WWE: Shane McMahon parla con Steve Austin

Di recente, il Commissioner di WWE Smackdown Live Shane McMahon ha avuto una conversazione con il WWE Hall of Famer Steve Austin.

Innanzitutto Shane ha parlato di come sono cambiate le nuove generazioni, con le critiche ai prodotti della WWE, e di quanto pensa di restare in WWE.

Secondo Shane, ora le cose sono drasticamente diverse rispetto ai vecchi tempi, in quanto gli atleti erano relativamente  pronti quando approdavano in WWE.

McMahon afferma che oggi alcuni atleti WWE camminano “sui gusci d’uovo” per paura di perdere il lavoro e che non deviano molto dal copione perchè non ci sono molti momenti di televisione e la libertà di provare cose nuove è molto più limitata.

Shane, inoltre, suggerisce che molte superstar WWE hanno paura di fare qualcosa di nuovo perchè non sanno se funzionerà o meno con il pubblico, quindi non attraversano nessun processo di maturazione.

Spetta quindi alla compagnia occuparsene, e questo è appunto il compito svolto da NXT.

McMahon rivela che la WWE voleva che la ECW ricoprisse questo ruolo di sviluppo, e elogia il lavoro a NXT del cognato Triple H:

” Paul, ha fatto un lavoro fenomenale con i suoi ragazzi. Ad esempio, ha portato Dusty (Rhodes) ad un livello superiore.

In passato, volevamo che questo incarico fosse svolto dalla ECW. ”

Shane si mostra poi comprensivo nei confronti della critica alla WWE di essere gestita in modo eccessivo e troppo pignolo, ma ci tiene a sottolineare che Smackdown Live ha una libertà maggiore rispetto a RAW:

“Smackdown è sicuramente più spontaneo di RAW. Il merito di questa spontaneità va a Brian James e al gruppo creativo. Tutti cercano di dare massima spontaneità ai ragazzi e alle ragazze, cosa che non sarebbe mai avvenuta se esistesse ancora un unico brand.”

Quando gli viene chiesto del suo futuro, McMahon afferma di essere soddisfatto del suo attuale ruolo e di adorare il mondo del wrestling professionale:

“Sì, io amo molto il mio ruolo è continuerò a ricoprirlo finchè potrò fare la differenza e aiutare i ragazzi vedendoli crescere e aiutandoli psicologicamente a migliorare sempre di più. Adoro insegnare, adoro il clima di cameratismo che si viene a creare. Adoro questo business.”

Benedetta Fortunati

staffer