WWE: ex wrestler deride il nome scelto per Great Balls of Fire

Nel secondo episodio di The Triple Threat Podcast “The Franchise” Shane Douglas ha detto la sua riguardo il match previsto a Great Balls of Fire tra Brock Lesnar e Samoa Joe. In più si è espresso sulla ridicolezza del nome scelto dalla WWE.

Riguardo al nome del PPV: “Aspettate un attimo (ride). Non potete farmi una domanda del genere e dirmi ‘ah, comunque il PPV si chiama Great Balls of Fire (questo nome è un riferimento all’omonima canzone di Jerry Lee Lewis, presente come sottofondo nei promo del PPV). E’ il nome più merdoso che (Vince) abbia mai scelto per un pay-per-view. Fa schifo. Great Balls of Fire, e dopo che altro sceglierà? ‘Smoke Gets In Your Eyer’, ‘My Prayer’ (canzoni degli anni ’50/’60), ce ne sono ancora tante degli anni ’50. Perché non ‘Heartbreak Hotel’? (celeberrimo singolo di Elvis Presley) Sarebbe perfetto per il prossimo mese. Cavolo, Vince non ci sta più con la testa.”

Su Samoa Joe come main eventer nel PPV: “Sono sempre stato un fan sfegatato di Samoa Joe. Sembra che si stia rimettendo in forma ed è abbastanza credibile come avversario per Brock. Non so se i fan della WWE lo apprezzano già. Magari non quanto lo apprezzo io che conosco Samoa Joe, o voi che conoscete Samoa Joe, ma se così fosse allora potrebbero programmare dei continui match tra i due per i prossimi due o tre anni. Questo è da vedere. Non vedo Vince non farsi terra bruciata subito con un lottatore da un sacco di tempo e credo che con Samoa Joe non abbia ancora finita. Detto questo, conosco Samoa Joe dai tempi in cui lavoravamo in TNA e lo adoravo sul ring. Lo adoro ancora sul ring e mi piacerebbe vedere cosa vogliono lasciargli fare. La vera domanda è: come farà Brock Lesnar ad uscirne vittorioso? Per lui Samoa Joe è un degno avversario e, se fatto bene, possono farne uscire un sacco di soldi. Ma tutto dipende se faranno le cose nel modo giusto.

Se la WWE avrebbe dovuto aspettare Summerslam: “Avrebbero dovuto assolutamente gettare più benzina sul fuoco, il problema è che non hanno nient’altro da offrire. Cosa puoi mettere come incontro principale nel prossimo pay-per-view che si chiama Great Balls of Fire? Non riesco nemmeno a dire il nome senza ridere. Devono fare qualcosa, non succede spesso che una bella storyline inizi da un match, ma Joe potrebbe sicuramente riuscirci. Dipende se Brock sarà abbastanza desideroso di lavorare con lui. E poi il coinvolgimento di Paul Heryman sarà d’aiuto. Un ottimo portavoce, un’ottima mente, con cui si possono continuare ad innescare l’ottima storyline. Ribadisco che rimane comunque un’incognita. Spero che riescano nel loro intento. Joe e Brock potrebbero tirare su un palinsesto affascinante.”

Comments

Commenta questo post