WWE: La storia dell’Authority

The Authority è stata una stable heel di wrestling attiva nella WWE e fondata nell’agosto 2013, quando Triple H ha aiutato Randy Orton a vincere il WWE Championship contro Daniel Bryan a SummerSlam.

Il gruppo era guidato dallo stesso Triple H e dalla moglie Stephanie McMahon, i due capi amministrativi della WWE. Tuttavia diversi altri wrestler ne hanno fatto parte per formare un gruppo più numeroso: in particolare Seth Rollins, “il futuro della WWE” e in seguito “il wrestler da battere”, fino al novembre 2015, quando ha patito un grave infortunio al ginocchio; Kane, con il ruolo di “direttore delle operazioni”; e Randy Orton, campione prescelto dall’Authority e il “volto della WWE”. Il nome “The Authority” è stato introdotto nell’ottobre 2013.

Il nome “The Authority” era stato introdotto per la prima volta nell’ottobre 2013 e inizialmente si riferiva solo a Triple H e Stephanie McMahon come “coppia di potere”.

L’Authority era stata inizialmente smantellata nel 2014 alle Survivor Series, dove la sua squadra, capitanata da Seth Rollins e composta anche da Kane, Luke Harper, Mark Henry e Rusev, era stata sconfitta da quella di John Cena (che includeva, oltre allo stesso Cena, Big Show, Dolph Ziggler, Erick Rowan e Ryback) nel tradizionale 5-on-5 Survivor Series elimination match delPPV; Rollins ha tuttavia costretto Cena a far reintegrare il gruppo nella WWE al termine della puntata di Raw del 29 dicembre 2014.

Un anno e mezzo dopo il regno dell’Authority si è definitivamente concluso poco dopo WrestleMania 32 – dove l’allora campione Triple H è stato sconfitto da Roman Reigns per il WWE World Heavyweight Championship – quando Mr. McMahon (che aveva preso le redini dell’Authority a causa dell’assenza di Triple H dal dicembre 2015 al gennaio 2016)[16] ha concesso il controllo di Raw al rientrante figlio ShaneCon il ritorno della brand extension è stata nuovamente confermata la fine dell’Authority quando Mr. McMahon ha nominato Shane e Stephanie McMahon come commissioner rispettivamente di SmackDown e Raw, dando loro la possibilità di scegliere un general manager del rispettivo show.

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club