Brand War: Wrestling Matter #6

Ben ritrovati cari lettori di Spazio wrestling, qui è Matteo Traversa, pronto come ogni settimana ad effettuare un’accurata disamina dei match proposti dagli show principali della WWE, ovvero Raw e Smackdown Live. Come funziona la rubrica ormai lo sapete, quindi…let’s go!

 

RAW

 

BAYLEY E SASHA BANKS VS ALEXA BLISS E NIA JAX

RIASSUNTO: poco dopo l’inizio del match, Nia Jax estromette dalla contesa Bayley lanciandola contro le barricate e colpendola con una ginocchiata in pieno volto. Sasha patisce l’inferiorità numerica, ma poi reagisce, sbatte fuori dal ring Nia e sottomette con la bank statement la campionessa.

DURATA: circa 10 minuti.

ANALISI: la contesa si trasforma in corso in un handicap match e forse questo è l’unico spunto interessante. Il lottato è molto basilare e Sasha l’ha vinta un po’ troppo facilmente contando che era contro la campionessa e l’atleta più potente del roster. La poderosa back breaker di Nia, il running Knee di Sasha e la sua bank statement che rovescia un tentativo di ddt della bliss sono gli highlights del match.

VOTO: 5

 

NOAM DAR VS CEDRIC ALEXANDER

RIASSUNTO: Cedric parte forte, ma l’interferenza della Fox porta la contesa a favore dello scozzese. Alexander reagisce e Fox prova di nuovo a distrarlo, ma il suo ex fidanzato è attento. Evita un roll-up di Dar e lo trasforma nel lumbar check vincente.

DURATA: circa 2 minuti.

ANALISI: match breve e combattuto a ritmi bassissimi. Le mosse si contano sulle dita di una mano e consistono nella flying clothesline e la lumbar check di Alexander.

VOTO: 2

 

THE MIZ VS HEATH SLATER PER IL TITOLO INTERCONTINENTALE

RIASSUNTO: partenza con lotta tecnica e a terra favorevole a Heath. Miz prende poi il controllo della contesa, finché Heath non riesce a trovare una grande reazione. A quel punto Axel sale sull’apron e Rhyno lo tira giù. Prova poi a colpire Dallas, ma si ferma ad un passo dal travolgere Maryse. Il miztourage ne approfitta per malmenarlo e the Miz effettua la skull crushing finale su Slater distratto.

DURATA: circa 13 minuti.

ANALISI: bel match e soprattutto grande prova di Slater, ma anche Miz non è da meno, contando che lotta in vestiti eleganti. Senza dubbio la miglior mossa della contesa risulta essere la power slam dal paletto di Slater.

VOTO: 7

 

SETH ROLLINS VS CURT HAWKINS

RIASSUNTO: Hawkins parte alla carica per vendicarsi del pugno ricevuto prima del suono della campanella, ma il king slayer connette subito il suo Knee strike e ottiene la più facile delle vittorie.

DURATA: circa 9 secondi.

ANALISI: squash puro, al contrario della settimana scorsa, quindi decisamente peggiore. Un match che si chiude in 9 secondi con una singola mossa, non può che essere valutato negativamente.

VOTO: 0,5

 

NEVILLE VS MUSTAFA ALÌ

RIASSUNTO: dopo un inizio equilibrato, Mustafa inanella una serie di buone mosse, mettendo in seria difficoltà il campione. La svolta del match si ha nel momento in cui a Neville getta l’avversario dal paletto sulle barricate. Alì è stordito e viene malmenato dal king of cruiserweight. Tenta una reazione, ma viene steso con una clothesline tremenda e chiuso nella ring of saturn che lo costringe alla resa.

 DURATA: circa 6 minuti.

ANALISI: prime fasi scoppiettanti, soprattutto da parte di Alì, poi il match si spegne dopo la sua caduta dal paletto, un vero peccato. Comunque contesa discreta, decisamente migliore di altre della categoria (vedi Dar vs Alexander). Belli il crossbody in semi giravolta e la tornado ddt, entrambe di Alì, come anche il suo atterraggio in piedi da un tentato back suplex dal paletto.

VOTO: 6

 

CESARO VS FINN BALOR

RIASSUNTO: inizio favorevole a Finn, poi, complice una distrazione di Sheamus, prende il controllo Cesaro. Balor reagisce e carica il running dropkick, ma Samson arriva a bordo ring strimpellando e lo distrae. Cesaro prova ad approfittarne, però Finn si riprende in fretta e allora Samson lo sgambetta non visto dall’arbitro. Gli Hardys, presenti al tavolo di commento, ne hanno abbastanza e si gettano nella mischia. Finn lancia fuori ring in back body drop Cesaro e poi vola su tutti i presenti con una senton. I wrestler si scambiano mosse a catena, con Matt che esegue la twist of fate su Samson, ma subito dopo viene colpito dal Brogue kick. A sua volta sheamus viene travolto da un tuffo di Jeff, che però riceve u running uppercut di Cesaro. Il cerchio si chiude con il running drop kick del demon king che spinge Cesaro sulle barricate. Lo riporta sul ring e chiude con il coup de grace.

DURATA: circa 15 minuti.

ANALISI: ottimo match, anche se è palese che i due, signori wrestler, potrebbero fare molto meglio. In grande spolvero soprattutto Cesaro, con una tirt a whirl back breaker e un vertical suplex entrambi messi a segno prendendo l’avversario al volo. Le concitate fasi finali non rovinano il match, anzi lo rendono ancora più spettacolare.

VOTO: 7,5

 

APOLLO CREWS VS BRAUN STROWMAN

RIASSUNTO: Crews prova a tenere testa al colossale rivale, ma ben presto viene messo a mal partito. Viene gettato fuori ring come spazzatura, ma Titus carica il suo assistito e questi al rientro sul ring si produce in una grande reazione, arrivando a stendere Strowman. Tenta uno standing moonsault, ma a mezz’aria il monster among men lo scalcia via e poi ottiene il pin dopo tre running power slam.

DURATA: circa 4 minuti

ANALISI: un altro squash, ma dannatamente ben studiato. Infatti Apollo ha il suo momento di gloria e ci sono mosse da entrambe le parti. Memorabile la reversal di strowman sul moonsault, ma anche l’enziguri di apollo ad evitare una chokeslam.

VOTO: 6

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 5

 

RIFLESSIONI: puntata rovinata da due match disastrosi, ossia lo squash di Rollins e il primo match dei pesi leggeri. Il resto è positivo, con le eccellenze di Cesaro vs Balor e Miz vs Slater. Davvero un peccato, perché c’erano i presupposti per un’ottima puntata, invece è soltanto buona (l’insufficienza è meramente matematica).

 

Ora che abbiamo visto cosa ha offerto Raw, passiamo subito allo show rivale!

 

SMACKDOWN LIVE

 

CHAD GABLE VS AJ STYLES

RIASSUNTO: l’american alpha domina all’inizio puntando sulla sua superiorità nel campo del wrestling a terra. Quando la contesa accelera, i due giocano ad armi pari e si scambiamo più volte il controllo. Nel finale AJ stordisce Gable con il Pelé kick e poi lo finisce con il phenomenal forearm.

DURATA: circa 9 minuti.

ANALISI: questo è stato un Match con la M maiuscola. Gran ritmo e scambi davvero fantastici (Gable che ribalta un tentativo di Styles clash nella Ankle lock e AJ la trasforma in calf crusher). Anche da segnalare il belly to back suplex di Gable (con AJ che atterra di pancia) e lo snap suplex contro l’angolo di Styles.

VOTO: 7,5

 

NAOMI VS LANA PER IL TITOLO FEMMINILE

RIASSUNTO: suona la campana, calcio in pancia di Naomi, roll-up e mossa di sottomissione che porta Lana a cedere.

DURATA: circa 8 secondi.

ANALISI: secondo squash di fila subito da Lana, ancora peggiore di quello di settimana scorsa. No comment.

VOTO: 0,5

 

RANDY ORTON VS AIDEN ENGLISH

RIASSUNTO: Aiden attacca a tradimento Orton con il microfono prima che il match inizi. In questo modo controlla le prime fasi dell’incontro, finché the viper non reagisce con una power slam. Lo scontro si sposta fuori ring, con Randy che distrugge il rivale e infine si fa squalificare colpendolo con i gradoni.

DURATA: circa 3 minuti.

ANALISI: match quasi inesistente, si svolge praticamente per metà nel break pubblicitario, e che si accende soltanto quando i due vanno fuori ring. Il finale è un po’ deludente, però visto il personaggio e la fase di Orton, ci sta..

VOTO: 4

 

BATTLE ROYAL PER DETERMINARE IL #1 CONTENDER AL TITOLO DEGLI STATI UNITI (SAMY ZAYN, TYE DILLINGER, AJ STYLES, ERICK ROWAN, LUKE HARPER, VIKTOR, KONNOR, TYLER BREEZE FANDANGO, MOJO ROWLEY, ZACK RYDER, EPICO, JASON JORDAN, DOLPH ZIGGLER, SIN CARA)

RIASSUNTO: il primo eliminato è Dolph Ziggler per merito di un Discus lariat di Luke Harper. Il ring poco alla volta si svuota e restano in tre, ovvero Dillinger, Styles e Zayn. Il perfect ten esegue la tye breaker su entrambi e poi prova ad eliminarli, ma zayn lo getta fuori ring con un back body drop. Tenta poi l’helluva kick su Styles, ma questi si abbassa e per poco non si elimina da solo. Cerca allora un suplex verso l’esterno, ma AJ lo colpisce con una ginocchiata a mezz’aria e poi con il Pelé kick, facendolo cadere dall’apron.

DURATA: circa 12 minuti.

ANALISI: battle royal molto ben gestita dal punto di vista delle eliminazioni. L’eliminazione di Breeze è un momento comedy divertente, mentre è molto interessante in ottica futura l’eliminazione di Ryder da parte di Mojo (che prima lo aveva salvato e insieme a lui aveva buttato fuori Rowan). L’eliminazione migliore però per me è quella di Rowley stesso, che finisce sull’apron, respinge prima dillinger e poi Styles, ma subisce l’helluva kick di Zayn e crolla fuori ring.

VOTO: 7

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 5

 

RIFLESSIONI: due match molto buoni e due molto negativi, in particolare il match titolato. La naturale conseguenza è un’insufficienza, che si poteva facilmente evitare.

 

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: CURT HAWKINS VS SETH ROLLINS. Se la giocava con Lana vs Naomi, ma dagli incontri maschili mi aspetto di più e quindi la delusione è stata maggiore.

 

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: CHAD GABLE VS AJ STYLES. Sono stato indeciso fino all’ultimo con Cesaro vs Balor, ma alla fine ho scelto la contesa di Smackdown perché è stata più sorprendente. Mi spiego, dallo svizzero e il demon king chiunque si sarebbe aspettato un match spettacolare, meno dal fenomenale e l’alpha, soprattutto da quest’ultimo che è principalmente un wrestler di coppia. Inoltre la contesa di Raw poteva essere ancora molto migliore, quindi questa ‘bocciatura’ serve da sprone.

 

CONCLUSIONI: a livello matematico entrambi gli show sono insufficienti (vince di poco Raw), ma nel complesso delle belle puntate. Facendo attenzione anche ai match secondari, rendere migliore il livello medio delle contese è facile. Via gli squash, più impegno (e minutaggio) dei pesi leggeri e delle donne, così si fornisce un grande spettacolo.

 

E così la rubrica giunge al termine! Cosa pensate dei miei voti e delle mie analisi? Non mancate di farmelo sapere nei commenti, sono sempre pronto al confronto!
Il vostro Matteo Traversa vi saluta, ci rivediamo tra sette giorni, buon wrestling a tutti!