WWE: Le parole di Kevin Owens, AJ Styles e Shane McMahon (Parte 1)

Dopo che i due lottatori, oltre che al commisioner, si sono presentati sul ring, il Prizefighter ha preso il microfono per parlare per primo:

“E’ vero, ti ho urlato in faccia che non saresti stato un arbitro imparziale ma qualunque cosa abbia detto era dovuto alla rabbia per colpa della sconfitta e, per tanto, ci tengo a scusarmi. Ci ho pensato e ho capito che non devo preoccuparmi che tu, Shane, possa essere la causa della mia sconfitta, d’altronde abbiamo già avuto un McMahon capace di fregare una leggenda canadese in passato. Ma lui se lo meritava, mentre io no, e sono preoccupato per AJ. Shane, come puoi credere di risultare imparziale verso colui che a marzo ti ha lanciato contro il finestrino di una macchina? Shane, SummerSlam non è per te la prima occasione in cui indosserai la divisa da arbitro. Sai, sono piuttosto intelligente e ho fatto le mie ricerche e, AJ, non hai ancora pensato a quello che potrebbe succederti? E’ incredibile ciò che si può trovare sul WWE Network. Fidati, AJ, puoi trovare un sacco di video in cui Shane frega qualcuno nelle vesti di arbitro, ci puoi addirittura fare una compilation intera con solo quei Match.”

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club