WWE: Edge commenta il calendario della WWE

Durante un recente episodio dell’E&C’s Pod of Awesomeness, Edge e Christian hanno tenuto una sessione Q&A con i fan.

Tra le varie domande, ai due è stato chiesto se pensano che la WWE dovrebbe prevedere un periodo di pausa nel suo calendario.

Non è un segreto che i wrestler professionisti abbiano un calendario di lavoro molto duro e lungo. I wrestler che hanno raggiunto il picco del successo, come le Superstars di punta della WWE, possono arrivare ad esibirsi in diversi show e live events ogni settimana, fino ad arrivare a 52 settimane l’anno.

Nonostante sappiano quanto sia duro lavorare con un calendario come questo, Edge e Christian credono che per la WWE non sia possibile prevedere un periodo di pausa.

Entrambi credono che i wrestler abbiano bisogni di riposo ogni tanto, ma non pensano che la WWE debba sospendere i suoi show per settimane o mesi.

Ecco le parole di Christian:

“Penso che non si possa fare. Voglio dire, non si può fermare la WWE. È una compagnia di intrattenimento. Organizza show tutte le settimane e il suo vanto è quello di andare là fuori a lavorare. 

Sì, credo che ai wrestler farebbe bene avere un po’ di pausa, ma è difficile quando hai dei grandi atleti e conti su di loro per attrarre i fan nelle arene durante gli show, i PPV e le conferenze stampa. Un’idea potrebbe essere quella di concedere a questi atleti un po’di riposo ed alternarli con altri atleti. Non so se sia fattibile, ma non credo che la WWE possa sospendere del tutto i suoi show, anche se per brevi periodi di tempo.”

Edge ha notato che ci sono altri problemi, come i contratti televisivi, che potrebbero impedire alla WWE di prevedere una pausa nel suo calendario. Infine, Edge ha affermato che è praticamente impossibile paragonare la WWE agli altri sport professionali perchè la compagnia è una forma di intrattenimento davvero speciale:

“Voglio dire, ci sono molte cose da considerare. Sì, sulla carta sembra tutto bello, ma ci sono i contratti televisivi, e ci sono così tante cose da considerare. Paragonare la WWE alle altre compagnie sportive, è quasi impossibile. Non so quale potrebbe essere la soluzione al problema, ma so che non è così semplice come può sembrare.”

 

Fonte: WrestlingInc.com

Benedetta Fortunati

staffer

  • JeriCool94

    Capisco la stanchezza… ma sono sopravvissuti loro e tantissimi altri atleti in epoche peggiori.
    Oggi stare on the road è pesante ma hai 1000mila modi per renderla più leggera.
    Basterebbe dosare bene gli atleti e nessuno sentirebbe la stanchezza eccessiva.

  • Stex14

    Continuo a pensare che secondo me tagliare un po’ di live event durante l’anno non sarebbe una perdita enorme per la federazione….