WWE: Bobby Roode rivela l’origine del suo nickname

The Wrestling Compadres podcast ha recentemente intervistato il campione di NXT Bobby Roode, di seguito le dichiarazioni più interessanti dell’atleta.

L’origine del soprannome “Glorious”:

“Il personaggio era inizialmente molto simile a come è adesso, ma tutta la cosa del “Glorious” è nata dopo aver sentito la theme song, la musica d’entrata, è stata una fortuna ed è stato divertente. All’inizio la canzone doveva essere un’altra. Ai tempi stavo aspettando dei documenti per poi poter iniziare qui (in WWE). Avevo una canzone diversa ed eravamo tutti d’accordo, ma mentre parlavo del mio personaggio e di quello che volevo fare mi è venuta l’idea di questa canzone. Era già nella libreria della WWE o qualsiasi sia il suo nome, è dove archiviano le canzoni. L’ho ascoltata e ho pensato che sarebbe stata perfetta per come volevo far percepire il personaggio, era diversa da quella che avevo scelto. Perciò poteva andare a finire in due modi: o avrebbe fatto schifo o sarebbe stata grandiosa. Ed è stata grandiosa.”

Se si aspettava di diventare campione ad un anno dal suo debutto:

“E’ stato un bel traguardo, ovviamente. A quei tempi era già un anno che mi sedevo in prima fila agli NXT Takeover che si tenevano a Dallas. Non ero sicuro che sarebbe successo, ero lì come ospite e avevo avuto degli iniziali contatti con la compagnia, ma non ero sicuro che sarebbe successo, ma da cosa nasce cosa e ho avuto un’opportunità. Sono in questo ambiente da quasi venti anni, volevo cogliere il massimo da questa opportunità e l’ho fatto, e non potrei esserne più felice.”

Sull’essere parte di NXT:

“E’ tutto bellissimo. Essere parte di questo brand; quando sono arrivato tutti mi avevano già visto un anno prima a Dallas, ma non ho ingranato e non mi sono dato da fare prima dell’estate. Essere parte di NXT Takeover Brooklyn è stato speciale, sia per il mio debutto e sia per il brand stesso. Da quando ho iniziato ad oggi non ha fatto che crescere. E’ ironico perché la sede di NXT è a Orlando, è lì che registriamo gli show, alla Full Sail Arena, e realizzare WrestleMania lì è stato speciale. Sulla carta, questo TakeOver ha tutte le carte in regola per essere il miglior TakeOver di tutti i tempi. Sarà una serata speciale.”

Sulle idee del suo personaggio:

“Non si tratta solo delle idee, si tratta di creare un personaggio e il suo modo di essere. Con la musica e l’entrata soprattutto, il modo di comportarmi, inclusi i momenti in cui ho l’opportunità di parlare al microfono in televisione. Lì si costruisce il modo di fare del personaggio che le persone possono odiare o amare.”