, e mi chiedo se saresti interessato a diventare commentatore a tempo pieno dopo la fine della tua carriera come lottatore.

“E’ stato molto divertente fare il commentatore e per me è stata una nuova opportunità. Ho imparato molto e ho avuto la possibilità di lavorare fianco a fianco con persone fantastiche , con le quali non avevo mai parlato prima. Rispetto molto ciò che fanno, perchè non è facile gestire tutto quello che succede nelle postazioni, mentre si cerca di narrare una storia.

Quando arriverà il momento giusto, è un lavoro che mi piacerebbe fare.”

 

 

 

Benedetta Fortunati

staffer