WWE: Il wrestling è reale o finto?

“La WWE è finta”? è una domanda che ci siamo fatti mille volte nel corso della nostra vita. L’autorevole sito Sportkeeda, cerca in qualche modo di rispondere a una delle domande che un fan di wrestling si sente chiedere molto spesso.

Sin dalla gioventù abbiamo cercato di rispondere insieme ai nostri amici a questa domanda, un dibattito che spesso non ha portato una risposta, rimanendo comunque dei fan.

Rispondere a questa domanda non è così semplice e sopratutto non esiste una risposta univoca.

La WWE stessa si definisce sport entertainment e non come pro wrestling. Questo cambio nella nomenclatura della federazione (che fino ai primi anni 2000 si chiamava WWF) è dovuto al fatto che le tasse per l’intrattenimento risultano più basse in America e così Vince McMahon cambiò il nome della compagnia di cui è tutt’ora presidente.

Durante un’inchiesta, i McMahon ammisero che la WWE non è un vero sport ma una forma di intrattenimento.

Detto ciò possiamo rispondere a questa domanda? Se da un lato gli scontri sono predeterminati, dall’altro le Supertars si allenano come veri e propri atleti.

Il pro wrestling in generale prevede rivalità e incontri in cui gli atleti interpretano personaggi in TV, i match e le rivalità sono predeterminati, ma questo non ha fermato la WWE nel proporre situazioni nelle quali la realtà e il loro mondo si fondono in un tutt’uno .

Risultati immagini per CM PUNK PIPEBOMB

Ci sono poche forme di intrattenimento che hanno abbattuto la quarta parete fondendo così la realtà alle loro storyline.

La Pipebomb di CM Punk del 2011 ne è un’ottimo esempio. L’atleta di Chicago sfogò la sua reale frustrazione per la gestione del roster da parte della federazione in un promo.

La dirigenza, ritenendo che Punk stesse esagerando, spense il suo microfono.

Molti pensano che il primo promo che includeva veri aspetti della realtà sia quello di Punk, ma non è così.

Questo fenomeno si era già verificato negli anni Novanta.

Anche nel 2016 e nel 2017 The Miz prese parte a dei segmenti definiti “Worked Shoot Promo”.

Risultati immagini per CM ROMAN REIGNS JOHN CENA

Uno shoot promo è quando una Superstar dà vita ad un promo basato su fatti reali. Un Worked Shoot è quando la finzione e a realtà si sfocano e si fondono. Si utilizzano elementi della realtà per arricchire le storyline .

A Smackdown, The Miz diede vita ad uno shoot promo con Bryan e a Raw Enzo Amore parlò di come fu espulso dal bus della WWE durante un tour in Europa.

Anche i main eventer non fanno eccezione. John Cena disse quello che pensava realmente di Roman Reigns durante la loro rivalità. Il Big Dog stesso, nella sua recente faida con Lesnar ha abbattuto la quarta parete.

Perciò se doveste rispondere alla domande se il wrestling è vero la risposta più semplice è dire di no. Questa però non sarebbe una risposta completa perchè nonostante le stoyline e i match siano predeterminati le Superstars danno vita ad uno spettacolo che si basa sulla loro preparazione atletica, in cui l’infortunio è dietro l’angolo.

Lo stesso sangue che vedete talvolta in TV è il 98% delle volte vero.

Le Superstars della WWE sono spesso accusate di non essere veri combattenti e di non praticare un vero sport, ma quello che la gente non capisce è che gli atleti mettono un grandissimo impegno in questa disciplina.

Per il calendario a cui sono sottoposti e per i viaggi intercontinentali a cui prendono parte, i wrestler meritano il massimo del rispetto.

 

Fonte: Sportskeeda.com

  • JeriCool94

    Inutile, i fan di Wrestling lo sanno… gli altri NO.
    Il problema è che pensano di aver ragione, ma il Wrestling non è uno sport che tutti possono fare.
    Tutti possono calciare un pallone, fare canestro, colpire la pallina di tennis o del baseball… ma ci vogliono le palle per subire anche solo un bump.
    I Wrestler meritano rispetto anche solo per stare tutte le sere su un ring sapendo che basta poco per chiudere la carriera e rischiare un futuro di vita pessimo, per quello che fanno i loro guadagni sono pure pochi senza contare quante robe LORO si pagano e nessuno gli regala niente.