WWE: 5 Superstars che dovrebbero turnare heel

Per ogni beniamino del pubblico, c’è sempre un buon cattivo. Su questo dualismo si è sempre basato il wrestling professionistico nel corso della storia. Per ogni Hulk Hogan c’è un Andre The Giant, per ogni Stone Cold Steve Austin c’è un Triple H e per ogni John Cena c’è un Randy Orton. A volte però un personaggio può cambiare completamente il proprio ethos e così il face può diventare un heel o l’heel può redimersi.
Hogan tornò in auge quando si unì alla WCW nel 1996 e anche Steve Austin passò al lato oscuro quando si allineò con il rivale di lungo corso Vince McMahon a WrestleMania 17, per poi unirsi a Triple H la notte seguente.
A volte trasformare una Superstar in un heel è necessario per rivitalizzare il proprio personaggio o creare nuove faide e rivalità. Ciò che è importante è che il cambio di schieramento sia fatto bene e per una buona ragione, perché a volte il pubblico non vuole fischiare una determinata Superstar.
Questo è stato certamente il caso di quando Stone Cold Steve Austin passò dalla parte dei cattivi a WrestleMania 17, schierandosi con Vince McMahon quando strappò il titolo WWE di mano a The Rock. I fan non erano pronti a odiare Steve Austin (e probabilmente non lo sarebbero mai stati), e non aveva senso vederlo in combutta con i suoi rivali di lunga data McMahon e Triple H.
Una svolta heel fine a se stessa non è un buon affare, in quanto i ribaltamenti di ruoli migliori devono essere ben pensati e ottimamente costruiti. Il turn heel di Shawn Michaels ai danni di Marty Jannetty, ad esempio, si distingue come uno dei tradimenti meglio compiuti di tutti i tempi, oltre che per la sua natura scioccante e la sua brutalità, perchè ha contribuito a lanciare una delle carriere più riuscite nella storia della WWE. Michaels stese Jannetty con una Sweet Chin Music e poi lo mandò a sbattere contro la finestra del barbershop, dando vita ad uno dei momenti più iconici della storia della WWE.
Quando lo stint di una Superstar diventa stantio a volte lui o lei può aver bisogno di diventare un cattivo, sia per rinfrescare il personaggio sia perché il ruolo da heel si può adattare meglio al performer o al personaggio. Ecco quindi elencate cinque superstar della WWE (e una stable) che dovrebbero effettuare il turn heel secondo la redazione di Sportskeeda.

#1 Rusev (e Aiden English)

Rusev è una delle star più popolari della WWE in questo momento per quanto riguarda il pubblico, tuttavia sembra improbabile che possa emergere oltre la sua attuale posizione nel roster di SmackDown o di Raw se rimane un face. Anche se a molti fan piacerebbe probabilmente vedere Rusev rimanere così, ha più senso che ritorni ai giorni in cui era un bruto inviso alla folla.
Quando Rusev debuttò nella WWE con la sua gimmick da antimericano e russofilo, potè godere di un enorme slancio che lo portò ad un match con John Cena a WrestleMania 31. Rusev perse l’incontro, mettendo fine alla sua striscia d’imbattibilità di 146 giorni e probabilmente non si riprese mai da questa sconfitta, essendosi in seguito allineato con la stable di stranieri “League of Nations”.
È chiaro che “The Bulgarian Brute” ha le caratteristiche per avere successo come heel, e con Aiden English come suo portavoce, i due possono costituire un ottimo duo.
In un momento in cui la WWE è carente in fatto di heel credibili, Rusev potrebbe adattarsi perfettamente al ruolo di un cattivo dominante. Non è necessario che ritorni ai suoi giorni anti-americani, ma se Rusev deve recuperare il push che lo ha lanciato quando ha debuttato con la WWE nel 2014, allora sarà meglio che interpreti il personaggio che più gli si addice.

#2 Charlotte Flair

Charlotte Flair si è molto probabilmente fatta apprezzare soprattutto per i suoi migliori giorni in WWE con un personaggio heel. Proprio come suo padre, The Nature Boy Ric Flair, anche se è simpatica come una babyface, sembra che si adatti meglio al ruolo di cattiva.
Trasformare Charlotte in una heel e farla collaborare con superstar del calibro di Lana o Absolution potrebbe aiutare Charlotte, ma anche legittimare i suoi partner e spingerli ad un livello successivo. Questa è un’opzione che la WWE potrebbe prendere in considerazione, ma Charlotte è più che capace di camminare con le proprie gambe ed essere la campionessa che ogni donna del roster di SmackDown deve provare a battere.
Charlotte ha detto in un’intervista al quotidiano “LA Times” che preferisce recitare la parte della cattiva. Il personaggio della “Evil Queen” sembrava essere sicuramente cucito su misura per lei. The Nature Girl è molto più adatta ad interpretare l’heel arrogante e “migliore di te”, in termini di lavoro al microfono.
Può essere piacevole per un personaggio trascorrere un po ‘di tempo da face, ma sembra che il futuro a lungo termine di Charlotte sia destinato ad essere da heel.

#3 Big E (o il New Day)

Non è sicuro per quanto tempo ancora la WWE intende mantenere il New Day insieme. Sebbene attraggano una grossissima fetta della loro fan base, i New Day sono sicuramente vicini a concludere il loro percorso come squadra, soprattutto se si considera che tutti e tre gli elementi sono in grado di sostenere anche buoni stint da singoli in compagnia.
Se dovessero separarsi, il principale responsabile potrebbe essere Big E. Possiede tutte le caratteristiche necessarie
per essere un heel credibile, essendo sia potente che dominante. Se tradisse i suoi partner di lunga data Kofi Kingston e Xavier Woods, sconvolgerebbe e rattristerebbe gran parte dell’universo WWE ed inoltre l’eventuale faida con questi ultimi inoltre gli metterebbe anche una notevole pressione addosso.
Anche se sembra che nessuno sia pronto a odiare il New Day, un’opzione alternativa potrebbe essere quella di renderli maggiormente aggressivi. Se abbandonassero i pancake, i tromboni e gli abiti colorati, potrebbero sconvolgere il mondo annichilendo un’altra squadra con sediate violente e voltando le spalle ai fan.
Un enorme cambiamento di carattere per la squadra potrebbe rinvigorire loro e l’intero roster di SmackDown. Lungi dal renderli heel per il solo gusto di farlo, in quanto tale cambiamento di status potrebbe dare origine ad alcuni dei più avvincenti momenti televisivi come non se ne vedevano da un po’.

#4 Booby Roode

Durante il suo periodo in NXT, Bobby Roode ha interpretato il ruolo dell’heel narcisistico e aggressivo, che lo ha portato alla ribalta come uno dei migliori talenti di NXT. Roode inoltre ha avuto un notevole successo anche ad Impact Wrestling grazie ad un ruolo simile, oltre che come metà di Beer Money Incorporated. E’ chiaramente un ruolo che Roode conosce e che gli ha permesso di iniziare la sua vita nel main roster sotto i migliori auspici, e sicuramente un cambio di rotta rispetto alla gestione attuale che la WWE dovrebbe prendere in considerazione.
In questo momento, quando si pensa a Roode, si pensa unicamente al suo ingresso, ma ha chiaramente molto altro da offrire in WWE in termini di interpretazione del personaggio e capacità nel lottato. Un turn heel potrebbe rafforzare il suo personaggio e spingerlo nella giusta direzione in modo simile a come accadde ad NXT. Se dovesse emulare il ruolo del cattivo narcisistico e arrogante che interpretato in NXT, la WWE avrebbe un heel di alto livello in grado di competere per il titolo Universale e di fare i conti con Roman Reigns.
In questo momento Roode non è altro che un talento relegato nel midcard e destinato a rimanerci a meno che il suo personaggio non venga trasformato. Cambiare la sua musica d’ingresso, anche se fosse impopolare tra i fan, sarebbe un serio passo verso la sua denigrazione e la sua consacrazione a cattivo credibile, in grado di rinfacciare continuamente agli spettatori di essere migliore di loro ogni settimana a Raw.

#5 Sasha Banks

 

Da un po’di tempo, si dice che Sasha Banks stia effettuando un turn heel. Ha già indirizzato le proprie mire verso Bayley da febbraio, ma non è chiaro se concretizzerà questa transizione o meno.
Sasha ha tutte le caratteristiche di un heel, è sfacciata, arrogante e irriverente. Sasha era stata tra le fila dei cattivi ad NXT, dove ha svolto il ruolo in modo efficace. La sua faida con Bayley in molti modi ha settato gli standard della Women’s revolution e ha dimostrato che anche le lottatrici femminili sono capaci di grandi incontri.
Il passo atteso, per logica, sarebbe per Sasha un turn heel su Bayley, dato che è sembrato imminente per un gran numero di volte quest’anno, ma finora non è successo. Tuttavia, con Money in the Bank alle porte, potrebbe essere un’opportunità per Sasha incassare la valigetta in caso di vittoria del Ladder Match, e quale modo migliore per riscuotere il Money In The Bank se non su Ronda Rousey?
Ciò lascerebbe presupporre che Ronda batta Nia Jax nel loro scontro per il titolo femminile in programma nello stesso pay-per-view; in questo caso la Banks potrebbe sfruttare la title shot in qualsiasi momento successivo all’ottenimento della valigetta e attirare un enorme heat dato che Ronda è chiaramente popolare presso il WWE Universe.
Sasha Banks da heel potrebbe dare nuova linfa alla divisione femminile e aprire la possibilità ad una nuova gamma di potenziali incontri. Oltre a Ronda Rousey, potrebbe anche affrontare Bayley, Ember Moon e Natalya, in quelli che potrebbero essere degli ottimi match.

Fonte: Sportskeeda.com

  • Stex14

    Distruggere la coppia Rusev/Aiden English sarebbe da completi idioti!

    Charlotte, Bobby Roode e Sasha Banks (lei funzionerebbe anche da face se però come heel ci fosse una top heel come dio comanda, vedi la faida con Charlotte) da heel danno il loro meglio sarebbe da turnarli già domani!

    Sul New Day dipende chi sono i face che affrontano perchè se no non avrebbe senso turnarli…