WWE: La storia di John Cena (2010-2011)

Nella puntata successiva di Raw, Cena riceve un brutale assalto dai Rookie di NXT durante il suo match contro CM Punk. Al PPV WWE Fatal 4-Way perde il WWE Championship in un Fatal 4-Way Match a causa dell’interferenza dei rookies di NXT che attaccano i partecipanti del match e a vincere è Sheamus. Al PPV successivo, Money in the Bank, John Cena ottiene il suo rematch contro il guerriero celtico in uno Steel Cage Match. A vincere è Sheamus per via di una nuova interferenza dei rookies di NXT (denominati Nexus) i quali dopo il match vengono attaccati da Cena, che dichiara guerra al Nexus creando un team di 7 stelle di Raw, composto da Edge, Chris Jericho, John Morrison, The Great Khali, R-Truth e Bret Hart, che sfida a SummerSlam il Nexus in un 7 vs 7 Elimination Tag Team Match. A Summerslam il team WWE sconfigge il Nexus con John Cena che rimane l’unico superstite della squadra eliminando gli ultimi rimasti.

La sera successiva, a Raw, Cena sfida Barrett a Hell in a Cell. Questo match prevede due condizioni: se il leader della Cenation verrà sconfitto dovrà entrare a far parte del Nexus, ma se vincerà il Nexus si scioglierà definitivamente. A Hell in a Cell, Wade Barrett riesce a vincere il match, costringendo così Cena ad entrare nel Nexus. Tuttavia arriva un’e-mail dal GM che dice che se Cena aggredirà i membri del Nexus verrà licenziato. Alle Survivor Series Cena arbitra un match per il WWE Championship fra Randy Orton e Wade Barrett. La stipulazione era che se Barrett avesse perso, Cena sarebbe stato licenziato. Il match viene vinto da Orton e quindi Cena viene licenziato. Continua però gli attacchi ai membri del Nexus, dicendo di voler mantenere la promessa di distruggere l’intero team.

Ritorna poi a Raw poiché Barrett era stato costretto a riassumerlo dagli altri membri del Nexus dopo le aggressioni subite da questi ultimi. A TLC Cena sconfigge Barrett in un Chairs match, terminando la sua faida con il Nexus.




Comments

Commenta questo post