WWE: Corey Graves parla del suo lavoro e di cosa significa essere heel

Durante il recente podcast di Sam Roberts, è stato intervistato il commentatore della WWE Corey Graves. Ecco i punti salienti:

Sul non pensare troppo mentre sta lavorando:

“Ancora non guardo a ciò che sto facendo. Penso che sia come ogni cosa: è il mio lavoro, e lo faccio e basta. Cerco di non essere preso da esso. La prima volta che ho realizzato questa cosa è stato a Wrestlemania, che ho commentato dall’inizio alla fine, a parte i due match del Kick Off. Poi ho anche fatto tutto Raw e Smackdown, e quindi ricordo finalmente di essere tornato a casa, dopo essere stato anche in Florida per alcuni pezzi vocali da registrare, e di non essermi mai sentito così stanco in tutta la mia vita. Mi è venuto da pensare, ma è chiunque altro così stanco? Probabilmente no. Sono totalmente preso, e semplicemente tendo a non pensarci.

Corey Graves sul non considerarsi veramente un buono o un cattivo:

Mi schiero spesso con un sacco di mentalità da heel. Posso giustificarlo perchè da wrestler io ero generalmente un cattivo, per cui posso giustificare qualunque cosa. Molte volte è quasi oltraggioso e ridicolo, motivo per cui amo dirlo, perchè è divertente per me essere capace di dare una giustificazione per qualcosa che è chiaramente un errore o fuori da ogni linea, ma quello è solo per intrattenere me stesso. Io non sono un commentatore stile “cattivo ragazzo”.

FONTE: 411mania.com