WWE: Daniel Bryan vuole tornare a lottare

Daniel Bryan è apparso recentemente a Hot 97 FM a New York.

Durante l’intervista, Bryan ha espresso il desiderio di tornare sul ring e ha dichiarato che i medici della WWE non gli concedono il via libera.

Bryan ha affermato che la WWE è ancora ferma sulla decisione presa e non si sente sicura a lasciarlo lottare dopo averlo obbligato al ritiro a causa di una commozione cerebrale che ha destato molte preoccupazioni sulle sue condizioni di salute, diversi anni fa.

Bryan, che ora ricopre il ruolo di General Manager di Smackdown, ha spiegato di aver dato alla compagnia le prove della sua buona condizione di salute.

Ma, come ha detto Bryan, la WWE pensa che abbia avuto troppe commozioni cerebrali. Bryan ha affermato che le commozioni cerebrali non sono una sentenza di morte. Se si ha una commozione cerebrale, non si può lottare fino a quando il cervello non ha recuperato completamente, ma poi si può tornare in azione senza essere perseguitati a vita dall’accaduto.

È stato riportato che ci sono alcuni che hanno sperimentato gravi problemi in seguito a commozioni cerebrali. Bryan ha rivelato di aver ricevuto il via libera da esperti mandati dalla WWE e che il suo elettroencefalogramma ha dato risultati perfetti.

Quando gli è stato chiesto perchè abbia questo spasmodico desiderio di tornare a combattere, Bryan ha risposto che amo il wrestling, anche se non ne ama tutti gli aspetti, come i viaggi. Lui ama la parte che prevede lo stare sul ring e ora ha un lavoro che gli permette di farlo, ma non come vorrebbe lui. Ha dichiarato di apprezzare che la WWE gli abbia dato un ruolo da ricoprire, ma non è ciò che ama fare.

A Bryan è stato chiesto se abbia una dipendenza per la violenza e lui ha detto che questo non è il suo caso. Lui fa kickboxing e Jiu-Jitsu regolarmente, ma pensa sempre al wrestling e a quello che può ancora fare per questo business.

Bryan ha poi rivelato che sua moglie lo sostiene in questo. Bryan ha ammesso di aver sbagliato a nascondere alcune cose ai dottori e alla WWE. Infatti, ha avuto una crisi epilettica di cui non ha informato la compagnia e un’altra nel 2015, della quale stavolta ha informato i dottori. In particolare, ha descritto una crisi avvenuta in una camera d’albergo poco dopo che aveva iniziato a frequentare Brie e di averla supplicata di non dire nulla a nessuno.

Bryan ha affermato che, quando si parla di commozioni cerebrali ci sono molte variabili in gioco. Quindin ha dichiarato che se i medici avessero trovato qualcosa che non va nel suo cervello, lui non vorrebbe tornare a lottare. Ma, non capisce come mai non possa tornare a lottare, nonostante gli specialisti gli abbiano detto che è in condizione di farlo.

All’inizio del suo ritiro, era felice, ma poi rientrare nel business del wrestling senza poter fare wrestling si è rivelato davvero difficile.

FONTE: EWRESTLINGNEWS.COM

 

Comments

Commenta questo post

Benedetta Fortunati

staffer

bfortunati has 2205 posts and counting.See all posts by bfortunati