WWE: Ted DiBiase parla di Steve Austin

Di recente Ted DiBiase ha parlato con The Mirror, ecco i punti salienti:

Lavorando presto con Steve Austin:

“Ho lavorato con “Stone Cold “Steve Austin il Million Dollar Champion in Raw. Sai che ho visto il talento in Steve e mi ricordo di averlo detto perché molte persone gli dicevano sempre di fare di più. Ricordo di avergli detto di non fare nulla di diverso, perché quello che stava facendo era credibile. E ‘vero. E io pensai: questo è quello che ho sempre cercato di vendere. Beh nessuno poteva sapere quanto oltre sarebbe arrivato! È stato incredibile. “

Essere qualcuno che ha aiutato a coltivare Austin in WWE:

“Sì, beh, stavo proprio male. È un po ‘come nei film: vedono un potenziale giovane attore e lo mettono in un film come co-protagonista di un tizio di A-list e questo lo aiuta ad elevarsi. Questo è quello che hanno fatto con Steve e mi è capitato di essere un ragazzo di A-list al momento. Quindi ero il ragazzo giusto nel posto giusto, al momento giusto. “

Su come Austin ha superato le aspettative mentre lo slogan “Stone Cold” ha continuato a crescere in popolarità:

“Penso che abbia superato le aspettative di tutti, davvero. Ciò che è divertente è sapere che tutti parlano di come ora siamo in un programma PG. Penso che sia grandioso, perché ora sono un ministro e lo sono stato per molto tempo, quindi non ero un grande fan di Attitude Era. C’erano alcune cose che facevano che erano molto divertenti e che era grandioso vedere, ma non ero mai stato un fan delle cose squallide. Quello che è divertente è che facevo parte di un gruppo, Steve e io, e mi dicevano sempre: ‘Ted, sei stato citato dicendo che non avresti mai permesso all’eroe di tuo figlio di essere un wrestler che brandisce la birra, imprecando’. Ho detto “esattamente, lo credo ancora oggi”. Steve era seduto vicino a me e mi guardò e disse “È la stessa cosa che ha detto mia madre!”

FONTE: 441mania.com

Comments

Commenta questo post

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club

fmuolo has 227 posts and counting.See all posts by fmuolo