THE DEBATE: Great Balls of Fire 2017

Salve a tutti a ragazzi e benvenuti nella nuova edizione della rubrica THE DEBATE con Tommaso Schwoch e Filippo Buratto, oggi andremo ad analizzare la prima edizione del PPV Great Balls of Fire svoltosi a Dallas, Texas.

Sarò io, Tommaso, ad iniziare questa edizione con il

MATCH MIGLIORE DELLA SERATA:

L’ambulance match tra Roman Reigns e Braun Strowman vinto da quest’ultimo. Non ho molto da dire a riguardo, mi aspettavo che fosse il miglior match e lo è stato, e ciò che è accaduto dopo ha riportato un po tutti noi ai tempi d’oro dell’Attitude Era.

IL MIGLIOR MATCH: (FILIPPO)

Il tag team match per i titoli di coppia ci ha regalato emozioni sino all’ultimo secondo, ci tengo inoltre ad aggiungere che finalmente la categoria tag team sta salendo vertiginosamente di qualità, anche se purtroppo Sheamus avrà un periodo di pausa per girare il suo nuovo film, e questo comporterà la perdita dei titoli.

IL PEGGIOR MATCH: (TOMMASO)

A mio avviso se lo aggiudicano Ambrose e The Miz che, nonostante siano due dei miei atleti preferiti, stanno diventando troppo ripetitivi nei loro match, ormai ho perso il conto delle volte in cui si sono affrontati, in più, se vince Miz il finale non cambia mai, spero vivamente che questa faida finisca qui, e che The Miz trovi un nuovo avversario (circolano diverse voci su Balor).

IL PEGGIOR MATCH: (FILIPPO)

Il collega invece reputa come peggior match ( se si può definire tale) l’incontro tra gli ex tag team partner Big Cass ed Enzo Amore, squash totale subito da quest’ultimo, che è durato più al microfono che sul ring. Match nato con l’unico scopo di lanciare Big Cass da singolo.

Passiamo ora a una visone un po più generale del PPV:

TOP MOMENTS: (TOMMASO)

1) Il post match tra Reigns e Strowman ha sorpreso tutti, segmenti del genere non si vedevano dai tempi dell’Attitude Era e a mio avviso mancavano terribilmente, l’unico difetto potrebbe essere il fatto che dopo uno scontro tale, Braun se ne vada “tranquillamente” con le sue gambe.

2) L’atteggiamento di Samoa Joe è stato fantastico, finalmente un atleta non intimorito da Lesnar ma che anzi, lo attacca ripetutamente tenendolo alle strette per buona parte del match (Goldberg a parte), peccato che probabilmente la faida sia finita.

3) Questa più che un top moment è una cosa che a me ha divertito molto, ovvero il modo in cui Reigns “botcha” la spear e si lancia da solo nell’ambulanza, scena che rivisto 2/3 continuando a ridere.

TOP MOMENTS: (Filippo)

1) Molto buono il match tra le divas, ma anche in questo caso il post match ha aggiunto qualcosa in più, faida apertissima e se tutti gli incontri saranno a questa altezza, speriamo duri a lungo.

2) Forse sarà passata inosservata, ma Filippo ha dato molto credito alla Twist of Fate fatta da Matt Hardy ai danni di Sheamus dalla terza corda, sinceramente non me lo aspettavo neanch’io.
Il collega non ha trovato un terzo top moment da inserire nel suo podio, sia perché molte nostre idee erano uguali, sia perché il resto del PPV è stato abbastanza nella norma.

FLOP MOMENTS: (TOMMASO)

1) DOVÉ BALOR? Mi dispiace ma non riesco ad accettare che in un PPV ci siano match come Heath Slater vs Curt Hawkins ma non ci sia posto per un talento come lui, spero che la WWE provveda a trovargli una storyline al più presto.

2) Il match per il titolo dei pesi leggeri è sembrato una spiegazione al nome del PPV, purtroppo quella divisione si sta rivelando sempre di più un fallimento.

3) Finalmente sembrava che un match di Lesnar potesse essere combattuto per più di 10 minuti, e invece è bastata solo una F-5 per sconfiggere uno come Samoa Joe, che non è proprio l’ultimo arrivato, mah.

FLOP MOMENTS: (FILIPPO)

1) Heath Slater vs Curt Hawkins…. Perché?

2) Cosi come la loro faida, il match tra Rollins e Wyatt è stato completamente anonimo, con un finale che purtroppo fa presagire che non sia finita qua, speriamo solo che cambino qualcosa perché non bisognerebbe sprecare due top name in quel modo.

3) Il finale tra The Miz e Dean Ambrose, credo di aver visto quella scena almeno 100 volte quest’anno, uno degli scagnotti di The Miz distrae l’avversario o l’arbitro e lui ne approfitta vincendo, l’unica nota positiva è che probabilmente questa faida è finita.

CONSIDERAZIONE FINALE:

(TOMMASO)
A mio avviso questo PPV merita un 7/7.5, probabilmente il miglior show dopo WM, in cui si sono disputati almeno 2 match davvero molto spettacolari.

(FILIPPO)
Direi che un 8- ci sta tutto, tutti i match sono stati gestiti correttamente, tranne il ME, ma quando ce Lesnar di mezzo non ci possiamo fare niente.

Anche per questo PPV è tutto, ci rivedremo tra poche settimane per analizzare insieme Battleground, show esclusivo di SmackDown.

Comments

Commenta questo post