giovedì, Giugno 20, 2024
HomeNewsWWE: Cosa potrebbe cambiare a Smackdown quando andrà in onda su FOX?

WWE: Cosa potrebbe cambiare a Smackdown quando andrà in onda su FOX?

SmackDown è sempre stato visto come lo show di serie B rispetto a Raw, ma Vince McMahon ha trovato una nuova “casa” per lo show blu che rimetterà in pari la situazione tra i due brand della compagnia.

Secondo “The Hollywood Reporter”, la WWE ha accettato di spostare Smackdown sulla piattaforma Fox a partire dall’autunno del 2019 come parte di un accordo di grande incassi che farà guadagnare al netto alla compagnia più di 1 miliardo di dollari in diritti televisivi nel corso di cinque anni:

“La Fox preannuncia che sarà la casa di Smackdown Live in un grandioso accordo di cinque anni dal valore di più di 1 miliardo di dollari, riferiscono fonti vicine alla chiusura delle negoziazioni al The Hollywood Reporter. Il nuovo accordo, che è in fase di perfezionamento e ha il valore di 205 milioni di dollari annuali, dovrebbe partire dall’inizio di ottobre 2019 e segnerà un triplice aumento rispetto a quanto la NBCUniversal paga attualmente la WWE per trasmettere Smackdown su USA Network.”

Sul nuovo canale Smackdown tornerà ad andare in onda il venerdì sera, come è già accaduto dal 2005 al 2015, e potrebbe portare ad un altro cambiamento significativo che trasformerebbe lo “show di serie B” in uno show di serie A. Circolano infatti alcune voci che indicano che Smackdown, come Raw, potrebbe passare ad una durata di tre ore su Fox. Ciò fornirebbe alla WWE 6 ore settimanali televisive per i suoi due roster principali, se così dovesse essere.

Nonostante le preoccupazioni riguardanti il passaggio al venerdì sera, questo accordo ha messo Smackdown in una posizione dominante per un futuro successo.

Secondo WrestlingInc, l’accordo è tre volte maggiore rispetto a quello attuale con la NBC Universal. C’era anche un terzo candidato che aveva offerto di più, ma la WWE ha deciso di affiliarsi alla Fox per via dell’abilità di quest’ultima di promuovere in maniera idonea il prodotto attraverso le altre piattaforme sportive della NFL e MLB. Smackdown si troverà, dunque, in una rete televisiva capace di dargli maggior copertura e visibilità rispetto a quella attuale, USA Network.

SportsTVRatings riporta che USA Network arriva, approssimativamente, in 90,8 milioni di case negli Stati Uniti. A maggio del 2017, Fox, invece, ha una portata di circa 115 milioni. Dato che dovrebbe acquietare le preoccupazioni della WWE sulla perdita del suo pubblico con il cambio di trasmissione settimanale spostato al venerdì. Anche se la WWE dovesse perdere dei telespettatori con questa mossa, non farà alcuna differenza perché comunque non sarebbe abbastanza negativa da avere effetti sul nuovo accordo televisivo di Smackdown.

Anche se Smackdown e Raw rimarranno comunque entrambe sotto la direzione della WWE, le interazioni tra i due show saranno ridotte significativamente, se non eliminate del tutto, poiché Raw rimarrà esclusiva di USA Network. Smackdown si troverà su un canale di notevole importanza a livello sportivo, che potrebbe cambiare il focus del roster blu e trasformarlo in uno show più orientato verso il “lato sportivo” e renderlo, magari, più appetibile agli occhi degli sponsor. E inoltre potrebbero aprirsi le porte per delle potenziali interazioni con la lega di baseball e anche quella del football.

L’ex membro del team creativo della WWE, Andrew Goldstein, fa notare il grande impatto che lo spostamento di SmackDown su Fox avrà sulla WWE e la percezione del prodotto:

“La programmazione settimanale della WWE in prima serata su uno delle quattro piattaforme più importanti è molto più che significativo. Significa che le pubblicità di Smackdown andranno in onda durante FOX NFL la domenica. Significa maggiori costi di trasmissione televisiva. Significa riconoscimento del prodotto da Hollywood. E’ un qualcosa di GRANDE.”

Dave Lagana, altro ex scrittore WWE, fa notare che con Smackdown su Fox, lo show blu avrà maggior attenzione grazie alla lega professionista di football:

“La Fox promuoverà direttamente SmackDown il venerdì con il suo programma sul football che va in onda il giovedì sera.

Oh… e pagano i diritti il triplo per farlo.”

https://twitter.com/Lagana/status/998616409189036033?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.forbes.com%2Fsites%2Fblakeoestriecher%2F2018%2F05%2F23%2Fwwe-smackdown-moving-to-fox-will-revitalize-the-blue-brand%2F&tfw_creator=blakeoestriecher&tfw_site=forbes

Un altro aspetto del nuovo accordo è che la compagnia, essenzialmente, sarà costretta a presentare Raw e Smackdown come show sullo stesso livello, che porterà ad un bilanciamento più equilibrato nei roster e quindi, di conseguenza, ad una programmazione di alta qualità.

Secondo la WWE, attualmente, è Raw lo show primario, con Superstar come Roman Reigns, Brock Lesnar, Seth Rollins, Finn Balor, Braun Strowman, Ronda Rousey e tanti altri dei migliori talenti della compagnia. Mentre a Smackdown ci sono comunque nomi appetibili come AJ Styles, Daniel Bryan e Charlotte Flair, è chiaro che ci sia comunque un’imparità a livello di roster nei due brand.

Questo cambierà nell’autunno 2019. Quando Smackdown passerà su Fox ci sarà bisogno di più Superstar di un certo livello e profondità, che potrebbe causare ancora una volta una “razzia dalle promozioni indipendenti” da parte della WWE per ovviare alla carenza di talenti di rilievo.

La scena indipendente è piena di talenti, come The Young Bucks e Cody Rhodes tanto per fare alcuni nomi, che potrebbero essere i candidati principali a ricevere un’offerta di contratto molto cospicuo nella speranza di rinfoltire il roster del “nuovo” SmackDown”.

Potrebbe anche essere plausibile che la WWE cerchi di riportare nella federazione ex Superstar che in passato sono state di grande impatto e importanza, come Goldberg, Batista e perfino CM Punk, in modo tale da far partire la stagione con il piede giusto sia per Raw che per Smackdown.

Inoltre, avere Raw e Smackdown che vanno in onda su canali differenti potrebbe creare quella che è garanzia assoluta di una migliore programmazione: la competizione.

FONTE: FORBES

ULTIME NOTIZIE

ULTIMI RISULTATI