WWE: Roman Reigns critica i lottatori delle indie

Durante una recente intervista a “Inside The Ropes”, Roman Reigns ha spiegato perchè la maggior parte dei wresrler delle indie non servono alla WWE.

Il Big Dog ha spiegato che non voleva offendere nessun performer indipendente, ma intendeva dire che la maggior parte dei lottatori delle indie mancano di originalità.

Inoltre, Reigns ha insinuato che, senza mancare di rispetto ai grandi atleti della storia del wrestling professionistico, la WWE cerca di mettere in campo personaggi originali piuttosto che versioni rinnovate delle stesse vecchie idee già viste.

A questo proposito, il grande push di Reigns non è stato ben accolto dalla maggior parte dei fan, il che ha fatto sì che spesso il Big Dog si trovi al centro di dibattiti sui social non solo contro i fan, ma anche contro diverse star delle indie.

Ecco le parole di Reigns:

“Non ci servono ragazzi che si comportano come i Too Sweets e non ci servono ragazzi che si comportano come se venissero dai DX, sapete, roba di 15 anni fa. Ci servono personaggi originali. Mi serve che Seth Rollins sia Seth Rollins, mi serve che Kevin Owens sia Kevin Owens, mi serve che Bray Wyatt sia Bray Wyatt! Abbiamo bisogno di superstar originali che non abbiano idea di cosa sia stato fatto 15 o 20 anni fa, senza mancare di rispetto alla nostra storia.”

FONTE: SPORTSKEEDA.COM

Benedetta Fortunati

staffer