WWE: Chi trasformò Edge in un main eventer?

E’ difficile immaginare come sarebbe stata la WWE senza Edge e il suo lavoro come detestabile Heel e suoi regni titolati a RAW e Smackdown; La Rater R Superstar divenne un main eventer a New Year’s Revolution 2006 quando incassò il primo Money in the Bank della storia su John Cena divenendo campione WWE.

Edge riuscì nel mantenersi rilevante fino al suo ritiro e fu sempre molto amato a prescindere se fosse face o heel; Edge non uscì più dai main event dei pay per view e vinse più volte i titoli mondiali.

Il suo ritiro nel 2011 fu uno dei più emozionanti e sopratutto è uno dei pochi autentici.

Di recente il canadese ha rivelato quale Hall of Famer lo ha reso un main eventer.

Durante il podcast E&C Pod of Awesomness della settimana scorsa Edge e Christian hanno risposto ad alcune domande e la Rated R Superstar ha rivelato che la WWE ordinò a Shawn Michaels di impegnarsi nel rendere Edge un main eventer.

Il pensiero della dirigenza era semplice : se non ci fosse riuscito HBK porbabilmente Edge non era all’altezza del ruolo di main eventer; la sfida venne accettata e vinta.

Era il periodo di Cyber Sunday e il pubblico poteva votare l’avversario per il campione mondiale dei pesi massimi, Triple H. E’ in quel periodo che il mio personaggio stava turnando heel e ad essere ossessionato per il titolo mondiale. Shawn è stato il primo con cui ho lavorato con questa nuova incarnazione del mio personaggio….non so quanto il team creativo era effettivamente impegnato per questa storyline, in fin dei conti ero l’ennesimo heel arrabbiato che voleva il titolo a tutti i costi”.

“Venne affidato il compito a Shawn Michaels di rendermi il main eventer che ancora non ero  e se lui avesse fallito significava che non meritavo tale posizione”.

Ora so che fu data questa sfida a Shawn e se ce l’ho fatto lo devo anche a lui; grazie Shawn!”.

Fonte: GivemeSport

 

 

  • Stex14

    Allora grazie HBK!

  • https://twitter.com/champ_ita/ Champ

    Uno dei miei lottatori preferiti, quindi ringraziamo Shawn!