WWE: Kurt Angle spiega i motivi del suo ritorno in WWE

L’attuale General Manager di Raw Kurt Angle, è stato intervistato da Esquire Middle Eastò. Ecco i punti principali:

Sulla possibilità di vederlo combattere di nuovo in WWE:
“Beh, ora mi sto solo concentrando sul mio ruolo da General Manager. Non ho ancora avuto test fisici, e non li avrò fino a quando non capiranno cosa vogliono farmi fare. Ma c’è la possibilità? Si, certo! Penso sia più che probabile che accadrà. Non so se avrà a che fare con la storia che stiamo portando avanti, ma sono sicuro che accadrà lo stesso.”

Sul modo perfetto di chiudere la sua carriera:
“Il mio scopo principale sarebbe di affrontare qualcuno dei più giovani. Ci sono molti atleti con cui mi piacerebbe lavorare. Immagino anche che, essendo chi sono, avrei anche un ruolo importante in una WrestleMania se dovessi combattere ancora. E si, penso che tutti vorrebbero un altro regno titolato. Ho 48 anni, sono ancora in gran forma, posso ancora darci dentro, ma ci sono molti ragazzi che meriterebbero un regno titolato molto più di me. Non fraintendere, sarebbe fantastico avere un altro regno titolato, ma dato che sto aiutando la compagnia a tirare fuori talenti sarei molto felice per loro.”

Sui motivi che lo hanno spinto a tornare in WWE:
“Guarda, ho tre bambini che non mi hanno ancora visto combattere. Uno di 6 anni, uno di 4 e uno di 7 mesi, quindi ho sempre voluto tornare per loro. Non solo quello, ma sentivo che lo dovevo al WWE Universe per tornare e finire la mia carriera dove è iniziata. So che molti fan lo hanno chiesto per molti anni. Non si trattava di nutrire il mio ego o di guadagnare più soldi: si trattava del WWE Universe, dei fan e dei miei bambini. Voglio mostrargli cosa può fare loro padre.”